Niko Sanpatrizio
Niko Sanpatrizio

Le ultime parole della Madonna ad Akita: «Solo io posso ancora salvarvi dalle calamità che si approssimano»

Signori, il cielo non fa regali o sconti senza condizioni, e le condizioni sono sempre le stesse, ovvero che si ritorni a Dio conformandoci completamente alla sua Volontà. Ma ormai questa condizione è solo un'utopia, in un mondo edonista! Ma se manco i Cristiani ferventi desiderano il cielo! Tutti vogliono restare ancorati su questa terra come delle cozze, anche in condizioni psico-fisiche …More
Signori, il cielo non fa regali o sconti senza condizioni, e le condizioni sono sempre le stesse, ovvero che si ritorni a Dio conformandoci completamente alla sua Volontà. Ma ormai questa condizione è solo un'utopia, in un mondo edonista! Ma se manco i Cristiani ferventi desiderano il cielo! Tutti vogliono restare ancorati su questa terra come delle cozze, anche in condizioni psico-fisiche terribili. Non vi dice nulla questa realtà? Non si può desiderare ciò che non si conosce e non si è gustato. I santi desideravano il cielo e lo facevano desiderare ai loro adepti (vedi i martiri nei circhi romani), perchè lo avevano assaporato e non vedevano l'ora di andarci, a tal punto da ringraziare i loro carnefici. Oggi chi ci parla del cielo? Chi lo ha assaporato? Chi ne ha gustato il piacere?
Per desiderare e avere appetito bisogna conoscere, il volere una cosa nasce dal desiderio, e se la si gusta la si rivuole. Qui sta la spiegazione della frase evangelica “ A chi ha (appetito) sarà dato e a chi non ha (appetito) sarà tolto anche quel poco che ha” (Mc 4, 25), perché chi non gusta una cosa ne ha nausea, e quindi è sprecato che il cibo divino venga disprezzato e buttato via. (Luisa Piccarreta - v19 - Settembre 3, 1926)
Niko Sanpatrizio

Perché la Pace nel Mondo dipende dalla Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato?

Ormai il dardo è tratto e nulla potrà frenare l'inevitabile!
Niko Sanpatrizio

L'azione della Provvidenza nella battaglia decisiva fra il Bene e il Male – Intervista a Tempi di Maria

Veramente illuminante l’osservazione di Fra Pietro, quando prende l’esempio di come Dio muova gli eventi della storia attraverso gli uomini non necessariamente Santi, e in questo caso lo troviamo in Ciro, re pagano, colui che si trova ad essere il liberatore di Israele. Sostenuto per altro, da una casta di Sacerdoti Babilonesi che sono da sempre stati l’emblema del paganesimo, del regno di …More
Veramente illuminante l’osservazione di Fra Pietro, quando prende l’esempio di come Dio muova gli eventi della storia attraverso gli uomini non necessariamente Santi, e in questo caso lo troviamo in Ciro, re pagano, colui che si trova ad essere il liberatore di Israele. Sostenuto per altro, da una casta di Sacerdoti Babilonesi che sono da sempre stati l’emblema del paganesimo, del regno di Satana per eccellenza. Eppure Dio addita Ciro come fosse un grande Santo (in realtà non lo era) ma bisogna comprendere il Pensiero trascendentale di Dio, che non esalta l’uomo in se, ma esalta l’azione strumentale che la Divina Volontà compie attraverso lo strumento.
Per quanto mi riguarda, credo sia opportuno non lasciarci prendere da sentimentalismi e affezioni tutte umane nei confronti di uomini che rappresentano solo interessi propri e di chi li sostiene, parlo di Trump e Putin quali cellule impazzite fuori controllo del Deep State.
Sicuramente il Signore si servirà di loro, come si serve di tutti, compreso i demoni, per il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Ma non dimentichiamo chi sono questi signori e chi li sostiene. Dietro Donald Trump c’è la Massoneria sionista, altrimenti non starebbe nel posto che occupa.
Ma vediamo cosa ci dicono a riguardo i grandi mistici:

Maria Valtorta - Quaderni - CAPITOLO 178 - 17 novembre 1943
“Voi vi fate strumenti di Satana. Ma io, più potente di Satana, quando giudico esser l’ora di un nuovo diluvio, vi prendo e vi uso gli uni contro gli altri: nazioni contro nazioni e, nel piccolo: parenti o amici contro parenti e amici, per fare dell’uomo la punizione dell’uomo, punendo le colpe dell’uomo attraverso le colpe dell’uomo suo simile. Voi opprimete? E io permetto ad altri di opprimervi. Voi rubate una patria? Ed io permetto ad altri di rubarvi la patria. Bene dice Isaia cap. 10: "Bastone e verga della collera di Dio". Questo siete l’uno con l’altro quando passate la misura”.

Luisa Piccarreta - Vol.12 – 4/10/1917
“Figlia mia, figlia mia, rassegnati. Non vedi che durezza mi ha messo l’uomo col peccato, che m’impedisce di far parte a chi Mi ama delle mie amarezze? Ah! Non ti ricordi quando ti dicevo prima: ‘Lasciami fare, altrimenti l’uomo giungerà ad un punto di fare tanto male, da esaurire lo stesso male, da non sapere che altro male fare’? E tu non volevi che colpissi l’uomo, e l’uomo peggiorava sempre; ha radunato in sé tanto pus, che né la guerra è arrivata a far uscire questo pus. La guerra non ha atterrato l’uomo, anzi lo ha imbaldanzito di più; la rivoluzione lo farà inviperire, la miseria lo farà disperare e a darsi in braccio al delitto, e tutto questo servirà a far uscire in qualche modo il marciume che contiene l’uomo. Ed allora la mia Bontà, non indirettamente per mezzo delle creature, ma direttamente dal Cielo, colpirà l’uomo; e questi castighi saranno come rugiada benefica che scenderà dal Cielo, che ammazzerà l’uomo e, toccato dalla mia mano riconoscerà se stesso, si risveglierà dal sonno della colpa e riconoscerà il suo Creatore. Perciò, figlia, prega che il tutto vada a bene dell’uomo”.
(Nota mia) - Quindi, solo quando Dio colpirà l’uomo direttamente e non più indirettamente per mezzo di altri uomini, si avrà l’ultima purificazione e dopo quel famoso periodo di pace sulla terra.

Luisa Piccarreta – Vol.12 - 14/03/1920
“Senti, figlia mia: se l’uomo col castigo della guerra si fosse umiliato ed entrato in se stesso, non sarebbero necessari altri castighi, ma l’uomo si è imperversato di più; quindi, per far entrare l’uomo in se stesso, sono necessari i castighi più terribili della stessa guerra, ciò che avverrà”.

Luisa Piccarreta - v4– 30/12/1902

“L’uomo si può ribellare quando è solo mortificato, ma quando è distrutto, cessa il suo ribellamento; ora, qui non si parla di mortificazione, ma di distruzione”.
Niko Sanpatrizio

Grave messaggio a Edson Glauber, un «grido d'allarme» al mondo: «Preparatevi ad adorarmi nelle case»

La Madonna è stata chiara: "RICEVETE SEMPRE DEGNAMENTE MIO FIGLIO GESÙ, IN BOCCA ED IN GINOCCHIO. NON ACCETTATE, SE ESSI VI FORZERANNO, DI FARE IL CONTRARIO."
A questo punto o si crede che sia Maria SS che parla o non si crede, è una prova difficile. Io credo fermamente che sia la Mamma Celeste che parla, quindi mi sembrerebbe ipocrita fare diversamente da quanto dice.
Niko Sanpatrizio

Grave messaggio a Edson Glauber, un «grido d'allarme» al mondo: «Preparatevi ad adorarmi nelle case»

Ti vietano anche il fazzoletto, è inutile o ti sottometti al sistema o sei fuori. Che Dio abbia Misericordia di noi......
Niko Sanpatrizio

Grave messaggio a Edson Glauber, un «grido d'allarme» al mondo: «Preparatevi ad adorarmi nelle case»

Io per rispetto a quanto ha chiesto la Madonna di Itapiranga, non permettendomi il Sacerdote di prendere la comunione sulla lingua (come sempre) non la sto prendendo affatto per non offendere Dio. Onestamente, per me che non ho mai avuto sensazioni sensibili ma solo intellettuali, prenderla sacramentalmente o prenderla spiritualmente, sensibilmente non mi cambia nulla. Spero solo che il Signore …More
Io per rispetto a quanto ha chiesto la Madonna di Itapiranga, non permettendomi il Sacerdote di prendere la comunione sulla lingua (come sempre) non la sto prendendo affatto per non offendere Dio. Onestamente, per me che non ho mai avuto sensazioni sensibili ma solo intellettuali, prenderla sacramentalmente o prenderla spiritualmente, sensibilmente non mi cambia nulla. Spero solo che il Signore nella sua grande Misericordia, voglia concedermi gli effetti di tale Immenso Dono nella stessa maniera come se la prendessi Sacramentalmente!
Niko Sanpatrizio

I due testimoni dell'Apocalisse sono tra noi? Un'ipotesi affascinante

Per quanto mi riguarda, credo sia opportuno non lasciarci prendere da sentimentalismi e affezioni tutte umane nei confronti di uomini che rappresentano solo interessi propri e di chi li sostiene, parlo di Trump e Putin quali cellule impazzite fuori controllo del Deep State.
Sicuramente il Signore si servirà di loro, come si serve di tutti, per il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Ma non …More
Per quanto mi riguarda, credo sia opportuno non lasciarci prendere da sentimentalismi e affezioni tutte umane nei confronti di uomini che rappresentano solo interessi propri e di chi li sostiene, parlo di Trump e Putin quali cellule impazzite fuori controllo del Deep State.
Sicuramente il Signore si servirà di loro, come si serve di tutti, per il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria. Ma non dimentichiamo chi sono questi signori e chi li sostiene. Dietro Donald Trump c’è la Massoneria sionista, altrimenti non starebbe nel posto che occupa.
Trump è riuscito a diventare presidente tramite suo genero Jared Kushner che è anche la figura dell’amministrazione statunitense che sembra vantare i migliori rapporti con i principi ereditari Mohammad Bin Salman dell’Arabia Saudita e Mohammed Bin Zayed degli Emirati Arabi Uniti. E’ lui l’anello di congiunzione di un palazzinaro di Casinò come Trump e il modo Massonico giudaico del fondamentalismo ebraico B’nai B’rith, che ha la sua punta politica nel Primo Ministro Israeliano Benjamin Netanyahu.
Gli Ebrei sionisti, ovvero il Movimento politico-religioso, mirano da sempre ad avere nel loro Stato, Gerusalemme come capitale. Essi hanno trovato in Trump il loro uomo di punta politico per realizzare il loro sogno, Infatti Trump appena eletto Presidente, la prima cosa che ha fatto è stata quella di nominare Gerusalemme la capitale di Israele.

La Massoneria sionista
, erede di un disegno di controllo mondiale dell’economia, ha nel giudaismo talmudico le sue radici remote, e trova nel B’nai B’rith la sua moderna punta di diamante.
N.B. L'Ordine Indipendente B'nai B'rith o Bené Berith è una loggia ebraica nata nel 1843. La sua missione è quella di fare beneficenza verso i poveri degli ebrei’ in America.

Sono loro (B’nai B’rith) che controllano le grandi lobby dei diamanti, delle armi, di alcune Banche private, dei militari americani e del petrolio come da tradizione.
Ora sono in aperto conflitto, per il controllo del potere mondiale, contro la nuova Massoneria finanziaria del Deep State, formata da alcuni vecchi Banchieri come i Rothschild, Rockfeller, Soros, Morgan, uniti ai a massoni come Busch, Clinton, Obama, e ai nuovi ricchi dell’Informatica come Bill Gates, Mark Zuckerberg ecc. ecc. per formare il Nuovo Ordine Mondiale.

Loro sono in contrasto con il vecchio Ordine Massonico B’nai B’rith, per il fatto che questi ultimi, vogliono vincere il mondo per asservirlo, tramite l’uso delle armi e del Petrolio (come hanno fatto fino ad ora) quindi metodi distruttivi e nocivi all’ambiente, mentre il Deep State lo vuole fare con i virus, la finanza, l’economia e l’ecologia che appare più umanista.

Fanno parte a questa Massoneria del Deep State, anche i loro vassalli politici come la Merkel, Macron, Conte e molti altri, i loro potenti alleati Comunisti come la Cina, Iran, Cuba, Corea del Nord ecc. ecc. che rappresentano di fatto, il loro braccio armato e manifatturiero, dividendo il mercato mondiale per settori.

Questa nuova massoneria (Deep State) ha realizzato il suo sogno con l’elezione nel campo spirituale (sono tutti esoterici e praticanti di Messe Nere, adoratori di Satana loro capo assoluto) di un loro uomo messo a capo della più potente religione del mondo, Papa Bergoglio (Teoria della liberazione, quindi Catto-Comunista), Il Cardinale Casper, Silvestrini , Pasaroli, Parolin (Segretario di Stato) il Cardinale Ravasi ecc. ecc. che controllano indisturbati, i vertici della Chiesa Cattolica.
Inutile aggiungere che una siffatta società segreta (Deep State), dotata di mezzi pressoché illimitati e diffusa in tutto il mondo, che si incontrano una volta all’anno (Bilderberg) per prendere decisioni al massimo livello, quale potere avranno su miliardi di persone.
Quindi andiamoci piano a idolatrare Trump o Putin solo perché oggi rappresentano un argine al potere del Deep State.

Nel famoso libro “L’Arte della Guerra” di Tzu Sun, è scritto che il nemico del mio nemico è mio amico, ma nessuno di questi signori è Santo.
Non dimentichiamoci che come dicono tutte le profezie, noi saremo invasi dalla Russia che in seguito si alleerà alla Cina e all’Iran.
Niko Sanpatrizio

I prodigi che avvennero nel giorno della Pentecoste – Dagli scritti di Maria Valtorta

Ma onestamente e intellettualmente parlando, dove è finito oggi lo Spirito Santo attorno a noi? Dove sono finiti i Ministri che manifestano i suoi sette Doni?
Ahimè...è una triste realtà!
Oggi la prassi e l'orto-prassi è diventata la regola di una Chiesa che nei migliori dei casi è di fatto un'organizzazione filantropica, con Ministri moralmente buoni ma non rivestiti di Potere dall'Alto!
Quando…More
Ma onestamente e intellettualmente parlando, dove è finito oggi lo Spirito Santo attorno a noi? Dove sono finiti i Ministri che manifestano i suoi sette Doni?
Ahimè...è una triste realtà!
Oggi la prassi e l'orto-prassi è diventata la regola di una Chiesa che nei migliori dei casi è di fatto un'organizzazione filantropica, con Ministri moralmente buoni ma non rivestiti di Potere dall'Alto!
Quando leggiamo gli Atti degli Apostoli, sembra che stiamo leggendo una bella storia fiabesca!!!
Cercasi lo Spirito santo disperatamente.......
Niko Sanpatrizio

Messaggio mariano a Edson Glauber (30 maggio 2020): «Mai come oggi l'Eucaristia è così tanto oltraggiata e disprezzata»

Per esperienza personale, posso affermare che oggi il vero problema è che il pensiero dominante dentro la Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana è quello di questi signori filo-Bergognani.
Il 99% del Clero attuale osanna il lavoro e la Pastorale eretica di Papa Bergoglio, ed è diventato difficile trovare un punto di incontro con i parroci filo-Bergognani, non vi è più dialogo o confronto all'…More
Per esperienza personale, posso affermare che oggi il vero problema è che il pensiero dominante dentro la Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana è quello di questi signori filo-Bergognani.
Il 99% del Clero attuale osanna il lavoro e la Pastorale eretica di Papa Bergoglio, ed è diventato difficile trovare un punto di incontro con i parroci filo-Bergognani, non vi è più dialogo o confronto all'interno delle parrocchie, se il tuo pensiero è avverso verso certe linee guida di questa pastorale, sei di fatto etichettato come uno che crea problemi e divisione, quindi uno spirito maligno!
Niko Sanpatrizio

Prof. Alessandro Meluzzi "atomico", anche sulle apparizioni mariane: «La Vergine Maria ci salverà»

Uomo di grande intelligenza e lungimiranza!
Niko Sanpatrizio

Il «sistema di leve» di Satana per distruggere il mondo: ma l’Immacolata gli schiaccia la testa!

Io non voglio accusare e dissacrare nessuno. Ma è evidente che la chiave di svolta del mondo Cattolico è avvenuta dal Concilio Vaticano II in poi. Un Concilio ben accolto anche dal Cardinale Ratzinger, sicuramente in buona fede come tanti, ma in ogni caso, sia il suo predecessore (Papa Giovanni Paolo II) che Lui, hanno sempre portato avanti un lavoro ecumenico che ha trovato la sua massima …More
Io non voglio accusare e dissacrare nessuno. Ma è evidente che la chiave di svolta del mondo Cattolico è avvenuta dal Concilio Vaticano II in poi. Un Concilio ben accolto anche dal Cardinale Ratzinger, sicuramente in buona fede come tanti, ma in ogni caso, sia il suo predecessore (Papa Giovanni Paolo II) che Lui, hanno sempre portato avanti un lavoro ecumenico che ha trovato la sua massima espressione in Papa Francesco.
Ed è proprio da dopo il Concilio, anzi se vogliamo dirla tutta, dall’inizio del Concilio, ovvero da quando Papa Giovanni XIII che lo volle fortemente, dove si assunse la responsabilità di non comunicare al mondo intero il Messaggio del terzo segreto di Fatima che la Madonna voleva fosse letto nel 1960. Papa Giovanni XXIII, che lo lesse nell'agosto del 1959, ritenne opportuno non rivelarlo; stessa decisione fu presa da Paolo VI, che lo lesse nel 1965 e decise anche Lui di non rivelarlo al mondo.

Non credete che il vero motivo fosse quello di non indispettire gli accordi già in essere con il mondo Protestante per un’inizio di un grande accordo Ecumenico?
Non vi rendete conto che si preferì disubbidire alla Madonna anziché farsi carico di scelte personali del tutto spiritualmente imprudenti?

La stessa cosa fu fatta da Giovanni Paolo II iI 13 maggio 1982, quando Consacrò il mondo al Cuore Immacolato di Maria, ma non ebbe il coraggio di consacrare la Russia, come voleva la Madonna.
Non ci rendiamo conto che impedire che la Madonna sia stata ubbidita e messa al primo posto come succede ancora oggi, faccia parte di questo disegno massonico, di realizzare questo falso ecumenismo per poter attaccare il Cuore di Cristo, ovvero la SS Eucarestia?
E’ questo il piano di Satana che si nasconde dietro tutto questo, e state tranquilli che ci riuscirà, è scritto, ed allora avverrà il tempo del Grande Abominio della Desolazione. (Daniele 9, 27) – (Daniele 11, 31) – (Daniele 12, 11) – (Matteo 24, 15) – (Marco 13, 14)

La Madonna è scesa in campo per avvertirci del grande pericolo che stiamo correndo, ma poco se ne parla nelle chiese dei suoi messaggi, anche di quelli riconosciuti dalla Chiesa come quelli di Fatima (Portogallo) 1917 o La Salette (Francia) 1846, o Lourdes (Francia) 1858, Banneux (Belgio) 1933 ecc. ecc.
Ma anche quelle più moderni tipo quelle di Amsterdam (Olanda) 1945-1959, o Akita (Giappone) 1973-1981, o Betania (Venezuela) 1976-1988, o Kibeho (Ruanda) 1981-1986.,
e questo perché si vuole sempre di più marginare la Madre di Dio ad avere per Lei solo una devozione infantile, ma mai primaria quale condottiera della storia moderna. Lo vediamo con le dichiarazioni di Papa Francesco, che tende a ridimensionarla ad un ruolo solo di Madre, ma non di Regina o di Corredentrice e tanto meno di Colei che essendo Onnipotente per Grazia, sarà la vincitrice su Satana in questo periodo storico, dove stiamo vivendo la sua grande battaglia con l’Anticristo.

Eppure San paolo è stato chiaro sui tanti messaggi dei profeti attuali: "Non disprezzate le profezie; esaminate ogni cosa e conservate ciò che è buono" (1Tessalonicesi 5, 20).
Niko Sanpatrizio

Coronavirus passerà. Ma i castighi non finiranno, ne verranno di peggiori! Prepariamoci alla battaglia, sotto il manto di Maria

Marco Lepore, concordo perfettamente su quanto affermi. L’unica cosa che manca è che prima che Dio faccia piovere i castighi dal Cielo, dovrebbe avvenire il grande avvertimento predetto da molti Santi Profeti.

Nel suo discorso escatologico Gesù aveva annunciato che alla fine dei tempi «il segno del Figlio dell’uomo comparirà nel cielo» (Mt 24,30).

“Dio non fa niente senza rivelare i suoi segret…More
Marco Lepore, concordo perfettamente su quanto affermi. L’unica cosa che manca è che prima che Dio faccia piovere i castighi dal Cielo, dovrebbe avvenire il grande avvertimento predetto da molti Santi Profeti.

Nel suo discorso escatologico Gesù aveva annunciato che alla fine dei tempi «il segno del Figlio dell’uomo comparirà nel cielo» (Mt 24,30).

“Dio non fa niente senza rivelare i suoi segreti ai suoi servi i profeti” (Amos 3:7). Ed è così, Dio avverte sempre. Per questo motivo, i grandi eventi che hanno trascendenza e importanza per tutta l’umanità sono stati precedentemente annunciati tanto nelle Sacre Scritture quanto attraverso molti profeti e veggenti dei nostri tempi.

“Il Giorno dell’illuminazione delle Coscienze” o detto anche “il Grande Avvertimento”, sarà un Giudizio in piccolo o in miniatura per tutti i viventi sulla terra, buoni e malvagi.

Forse la profezia extra biblica più antica riguardo questa Illuminazione delle Coscienze è stata attribuita a San Edmundo S. J., martire della fede nel 1851. Canonizzato da Papa Pablo VI nel 1970. Ebbe una rivelazione da parte di Dio nostro Signore che gli disse:
“Io ho decretato un grande giorno, il giorno di un terribile giudizio che rivelerà le coscienze di tutti gli uomini e proverà ogni uomo di qualunque religione. Questo sarà il giorno del cambiamento…”.

Prima di addentrarci nella natura e nel tempo di questo avvenimento mondiale, vediamo altre rivelazioni riguardo il Giudizio, poiché Dio agisce sempre per una profonda ragione.

22 Maggio 1988, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi
"Lo Spirito Santo verrà per stabilire il Regno glorioso di Cristo, sarà un regno di grazia, di santità, di amore, di giustizia e di pace. Con il Suo amore divino, Egli aprirà le porte dei cuori e illuminerà tutte le coscienze. Ognuno vedrà se stesso nel fuoco ardente della verità divina. Sarà come un giudizio in piccolo."

2 Ottobre 1992, messaggio della Madonna a don Stefano Gobbi
"...ciascuno vedrà la propria vita e tutto ciò che ha fatto, nella luce stessa di Dio."

7 Gennaio 1950, messaggio della Madonna alla Beata Elena Aiello, Calabria.
Dio darà agli uomini avvertimenti e segni prodigiosi per scuoterli dal loro torpore spirituale; la "illuminazione delle coscienze"
"...Quando nel cielo apparirà un segno straordinario, sappiano gli uomini che prossima sarà la punizione del mondo..."

Un messaggio identico a quello di Madre Elena Aiello, appena proposto, è stato ricevuto da Madre Elena Leonardi il 2 aprile 1976.

1 dicembre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia
"Sappiate che il Figlio dell’Uomo presto verrà a verificare le verità passate e a raccogliere i Sui eletti perché arriverà l’ora in cui tutti sperimenteranno lo stato delle loro anime...Ognuno dovrà guardare dentro se stesso, non può essere evitato."

26 ottobre 1996, messaggio di Gesù a Catalina Rivas, Bolivia
"Figli Miei, [...] sta arrivando il giorno in cui il Figlio dell’Uomo dovrà darvi un avvertimento sull’amarezza del castigo, nel quale ogni uomo vedrà il proprio giudizio."

Avola, 24-09-2000, ore 23,30 trasmesso a Giuseppe Auricchia
Madonna del Pino: "Un grande Avvertimento sarà inviato sul mondo; se passerà senza che l'uomo opporrà la sua revisione completa della sua condotta, che offende gravemente il Padre, il mondo sarà avvolto da una oscurità. Molti moriranno nella grande fiamma della Sfera della Redenzione, guarda il cielo com'è rosso molto brillante!
(…) Figlio Mio, lo spettacolo che vedi non è di quelli che l'umanità potrà facilmente dimenticare, perché mai, dopo i giorni di Noè, una distruzione simile avrà colpito gli uomini. Non mi stancherò mai di ripetervi che sono venuta a rivelarvi queste cose, non per riempirvi di paura, ma per farvi vedere ciò che il Padre ha preparato per il vostro castigo. L'Avvertimento che si abbatterà sull'uomo deve essere efficace e per la Misericordia del Padre, un grande spettacolo si svolgerà poi nel cielo perché tutti lo vedano!"

Avola, 7-10-2000, ore 04
Madonna: "Ho percorso il mondo per portare il messaggio di salvezza del Cielo. Il grande Avvertimento sarà inviato a questa umanità, tutti coloro che resteranno nella luce della grazia non avranno paura. Non prometto che nessuno morirà durante l'Avvertimento perché vi saranno dei morti, preparatevi!
Ora Io non vi do che una pallida immagine di ciò che subirete e quando il colmo dell'iniquità sarà stato raggiunto anche il grande castigo colpirà gli uomini"

Avola, 26-11-2000, ore 12 Madonna: "Quanti cuori appassiti non ascoltano più gli appelli che Io mando al mondo e li trasmetto tramite i Miei figli prescelti!
Tre quarti di questa generazione ha ascoltato la voce ingannatrice, che depone il falso sulla verità e così presto il Mio Figlio Gesù richiamerà il mondo, Egli stesso con il Suo grande Avvertimento Io la Madre del cielo e della terra vi dico, credete a Mio Figlio Gesù, non commettete peccati e sacrilegi"

Avola, 24-12-2002, ore 11 Madonna: "Il Padre Misericordioso desidera che nessuno si perda. Grandi castighi cadranno sugli uomini e tutto sarà misticamente (preparato) da un grande Avvertimento di Dio Padre, per opera Sua, si manifesterà ancora nel cielo e dopo, se l'uomo non riconoscerà i segni del tempo, vi sarà la rovina finale"

Avola, 16-04-2006 Signore Gesù: "Ma ormai, ciò che è in cammino nessuno può fermarlo, solo Io, come vi ho detto, posso deviare la sua corsa con la Mia santissima mano, ma l’Avvertimento è in corso e nessuno può annullarlo completamente"

7 Novembre 2007 Signore Gesù: "Ho dato un tempo sufficiente per prepararvi a questo Avvertimento per progettare il modo in cui cercherete il Mio aiuto nella battaglia contro i demoni. Esercitandovi al digiuno potete imparare ad avere fiducia, ma vedo molti di voi che vi allontanate e state sprofondando di più nella rete del peccato di satana, alcuni non tendono a liberarsi dai legami della vita, lasciate i desideri, i piaceri del mondo, o così vi allontanate da Me"

Avola, 28-11-2008 Madonna: "Un grande Avvertimento sarà testimone quanto vi dico. Ho segnato le vostre case, vi segnerò sulla fronte, ma tanti ancora voglio segnare col Mio sangue per la vostra salvezza. Figli Miei, non accelerate i tempi del Signore, Lui solo sa quando avverranno gli sconvolgimenti, gli avvertimenti, le azioni. Sappiate però che state vivendo le profezie, che siete entrati nei tempi della Sposa Eletta e dello Spirito Santo, i due grandi Purificatori, i due grandi Eccelsi. Gli Spiriti, sono gli Spiriti che preparano il ritorno del Giudice Eterno, che sta per inserirsi nella grande éra, per il grande evento, il grande Avvertimento della storia umana e del mondo. Dio scenderà sulla Terra e sta per scoccare l'ora di Maria"

Avola, 31-05-2009, ore 06 Madonna: "Un grande Avvertimento sarà testimone di quanto vi dico, sta per iniziare la grande èra, il grande evento, il più grande avvenimento della storia del mondo. Dio scenderà sulla terra in gloria e sta per scoccare l’ora di Maria, sarà questo il momento più grande e terribile, al passaggio della Donna quando tutti i demoni si scateneranno come non mai in ogni angolo della Terra"

Mammanelli, 20-10-2009, ore 15:20 Signore Gesù: "Un grande Avvertimento sta per arrivare sulla Terra, e dopo l’Avvertimento voi vedrete un diluvio di fuoco che cadrà sulle vostre teste. Dopo la Mia Croce gloriosa che risplenderà su tutto il mondo"

Avola, 29-11-2009, ore 07 Madonna: "Il grande Avvertimento si sta avvicinando sulla Terra, Gesù ha portato le Sue reliquie a Roma per essere amato, adorato nella misericordia per l’umanità. Roma, Roma, Roma, dove è la tua fede? Presto Gesù verrà per giudicarvi"

Avola, 24 Febbraio 2010 Madonna: "Nessuno deve ignorare questo Mio desiderio: dare la pace al mondo. La vera pace, quella che esclude ogni conflitto, ogni violenza, ogni disordine e quella che genera la felicità del cuore. Questa pace aiutatemi ad ottenerla da Dio con la vostra preghiera e con la vostra carità. Tra poco, quando gli storici vi chiederanno quale sia stato l'avvenimento che ha cambiato la faccia del mondo, che ha portato la pace, la prosperità essi capiranno! Ma voi rispondete, non è stata una battaglia ma una preghiera, una preghiera offerta a Dio per il mondo intero nel vero spirito del nostro cattolicesimo! E sarà questo il più grande Avvertimento della storia del mondo moderno"

Avola, 11 Marzo 2010 Madonna: "Figlio, un grande Avvertimento sarà inviato al mondo. Se questo Avvertimento passerà senza che vi si presti attenzione e se l'uomo non opererà una revisione completa della sua condotta che offende gravemente il Padre, un grande castigo cadrà sull'umanità e molti cadranno nell’abisso. Il mondo sarà avvolto da una grande oscurità. Molti moriranno nella grande fiamma della Sfera della Redenzione.
(…) Non Mi stancherò mai di ripetervi che sono venuta per rivelarvi queste cose non per riempirvi di paura, ma per farvi vedere ciò che il Padre ha preparato per il vostro castigo. L'Avvertimento che si abbatterà sull'umanità deve essere efficace e, per la Misericordia del Padre, un grande spettacolo si svolgerà poi in cielo perché tutti lo vedano"

Avola, 25 Marzo 2010 Madonna: "Verrà un grande Avvertimento, ma per mezzo dei nostri portavoce sparsi nel mondo. Noi rivolgiamo questo avviso ai Cardinali e ai Vescovi. L'Avvertimento sarà un fenomeno di una ampiezza astronomica e poi un grande castigo si abbatterà su tutta l'umanità. Tra poco il mondo sarà immerso in una catastrofe così grande che l'umanità non ha mai visto"

Avola, 5 Agosto 2010 Madonna: "Come vi ha promesso Mio Figlio, riceverete dal cielo un grande Avvertimento Esso vi preparerà a riformare e fortificare il vostro spirito, nel caso contrario vi induce ad allontanarvi sempre più dalla luce. Credete a ciò che vedrete e troverete la lezione, perché il vostro mondo sarà battezzato da un grande fuoco, la Sfera della Redenzione attraverserà il cielo e molti moriranno nella sua grande fiamma"

Avola, 1° Maggio 2011 Madonna: "Ecco perché i veggenti Mi chiedono la data dell’Avvertimento e Io rispondo che non è il caso di stabilirla perché già siete nel tempo dell’ Avvertimento stesso. Lo spirito profetico è inerente alla Chiesa Cattolica"

Avola, 1 Gennaio 2012, ore 16 Signore Gesù: "Se la Madre Mia Santissima mettesse davanti ai vostri occhi i giorni del vostro avvenire, voi lascereste subito le vostre occupazioni per ritirarvi in una vita di preghiera. Purtroppo però non è riconosciuta per gli Avvertimenti e per quello che vi attende. Gli scienziati, per negare l’esistenza di Dio, mentiranno e daranno arbitrariamente spiegazioni, in riferimento agli avvenimenti straordinari avvenuti nel vostro tempo. Avranno perfino la presunzione di spiegare le recenti catastrofi strane, terremoti, uragani che hanno devastato le vostre terre. Così faranno dopo l’Avvertimento proprio per le arbitrarie speculazioni scientifiche, pronti sempre a negare la soprannaturalità dell’Avvertimento".

11 settembre 1987, resoconto scritto da Fra’ David Lopez sulle rivelazioni della Madonna da lui ricevute a Medjugorje
"Prima della grande tribolazione ci sarà un segno. Vedremo nel cielo una grande croce rossa in una giornata di cielo sereno, senza nuvole. Il colore rosso rappresenta il sangue di Gesù che ci ha redenti e il sangue dei martiri scelti da Dio nei giorni di buio. Questa croce verrà vista da tutti: cristiani, pagani, atei, ecc. ed anche da tutti coloro che sono "preparati" (ci sono persone che pur non avendo mai sentito parlare del Vangelo hanno la voce di Dio impressa nel santuario delle loro coscienze) i quali saranno guidati da Dio verso Cristo. Essi riceveranno la grazia di interpretare il significato della croce."

21 novembre 1912, messaggio di Gesù a Maria Giulia Jahenny, Blain in Francia
"...La dolce Croce sarà il riparo dei cristiani...la Croce sarà così luminosa che in pieno giorno sarà più splendente del sole; nella notte Essa non si spegnerà, si allungherà ad una distanza immensa.... Una nube rossa e un rombo di tuono attraverserà tutto il cielo...a causa delle espiazioni che mi sono offerte Io ritardo il disastro."

Inizio anni ‘70, messaggio della Madonna a Maria Esperanza Bianchini, Betania Venezuela
"...Sta arrivando il grande momento di un grandioso giorno di luce. La coscienza di queste amate persone deve essere scossa violentemente così che possano mettere la loro casa in ordine ed offrire a Gesù la giusta riparazione per le infedeltà quotidiane che vengono commesse da parte dei peccatori..."

Dicembre 1982, messaggio della Madonna ad Amparo Cuevas, El Escorial.
Figlia mia, ci sarà presto un avvertimento. Questo avvertimento sarà per tutta l'umanità."

Nel 1836, la Beata Ana María Taigi, mistica della Chiesa, ricevette una rivelazione su questo evento:
“Ci sarà un momento di Illuminazione delle Coscienze dove ogni persona vedrà se stessa come la vede Dio. Da questa illuminazione scaturirà la salvezza di molte anime, perché molti si pentiranno a seguito di questo avvertimento, di questo miracolo di illuminazione propria” (Idem. P. 27).

Dalla lettera di Padre Tomislav Vlasic al Papa del 16.12.1983, dove riferisce le rivelazioni ricevute dalla veggente di Medjugorje Mirjana Dragicevic.
"Prima del segno visibile che sarà dato all'umanità, ci saranno tre avvertimenti al mondo. Gli avvertimenti saranno avvenimenti che succederanno sulla terra. Mirjana ne sarà testimone...
Dopo gli avvertimenti, verrà il segno visibile sul luogo delle apparizioni a Medjugorje, per tutta l'umanità. Il segno sarà dato come testimonianza delle apparizioni e invito alla fede...
Dopo il primo avvertimento, gli altri seguiranno entro breve tempo. Gli uomini avranno così del tempo per convertirsi. Questo tempo è il periodo di grazia e di conversione. Dopo il segno visibile, coloro che resteranno in vita avranno poco tempo per la conversione. Per questo, la Vergine invita alla conversione urgente e alla riconciliazione. L'invito alla preghiera e alla penitenza è destinato ad allontanare i mali e la guerra e soprattutto a salvare le anime.
Secondo Mirjana, ci troviamo vicini agli avvenimenti predetti dalla Vergine. In nome di questa esperienza, Mirjana dice all'umanità: «Convertitevi quanto prima, aprite i vostri cuori a Dio»."

Nell’aprile del 1968, nostro Signore trasmise a Rosa Quattrini, conosciuta come Mama Rosa, veggente dell’apparizione a San Damiano, Italia, le seguenti parole:
“Verrò a dare una grande luce per illuminare tutte le anime. Ma sarà molto tardi per coloro che non capiscono l’amore di una Madre. Tutti si troveranno a vivere un grande Giudizio” (Idem. P. 45).

Nel 1980, la veggente di Betania, Venezuela, María Esperanza, riceve il seguente messaggio:
“Sta per giungere il grande momento di un Grande giorno di Luce. La coscienza di questo amato popolo deve essere scossa violentemente affinché tutti mettano la loro vita in ordine e offrano a Gesù la giusta riparazione per le infedeltà commesse giornalmente”.

Dai precedenti messaggi si apprende che ci sarà un momento in cui la coscienza del mondo sarà “scossa” dalla Luce di Dio. Si rivelerà la nostra anima e “vedremo” noi stessi così come Dio ci “vede”. Vale a dire,
prenderemo piena consapevolezza dei nostri peccati e omissioni, e questo sarà indubbiamente molto sconvolgente, questa Illuminazione sarà una specie di Giudizio in piccolo.

Ci sono altri messaggi a riguardo:

“IL SEGNO DEL FIGLIO DELL'UOMO CHE TUTTI GLI UOMINI VEDRANNO DA ORIENTE AD OCCIDENTE, DA NORD A SUD, CAUSATO DAGLI ANGELI DEL COSMO CHE MI ACCOMPAGNANO. LA CROCE CELESTE, CHE APPARIRÀ ALLA VOSTRA VISTA DISTANTE 400 CHILOMETRI DALLA TERRA…”

“Io darò a tutti una luce speciale; per molti sarà una Luce di benedizione; per altri di tenebre. Io mostrerò a tutti la Mia Giustizia e la Mia Misericordia…sarà terribile, un Giudizio in Piccolo” (Heede, Germania, 1938).

“I miei figli allontanati devono essere avvertiti affinché non ci sia più alcun dubbio: Io sono vostro Padre. Io vi chiamerò tutti nello stesso modo e allo stesso tempo. Dopo la Mia Verità, l’Avvertimento, arriverà per illuminarvi. In mezzo agli elementi che si scateneranno, la vostra anima si risveglierà subito da questo sonno che vi ha addormentato per tanti secoli…” Messaggio del 18 febbraio del 1997 alla veggente JNS Ren Dozulé, Normandia, Francia.
Questo evento è legato alla Fine dei Tempi:
“Ecco i Tempi della Fine, i quali chiuderanno questa epoca senza Dio ed apriranno il tempo di una nuova era, un’era di pace con Dio. Per questo mi servirò di ciò che gli uomini stessi hanno scatenato e che voi chiamate il Grande Avvertimento” (20 giugno 1997).
“Il mondo deve entrare nella Mia Verità passando attraverso la purificazione dei corpi e degli spiriti; è il Grande Avvertimento che viene a voi”.

In un altro messaggio si dice:

“Il mio Santo Volto sarà dinanzi a loro, in silenzio, loro giudicheranno se stessi perché l’immagine di Dio in loro diventerà il loro specchio. Quali orribili visioni avranno davanti agli occhi della loro coscienza i carnefici, poiché coloro che uccidono il Mio Amore sono gli assassini di Dio. Io infrangerò il loro pentimento prima di questa grande purificazione; loro ne usciranno trasformati, dimenticando persino di essere esistiti, perché chiederanno perdono in ginocchio, di fronte alla Mia Santa Immagine. Se avviene il contrario, se loro non mi vogliono, se rinunciano a questo giudizio maldicendomi, Io cancellerò perfino la memoria della loro esistenza; loro diverranno immediatamente niente nel grande niente” (1 novembre 1997, JNSR, Ídem, Testigos de la Cruz… Madrid, España, 1999)

A questo si riferiva Gesù Cristo quando disse:
“La lampada del corpo è l'occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!” (Mt. 6, 22-23).
Niko Sanpatrizio

Profezie ad una mistica ungherese: la Regina Vittoriosa del mondo e la Nuova Epoca mariana

PERSI, CI SIAMO PERSI.

Io credo che oggi la vera apostasia nasca dal fatto che l’uomo abbia smarrito la vera coscienza esperienziale di Cristo e del Cielo.

Dio si presentò a Mosè col dire: “Io sono colui che sono” (Esodo 3, 14), ovvero “Io sono presente ed opero” tutto nasce da me e tutto ritorna a me. E’ sempre Dio che fa il primo passo, è sempre Dio che propone, l’uomo in sintesi, è solo …More
PERSI, CI SIAMO PERSI.

Io credo che oggi la vera apostasia nasca dal fatto che l’uomo abbia smarrito la vera coscienza esperienziale di Cristo e del Cielo.

Dio si presentò a Mosè col dire: “Io sono colui che sono” (Esodo 3, 14), ovvero “Io sono presente ed opero” tutto nasce da me e tutto ritorna a me. E’ sempre Dio che fa il primo passo, è sempre Dio che propone, l’uomo in sintesi, è solo chiamato a dare una risposta personale al disegno di Dio.
Ma oggi il nostro razionalismo, ha preso il sopravvento sul nostro spirito, che appartiene ad un livello trascendentale del nostro essere, dimenticando che l’uomo è composto da corpo (materia), anima (razionalità), spirito (trascendenza).
Come dicevo, abbiamo perso la parte più nobile del nostro essere, ponendo la ragione razionale all'apice della nostra vita. Così facendo lo spirito l’abbiamo ucciso e la ragione depravata, perché abbiamo sconvolto l’equilibrio naturale e soprannaturale della legge divina.

Ma allora perché è avvenuto tutto questo? Perché con la morte di Cristo, l’uomo dopo migliaia di anni aveva riconquistato per i meriti di Cristo la Grazia attraverso il Battesimo, aveva riacquistato la riabilitazione a quell'equilibrio divino della vita dello Spirito nel nostro essere, ma non lo ha saputo conservare.

La vita dei primi cristiani ce lo dimostra chiaramente, l’azione dello Spirito Santo era un’esperienza vera e personale nella vita dei primi cristiani. Ogni uomo che era battezzato, sperimentava un'esperienza diretta personale e societaria dei doni della redenzione ottenutaci da Gesù Cristo, e lo Spirito Santo era vivo e vero in mezzo alla comunità cristiana: “e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi”. (Atti 2, 3).

Come è descritto negli Atti degli Apostoli, la Chiesa era dunque in pace per tutta la Giudea, la Galilea e la Samaria: si consolidava e camminava nel timore del Signore e, con il conforto dello Spirito Santo, cresceva di numero.

“Pietro stava ancora dicendo queste cose, quando lo Spirito Santo discese sopra tutti coloro che ascoltavano la Parola. E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si stupirono che anche sui pagani si fosse effuso il dono dello Spirito Santo; li sentivano infatti parlare in altre lingue e glorificare Dio. Allora Pietro disse: «Chi può impedire che siano battezzati nell'acqua questi che hanno ricevuto, come noi, lo Spirito Santo?». E ordinò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo. Quindi lo pregarono di fermarsi alcuni giorni”. (Atti 10, 44-48)

“Allora Saulo, detto anche Paolo, colmato di Spirito Santo, fissò gli occhi su di lui e disse: «Uomo pieno di ogni frode e di ogni malizia, figlio del diavolo, nemico di ogni giustizia, quando cesserai di sconvolgere le vie diritte del Signore? Ed ecco, dunque, la mano del Signore è sopra di te: sarai cieco e per un certo tempo non vedrai il sole». Di colpo piombarono su di lui oscurità e tenebra, e brancolando cercava chi lo guidasse per mano. Quando vide l'accaduto, il proconsole credette, colpito dalla dottrina del Signore”. (Atti 13, 6-12)

“C'era a Listra un uomo paralizzato alle gambe, storpio sin dalla nascita, che non aveva mai camminato. Egli ascoltava Paolo mentre parlava e questi, fissandolo con lo sguardo e vedendo che aveva fede di essere salvato, disse a gran voce: «Àlzati, ritto in piedi!». Egli balzò in piedi e si mise a camminare”. (Atti 14, 8-10)

“Molti segni e prodigi avvenivano fra il popolo per opera degli apostoli. Tutti erano soliti stare insieme nel portico di Salomone; nessuno degli altri osava associarsi a loro, ma il popolo li esaltava. Sempre più, però, venivano aggiunti credenti al Signore, una moltitudine di uomini e di donne, tanto che portavano gli ammalati persino nelle piazze, ponendoli su lettucci e barelle, perché, quando Pietro passava, almeno la sua ombra coprisse qualcuno di loro. Anche la folla delle città vicine a Gerusalemme accorreva, portando malati e persone tormentate da spiriti impuri, e tutti venivano guariti”. (At 5, 12-16)

“Dio intanto operava prodigi non comuni per mano di Paolo, al punto che mettevano sopra i malati fazzoletti o grembiuli che erano stati a contatto con lui e le malattie cessavano e gli spiriti cattivi fuggivano”. (At 19, 11)

“Ora, un ragazzo di nome Èutico, seduto alla finestra, mentre Paolo continuava a conversare senza sosta, fu preso da un sonno profondo; sopraffatto dal sonno, cadde giù dal terzo piano e venne raccolto morto. Paolo allora scese, si gettò su di lui, lo abbracciò e disse: «Non vi turbate; è vivo!». Poi risalì, spezzò il pane, mangiò e, dopo aver parlato ancora molto fino all'alba, partì. Intanto avevano ricondotto il ragazzo vivo, e si sentirono molto consolati”. (At 20, 9-10)

«E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno». (Mc 16, 17-18)

“Questo individuo venga consegnato a Satana a rovina della carne, affinché lo spirito possa essere salvato nel giorno del Signore”. (1Cor 5,5)

“Tra questi Imeneo e Alessandro, che ho consegnato a Satana, perché imparino a non bestemmiare”. (1Tm 1,20)


Come è ampiamente dimostrato, l’azione dello Spirito Santo tra i primi cristiani era reale e concreta, non era vissuta solo a livello ideologico, razionale e sentimentale, come avviene ai nostri tempi. Oggi tutto è idealizzato e teologicamente discusso, ma tutto si vive solo a livello virtuale e ideologico e sentimentale, ma si è perso il contatto vero con il cielo.
La tecnologia, la scienza, la filosofia, hanno preso il sopravvento sullo spirito, al posto di rimanere umile ancelle, si sono lasciate vincere dal pensiero superbo che l’uomo può fare a meno di Dio, questo è successo realmente!
Niko Sanpatrizio

Fratelli, devo dirvi queste gravi parole! – Tempi di Maria parla a tutti voi

MESSAGGIO DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
ALLA SUA AMATA FIGLIA LUZ DE MARIA

14 APRILE 2020

Amato Popolo Mio:

RICEVETE LA MIA BENEDIZIONE IN QUESTO MOMENTO IN CUI L’UMANITÀ È COLPITA DALLA MALATTIA.

Non è invano che l’uomo flagelli sé stesso con la malattia, infatti la Mia Casa ve lo aveva fatto sapere in anticipo perché non vi faceste trovare impreparati.

CIÒ NONOSTANTE…More
MESSAGGIO DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO
ALLA SUA AMATA FIGLIA LUZ DE MARIA

14 APRILE 2020

Amato Popolo Mio:

RICEVETE LA MIA BENEDIZIONE IN QUESTO MOMENTO IN CUI L’UMANITÀ È COLPITA DALLA MALATTIA.

Non è invano che l’uomo flagelli sé stesso con la malattia, infatti la Mia Casa ve lo aveva fatto sapere in anticipo perché non vi faceste trovare impreparati.

CIÒ NONOSTANTE LA MALATTIA È ARRIVATA ALL’IMPROVVISO, SENZA ANNUNCIARSI E HA COLTO L’UMANITÀ DI SORPRESA ED IO FARÒ LA STESSA COSA: ARRIVERÒ SENZA PREAVVISO E VI TROVERÒ IMMERSI NELLE COSE DEL MONDO, DOPO AVERMI DISPREZZATO E CACCIATO DAL MIO REGNO.

Alcuni saranno stati ingannati dal male ed altri continueranno sulle Mie Vie, alcuni non avranno dato frutto ed altri avranno dato frutti di Vita Eterna. (Cfr. Gv 15,3-5)

Io vi ho chiamati ad unirvi alla Mia Vittoria sulla Croce, tuttavia vi state allontanando da Me e state accogliendo le novità che vi presenta il demonio, con le quali vi sta ingannando.

Negli ultimi tempi di questa generazione, nel mondo la ribellione sarà un evento quotidiano, ci si ribellerà contro la Fede, contro tutto quello che è spirituale, conto la Speranza, contro la Carità, contro quanto è comunitario, fraterno e vero.

IL MIO NOME SARÀ DISPREZZATO, PERFINO DAI MIEI, VERRÒ TOLTO DAGLI ALTARI E VI CHIEDERANNO DI DIMENTICARE MIA MADRE, NEGANDO CHE MIA MADRE INTERCEDA DAVANTI AL NOSTRO TRONO TRINITARIO.

VI TROVERETE IN UNA NUOVA CHIESA, CON NOVITÀ ESTRANEE AL DECALOGO E AI SACRAMENTI, NOVITÀ CHE PROVERRANNO DALLA MASSONERIA CHE, ASSIEME AI POTERI TERRENI, VOMITERANNO ABOMINAZIONI.


Sono tanti i sepolcri imbiancati (Cfr. Mt 23,27) che si aggirano nella Mia Chiesa, sono molti i lupi che ormai non portano nemmeno più la pelle di pecora, in quanto si distinguono palesemente da coloro che Mi sono fedeli!

Amato Popolo Mio, vi invito urgentemente a rimanere nel Mio Amore e in quello che proviene da questo Amore.

Amato Popolo Mio, non allontanatevi dal Vangelo, non accogliete false dottrine che vi porteranno alla perdizione che verrà coperta e rafforzata dall’inevitabile apostasia all’interno della Mia Chiesa.

Voi siete stati avvertiti sia sulla malattia del corpo che sulla malattia dell’anima, affinché non vi lasciaste ingannare.

Guardate che le forze che servono satana, stanno cercando di estirpare la Mia Chiesa per VOMITARE LE LORO ABOMINAZIONI (Cfr. Mt. 24,15-35; Dan 11,31; 12,11).

Il Mio Popolo ha permesso con compiacenza l’addentrarsi in false ideologie, su strade che vi offrono rapidamente, senza penitenze o esperienze mistiche, un’elevazione spirituale, come se Io la vendessi in qualche mercato al miglior offerente.

NON VI RENDETE CONTO DI AVER VISSUTO UNA RIVOLUZIONE CHE È STATA INFILTRATA DAL DEMONIO NELLA MIA CHIESA, NELLA SOCIETÀ, NELL’EDUCAZIONE, NELLA POLITICA, in modo passivo, dolce, che vi ha portato a poco a poco fuori strada con false esperienze, che nelle persone di poca Fede mettono radici facilmente e vengono accettate docilmente, per ignoranza.

IL DOMINIO DEL DEMONIO SULL’UMANITÀ, QUELLO CHE L’UOMO HA ATTIRATO, È DAVANTI A VOI E PER QUESTO È NECESSARIO CHE SIA TRATTENUTO ANCORA PER UN POCO, E VOI LO SAPETE BENE CHE COSA LO TRATTIENE, SAPETE BENE COSA LO TRATTIENE!

Popolo Mio, confrontatevi con la verità, l’apostasia sta nascendo in mezzo a voi, nella Mia Chiesa. Per questo vi ho chiesto di stare attenti, di essere forti nella Fede, di essermi fedeli, affinché non andiate fuori strada e non dimentichiate che Mia Madre è vostra Madre.

Fortificatevi nella Fede, pregate in ogni momento possibile (Cfr. Ef. 6,18), pregate nella prassi della Mia Parola, rimanete fedeli.
Se diventate deboli davanti a una malattia, vi indebolite nel corpo e nello spirito, figli Miei: DOV’ È LA FEDE CHE PREDICATE?

Arriveranno pestilenze e pandemie più gravi di questa, come ve lo aveva già annunciato la Mia Casa, ma allora non prestaste orecchio ed adesso esigete la sanità del corpo.

La terra aumenterà il suo tremore (1) a causa della sua orbita distorta e compromessa.
Figli Miei, il magnetismo della terra è stato alterato (2) e non siete stati allertati.
Dallo spazio provengono forze che hanno alterato il magnetismo che circonda la terra ed è per quello che il fuoco che giace all’interno della terra sale in superficie, attirato da questa forza esterna. (3)

Siate prudenti figli Miei, gravi terremoti stanno davanti all’umanità.

POPOLO MIO! IO NON VI ABBANDONO, NON VI ABBANDONO!
LA COSCIENZA DELLE PERSONE NON CONTINUERÀ AD ESSERE LA STESSA DI SEMPRE, MA CAMBIERÀ A FAVORE DEL RICONOSCIMENTO DI QUESTO MENDICANTE D’AMORE CHE STA CHIAMANDO DAVANTI ALLA PORTA DI CIASCUNO DI VOI.


Siate pazienti, non disperatevi, siate Amore e centratevi in Me.

Il Mio Santo Spirito si illumina quando i Miei figli si aprono alla Sua Azione.

CHE NESSUN EVENTO VI PORTI ALLA DISPERAZIONE, LA
MIA CASA CONTINUA A STARE ATTENTA AL MIO POPOLO.


Vi amo di un Amore Eterno.

Il vostro Gesù

AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
AVE MARIA PURISSIMA, CONCEPITA SENZA PECCATO
Niko Sanpatrizio

Sabato Santo – La fede di Maria Corredentrice ha distrutto Satana

Ma ci rendiamo conto che tutti dicono il contrario di tutti? Sia nella Politica, sia nella Finanza, Sia nell'Economia, Sia nella Medicina, sia nella Religione? Anche tra Cattolici, nell'interpretare la Parola di Dio, ognuno la interpreta come gli piace. Dio Castiga per correggere i suoi Figli. Dio non Castiga mai, ma è l'uomo che fa tutto da se. Dio governa l'Universo. Oppure Dio non governa un …More
Ma ci rendiamo conto che tutti dicono il contrario di tutti? Sia nella Politica, sia nella Finanza, Sia nell'Economia, Sia nella Medicina, sia nella Religione? Anche tra Cattolici, nell'interpretare la Parola di Dio, ognuno la interpreta come gli piace. Dio Castiga per correggere i suoi Figli. Dio non Castiga mai, ma è l'uomo che fa tutto da se. Dio governa l'Universo. Oppure Dio non governa un microbo o una cellula impazzita o un battere, che possano far si che un per caso, questi possano dare sofferenza e morte a tanti suoi figli. Ma ci rendiamo conto a che follia siamo arrivati?
Niko Sanpatrizio

Sabato Santo – La fede di Maria Corredentrice ha distrutto Satana

MARIA CORREDENTRICE: LE RAGIONI DEL “SÌ” AL DOGMA. (Marco Tosatti)
www.marcotosatti.com/…/maria-corredent…
Niko Sanpatrizio

Sabato Santo – La fede di Maria Corredentrice ha distrutto Satana

ATTENZIONE: Messaggio importantissimo della Madonna di Anguera

4.951 - Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, il Venerdì Santo, trasmesso il 10/04/2020

Cari figli, il Mio Gesù è il vostro Unico e Vero Salvatore. All'infuori di Lui, mai l'uomo potrà essere salvo. Egli Si consegnò per voi per essere la vostra vittoria. Aprite i vostri cuori a Lui che vi ama e vi aspetta a Braccia …
More
ATTENZIONE: Messaggio importantissimo della Madonna di Anguera

4.951 - Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, il Venerdì Santo, trasmesso il 10/04/2020

Cari figli, il Mio Gesù è il vostro Unico e Vero Salvatore. All'infuori di Lui, mai l'uomo potrà essere salvo. Egli Si consegnò per voi per essere la vostra vittoria. Aprite i vostri cuori a Lui che vi ama e vi aspetta a Braccia Aperte. DifendeteLo. Grandi Verità di fede saranno abbandonate. La Presenza Reale del Mio Gesù nell'Eucaristia sarà negata e pochi rimarranno fermi nella fede. State attenti. AscoltateMi. Accogliete gli Insegnamenti del vero Magistero della Chiesa del Mio Gesù. Voi non siete soli. Ci saranno sempre uomini difensori della verità per aiutarvi. Coraggio. Non tiratevi indietro. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per averMi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Io vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

La Madonna ci sta avvisando che il tempo dell'ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE è prossimo!!!
Niko Sanpatrizio

Papa Bergoglio contro la Madonna (3 aprile 2020): non è Corredentrice. E neppure Regina. Solo madre e discepola

Cominciamo col dire che tutto quanto sta accadendo è stato profetizzato già da grandi Mistiche quali Maria Valtorta e Luisa Piccarreta. Papa Francesco ha testualmente detto: “Il Redentore è uno solo, questo titolo non si sdoppia, soltanto discepola e madre”. Purtroppo per Francesco, coloro che hanno conosciuto Gesù personalmente e hanno vissuto una vita a parlare e soffrire con Lui, conoscono …More
Cominciamo col dire che tutto quanto sta accadendo è stato profetizzato già da grandi Mistiche quali Maria Valtorta e Luisa Piccarreta. Papa Francesco ha testualmente detto: “Il Redentore è uno solo, questo titolo non si sdoppia, soltanto discepola e madre”. Purtroppo per Francesco, coloro che hanno conosciuto Gesù personalmente e hanno vissuto una vita a parlare e soffrire con Lui, conoscono il pensiero di Dio su questo argomento….

Maria Valtorta - QUADERNI DAL 1945 AL 1950 - CAPITOLO 690 - Settembre-ottobre 1950.
Dice Gesù: “Per avere avuto da 20 secoli tutto quanto è necessario perché l'uomo possa possedere il Regno eterno e raggiungere il fine per cui fu creato, non vi sarà una seconda redenzione da parte dell'Uomo-Dio. L'uomo, che per debolezza perda la Grazia, ha i mezzi per riacquistarla e redimersi. Come da sé cade, così da sé può redimersi, usando i doni perpetui che Cristo ha istituiti per tutti gli uomini che vogliano attingervi.
E non verrà per una seconda Evangelizzazione, il Verbo del Padre. Non verrà personalmente. Eppure evangelizzerà. Susciterà nuovi evangelizzatori che evangelizzeranno in suo Nome. Evangelizzeranno in una forma nuova, consona ai tempi, forma nuova che sostanzialmente non cambierà il Vangelo eterno, né la grande Rivelazione, ma li amplierà, completerà e renderà comprensibili e accettabili anche a coloro che, a causa del loro ateismo o della loro incredulità sui Novissimi e su molte altre verità rivelate, adducono la ragione che "non possono credere cose che non comprendono, né amare esseri di cui si conosce troppo poco, e quel poco è tale da spaurire e sconfortare in luogo di attirare e incoraggiare".
Nuovi evangelizzatori. In verità ci sono già, anche se il mondo in parte li ignora e in parte li osteggia. Ma saranno sempre più numerosi, e il mondo, dopo averli ignorati, o scherniti, od osteggiati, quando il terrore prenderà gli stolti che ora deridono i nuovi evangelizzatori, si volgerà a loro perché siano forza, speranza, luce nelle tenebre, nell'orrore, nella tempesta della persecuzione degli anticristi in atto. Perché se è vero che prima della fine dei tempi sorgeranno sempre più dei falsi profeti servi dell'Anticristo, altrettanto è vero che il Cristo Signore opporrà ad essi sempre più numerosi suoi servi, suscitando novelli apostoli là dove meno lo si crede.
E dato che l'infinita Misericordia, per pietà dei miseri uomini travolti dalla bufera di sangue, di fuoco, di persecuzione, di morte, farà risplendere sul mare di sangue e d'orrore la pura Stella del Mare, Maria, che sarà la precorritrice del Cristo nella sua ultima venuta, questi nuovi evangelizzatori evangelizzeranno Maria (Cuore Immacolato), in verità troppo lasciata in ombra dagli Evangelisti e dagli Apostoli e Discepoli tutti, mentre una più vasta conoscenza di Lei avrebbe ammaestrato tanti, impedendo tante cadute. Perché Ella è Corredentrice e Maestra.
Maestra di vita pura, umile, fedele, prudente, pietosa, pia, nella casa e tra le genti del suo tempo. Maestra sempre, nei secoli, degna d'esser tanto più conosciuta più il mondo scende verso il fango e la tenebra, per esser tanto più imitata onde riportare il mondo verso ciò che non è tenebra e fango.
I tempi che avanzano saranno tempi di guerra non solo materiale, ma soprattutto di guerra tra materialità e spirito. L'Anticristo cercherà di trascinare le creature razionali verso il pantano di una vita bestiale. Il Cristo cercherà di impedire questo rinnegamento, non solo della religione ma persino della ragione, aprendo orizzonti nuovi e vie illuminate di luci spirituali, suscitando, in chiunque apertamente non lo respinga, un risveglio potente dello spirito, risveglio aiutato da questi nuovi evangelizzatori non soltanto del Cristo ma della Madre di Dio. Alzeranno lo stendardo di Maria. Porteranno a Maria. E Maria, che già una volta fu causa e fonte, indiretta ma sempre potente, della redenzione dell'uomo, lo sarà ancora. Perché Ella è la santa Avversaria del perfido Avversario, e il suo calcagno è destinato a schiacciare in perpetuo l'infernal dragone, come la Sapienza, che ha fatto in Lei sede, è destinata a vincere le eresie che corrompono anime ed intelletti.
In quel tempo, che è inevitabile che venga, in cui le tenebre lotteranno con la luce, la bestialità con lo spirito, la satanicità con i superstiti figli di Dio, Babilonia con la Gerusalemme celeste, e le lussurie di Babilonia, le triplici lussurie, strariperanno come acque fetide e incontenibili, infiltrandosi per ogni dove, sin nella Casa di Dio, come già fu e come è detto che dovrà di nuovo essere, in quel tempo di separazione aperta tra i figli di Dio e di Satana, in cui i figli di Dio avranno raggiunto una potenza di spirito sin ora mai raggiunta, e quelli di Satana una potenza di male talmente vasta che nessuna mente può immaginarla quale sarà realmente, verrà la nuova evangelizzazione, la piena nuova evangelizzazione, che per ora ha i primi avversati risvegli.

Ed essa opererà grandi miracoli di conversione e di perfezione. E grandi conati d'odio satanico, contro il Cristo e la Donna. Ma ambedue non potranno essere raggiunti dai loro nemici”.

Maria valtorta – Evangelo - VOLUME VIII - CAPITOLO 511 - 11 ottobre 1946

«Non ricordi Tobia? (Tobia 13, 13) Il suo cantico?».
«Sì. Ma di Gerusalemme parla».
«Ha forse più Gerusalemme un Tabernacolo in cui sia Dio? Può Dio presenziare dalla sua gloria ai peccati che si consumano entro le mura del Tempio? Un altro Tabernacolo era necessario, e che santo fosse, e fosse stella che riconduce all'Altissimo gli erranti. E questo si ha nella Corredentrice che nei secoli dei secoli gioirà di essere la Madre dei redenti. "Tu brillerai di luce splendida. Tutti i popoli della Terra si prostreranno a te. Le nazioni verranno a te da lontano portando doni e adoreranno in te il Signore... Invocheranno il tuo gran nome... Quelli che non ti ascolteranno saran fra i maledetti, e benedetti quelli che si stringeranno a te... Sarai felice nei tuoi figli, perché essi saranno i benedetti riuniti presso al Signore". Il vero cantico della Corredentrice. E già si canta in Cielo dagli angeli che vedono... La Gerusalemme nuova e celeste che ha inizio in Lei. Oh! sì, ciò è verità. E il mondo la ignora. E la ignorano gli oscurati rabbi d'Israele...». Gesù si immerge nei suoi pensieri...
4 «Ma di chi parla?», chiede l'Iscariota a Filippo che ha vicino.
Prima che questo risponda, Elisa, che sta mettendo sulla tavola del formaggio e delle ulive nere, dice piuttosto duramente: «Di sua Madre parla. Non lo comprendi?».
«Ma non ho mai saputo che Essa sia nominata dai profeti come martire... Si parla del solo Redentore e...».
«E tu credi che ci sia solo la tortura della carne? E non sai che è nulla cosa questa, per una madre, rispetto a quella di vedere morire un figlio? La tua mente - non parlo del tuo cuore, non so che palpito abbia - la tua mente, della quale ti vanti, non ti dice che dieci e dieci volte una madre si sottometterebbe alla tortura e alla morte pur di non sentire un gemito del figlio? Uomo, tu sei uomo e conosci il sapere. Io non so che esser donna e madre. Ma ti dico che tu sei più ignorante di me, perché non conosci neppure il cuor di tua madre...».

Maria Valtorta - QUADERNI DEL 1943 - CAPITOLO 194 - 3 dicembre 1943
Dice Gesù:
“Che Maria dopo la mia nascita apparisse ancor più donna comune: una giovane madre e null’altro, non deve neppure stupire.
Come ostensorio dal quale era uscita l’Ostia santissima, Ella era ora la Tutta Santa per se stessa, ma non portava più il Santo dei Santi. E se si pensa che il Santo dei Santi, proprio nell’ora in cui riscattò con sovranità eterna la Terra coi suoi viventi, i suoi defunti, i suoi futuri, apparve agli occhi del mondo come un malfattore torturato per i suoi misfatti, è anche logico che la Madre, dal momento che divenne la Corredentrice e perciò riscattatrice della Terra, apparisse una povera, semplice donna.
Il tempo luminoso del mio formarmi in Lei era trascorso, ed il fulgore del gaudio che nella notte aveva empito il cuore di Maria, la grotta, i Cieli, si attenuò all’alba nella quale cominciò a sorgere il sole della redenzione, sole tinto di sangue, composto di dolore infinito. L’aurora trovò Maria già immersa nel pensiero del tormento futuro. L’offerta era già stata fatta in mio nome e le due frasi più cristiane della Terra si erano annodate l’una coll’altra formando catena per strozzare il Male: "Ecco l’Ancella del Signore. - Signore, sia fatta la tua volontà".
Sante, benedette labbra di mia Madre, che alla mia nullità d’infante prestaste il suono verginale delle parole perfette! Sul suo "si" eroico, ripetuto quando la maternità lo rendeva doppiamente eroico, si curvò il Cielo venerando in Lei la Martire Redentrice. Come una collana alla quale giorno per giorno si aumenta una perla, ebbero inizio i giorni dolorosi di Maria. Alla fine fu il Golgota.
È per questo suo lungo dolore che io vi dico: "Amatela". Vi benedico quando mi amate. Ma per l’amore che date a mia Madre vi preparo più fulgida dimora in Cielo.»”

Maria valtorta - QUADERNI DAL 1945 AL 1950 - CAPITOLO 667 - 31 marzo 1949
Dice Gesù:

“Non è mancanza di carità essere giusti verso i colpevoli, e giusti esercitando la giustizia in ogni azione. Mancai forse di carità verso mia Madre coll'esercitare l'eroica giustizia di fare tutta la Volontà del Padre mio? No, in verità. Anzi, col fare questo, di Lei, Immacolata, ho fatto Lei Corredentrice. L'ho incoronata di questo secondo glorioso serto che altrimenti non avrebbe avuto. Né Lei si rifiutò a cingerlo benché fosse serto di smisurato dolore. Guarda Noi. Io: il Figlio che non rinnega la Madre amatissima ma le antepone la Volontà di Dio perché essa volontà deve avere la precedenza su amori, voleri, diritti umani, anche i più santi. E guarda Lei: la Madre che non trattiene il Figlio dal compiere la Volontà per cui vestì carne. Vestiti il cuore del nostro eroismo e con carità vera agisci.
La pazienza diviene stoltezza e stoltezza la stessa carità, quando non sono unite a giustizia. Io, il Paziente perfetto, quando vedevo toccato il limite oltre il quale pazienza e carità si sarebbero mutate in complicità e ingiustizia, mi separai dai colpevoli dopo parole severe. Non c'è amore, per grande che sia, che possa permettere il delitto dell'amato. Ricordalo. Si agisce. Poi si prega per la redenzione dei colpevoli. Ma si agisce. Sempre. Perché il non farlo vorrebbe dire che si vuole essere complici loro”.

Maria Valtorta - QUADERNI DEL 1944 - CAPITOLO 374 - 2 agosto 1944
Dice Gesù:
“Nessuno, per grande che sia, può venire nel mio cospetto se non riconosce in Maria, Porta chiusa da cui solo Dio è entrato, la Madre del Salvatore, la Madre-Vergine, la Madre divina.

Io l'ho accumunata alla mia sorte di Vivente in Cielo per dirvi quale sia la sua gloria. Unicamente inferiore a Dio Ella è, perché da Lui creata. Ma la sua maternità e il suo dolore di Corredentrice la fanno eccelsa su ogni creatura. Porta di Dio, da Essa sgorga fede, speranza, carità; da Essa temperanza, giustizia, fortezza, prudenza; da Essa Grazia e grazie; da Essa salute, da Essa vi viene il Dio fatto Carne.
O Madre mia! Per il Pontefice e per l'ultimo dei credenti sei tu la santa Pisside in cui l'Eucarestia attende di essere data a chi crede. Tutte le grazie passano attraverso il tuo Corpo inviolato, attraverso il tuo Cuore immacolato. E misteri e verità, e sacramenti e doni, vengono conosciuti con vera sapienza e gustati con conoscenza e frutto solo da quelli che sanno chiederli a te, davanti a te. Tu schermo fra il Sole e le anime e fra le anime e Dio, per cui la Divinità può esser contemplata dall'uomo e l'umanità esser presentata al Perfetto. Tu, Madre che hai dato Dio all'uomo e dai l'uomo a Dio, istruendolo col tuo sorriso e col tuo amore”.

Maria Valtorta - QUADERNI DEL 1943 - CAPITOLO 193 - 2 dicembre 1943
Dice Maria: “Lo Spirito Santo opera nel cuore dei santi e dà loro luci di conoscimento soprannaturale. Lo Spirito Santo illumina i cuori dei santi per fare loro vedere me. Vedere me nella luce di Dio vuol dire amarmi in verità.
Il Figlio mio santissimo opera di suo per attirarvi al suo amore. Io vi amo e attendo pregando per voi.
Sono la Vergine dell’attesa. Dai più teneri anni ho atteso l’Aspettato delle genti. Sono la Corredentrice che attende l’ora di morire ai piedi della Croce per darvi la Vita. Sono la Madre che attende il vostro vero amore, non il culto superficiale che si limita a molte parole. Pregare non vuol dire: dire molte preghiere. Vuol dire amare. Vuol dire far parlare il proprio cuore.
Io sono la Silenziosa. Eva nuova, vi insegno il silenzio. Dal parlare entrò in Eva la Seduzione. Dal mio tacere entrò nel mondo la Redenzione. Imparate da me la virtù del silenzio, perché nel silenzio esteriore parla il cuore a Dio e Dio al cuore. Il mio silenzio non era silenzio inerte di anima morta. Era anzi operare attivissimo nello spirituale”.

Maria valtorta - QUADERNI DEL 1943 - CAPITOLO 121 - 15 settembre 1943
Dice Gesù:
«È opinione diffusa in molti cristiani, e cristiani cattolici, che mia Madre non abbia mai sofferto come generalmente soffrono i mortali. Credono che il Dolore sia stato su Lei ma che, data la sua natura immacolata, Ella lo abbia potuto sopportare agevolmente perché la Grazia lo attutiva.
Insomma credono che Ella ricevesse l’urto del Dolore, ma che esso non potesse penetrare in Lei perché Ella era difesa, come da una infrangibile corazza, dalla sua natura immacolata e dalla Grazia.
Ma è un grave errore. Maria era la "Immacolata", esente dalla eredità della colpa di Adamo e dei frutti di tale colpa, e in tale senso, infatti, avrebbe dovuto essere preservata dal soffrire perché il Creatore aveva creato la razza dell’uomo esente dal dolore e dalla morte, che è il supremo dolore dell’uomo. Ma Maria era la Corredentrice. E la missione di redentore è sempre missione di infinito dolore. Altrimenti come potrebbe un redentore riscattare i peccati degli altri? Come una vittima pagare per i fratelli? Maria era redentrice come Io ero Redentore. Giusto quindi che il Dolore fosse il suo compagno.

Maria Valtorta - QUADERNI DEL 1943 - CAPITOLO 45 - 2 luglio 1943
Dice Gesù:
«Scrivi subito mentre Io sono ancora in te col Corpo, il Sangue, l’Anima e la Divinità. Perciò hai la pienezza della Sapienza in te. Maria visse eucaristicamente per quasi tutta la vita.
La Madre non è diversa dal Figlio. Non nella natura umana, non nella missione sopraumana di Redenzione. Il Figlio, per toccare l’apice del dolore, dovette provare la separazione dal Padre: nel Getsemani, sulla Croce. Fu il dolore portato ad altezze e asprezze infinite. La Madre, per toccare l’apice del dolore, dovette provare la separazione dal Figlio: nei tre giorni della mia sepoltura.
Allora Maria fu sola. Le rimase solo la Fede, la Speranza, la Carità. Ma Io ero assente. Fu la spada non confitta, ma trapassante, ma frugante nel suo Cuore. Non ne morì per unico volere dell’Eterno. Perché per la Piena di Grazia restare priva dell’unione col suo Figlio e Dio era tale spasimo, che senza una speciale grazia ne sarebbe morta.

Molte sono le pagine segrete che non conoscete circa la vita della Purissima Corredentrice. Ve l’ho già detto: "I segreti di Maria sono troppo puri e divini perché mente d’uomo li possa conoscere". Ve ne accenno solo, quel tanto da aumentare in voi la venerazione alla più Santa del Cielo, dopo Dio.
Quella ora dolorosissima, nel mare di dolori che fu la vita di mia Madre, consacrata al supremo dolore e alla suprema gioia dal (2) suo concepimento, ci voleva per completare quanto mancava alla mia Passione.
Maria è Corredentrice. Dunque, tutto essendo in Lei inferiore solamente a Dio, anche il suo dolore dovette essere quale nessun dolore di creatura umana giungerà mai ad essere.

Maria valtorta - QUADERNI DEL 1943 CAPITOLO 50 - 6 luglio 1943
Il deicidio non è finito sul Golgota nell’ora della mia morte. Esso si ripete ogni qualvolta un mio redento uccide la sua anima, sconsacra il tempio vivo del suo spirito, leva la mente sacrilega a bestemmiare Me, non solo con il turpiloquio osceno, ma con mille maniere del vivere attuale, sempre più contrario alla mia Legge e sempre più neutralizzante i meriti incalcolabili della mia Passione e Morte.
Maria, Corredentrice eccelsa, non cessa di soffrire, come non cesso Io. Nella gloria intangibile dei Cieli, Noi si soffre per gli uomini che ci rinnegano e ci offendono.

Maria è l’eterna puerpera che vi dà alla luce con un dolore senza pari, perché sa che quel dolore genera non beati al cielo ma, nella maggior parte, dannati all’inferno. Sa che genera creature morte o destinate a morire fra breve. Morte perché su certe creature il mio Sangue non penetra, come fossero di durissimo diaspro. Dalla più giovane età uccidono se stesse. O destinate a morire fra breve ossia coloro che, dopo una larva di vitalità cristiana, soccombono sotto la loro inerzia che niente scuote.
Può Maria non soffrire di vedere perire le sue creature che costano il Sangue del Figlio? Il Sangue sparso per tutti e che giova a così pochi!

Maria valtorta - Epistola ai Romani - Lezione 14ª - 2 febbraio 1948

Maria è in Cielo in corpo ed anima, viva come era in Terra, beata come Lei può esserlo, in Cielo. E Dio, che inabitò in Lei sulla Terra, inabita in Lei in Cielo. Nulla è mutato. Messa al centro del divino Fuoco, che su Lei converge i suoi ardenti amori, Ella eternamente ci dice: “Ecco l’Ancella, o Dio” (Lc 1, 38) e ci apre il suo cuore e ci accoglie in un mistero d’amore ineffabile.
I Santi amanti di Maria hanno intuito questo e hanno proclamato che chi vuol trovare Dio, la Salvezza, la Vita, vada a Maria, e là troverà la Carità, il Salvatore, la Vita, la Luce, la Sapienza. E là rinascerà da uomo a vero figlio di Dio.
Perché Maria, divina Genitrice, è anche la feconda santa Matrice che sino alla fine dei secoli accoglie e accoglierà nel suo seno coloro che vogliono nascere figli di Dio, e di queste debolezze informi, di questi germi incompiuti - difficilmente, per sé soli, capaci di vivere - fa e farà i “viventi” del Regno di Dio, dà e darà questi figli al suo Dio.
Maria è Corredentrice e Cooperatrice instancabile per il divino trionfo finale, è carità inesausta e inesauribile, operosa come di Serva e gloriosa come di Regina, per la gloria di Dio, è Madre, Madre perfetta per tutti coloro che chiedono a Lei la Vita.»

Maria Valtorta - LIBRO DI AZARIA - CAPITOLO 43
Misura quale caduta sarebbe stata quella di Maria se, avendo avuto la Concezione Immacolata, la giustizia, e ogni altro gioiello divino, avesse calpestato ogni cosa per seguire la voce dell'eterno Corruttore? Ne misuri la profondità? Non ci sarebbe più stata redenzione per gli uomini, non più Cielo per gli uomini, non più possesso di Dio per gli uomini.
Maria vi ha dato tutto questo perché con la vera gioia degli umili ha portato le sue vesti di Beneamata dall'Eterno e ha cantato le lodi di Lui, di Lui solo, pur fra i singhiozzi e le desolazioni della Passione.
Ha esultato! Che profonda parola! Ha sempre esultato magnificando con lo spirito il suo Signore, anche quando la sua umanità conosceva lo scherno di tutto un popolo, ed era sommersa e torchiata dal suo dolore e dal dolore della sua Creatura. Ha esultato pensando che quel suo dolore, quel dolore del suo Gesù, dava gloria a Dio salvando uomini a Dio.
Sopra i gemiti della Madre, sopra i suoi lamenti di Donna, cantava la gioia del suo spirito di Corredentrice. Cantava con la sommissione a quell'ora, con la speranza nelle parole della Sapienza, con l'amore che benediceva Dio di averla trafitta.
La lunga passione di Maria ha completato Maria, unendo alle grandi cose che Dio in Lei aveva fatte, le grandi cose che Ella sapeva fare per il Signore. Veramente mentre le sue viscere di Madre gridavano lo strazio della sua tortura, il suo spirito fedele cantava: "Io ti esalto, o Signore, perché mi hai protetta e non hai permesso che i miei nemici potessero rallegrarsi a mio riguardo".
Vedi che umiltà? Chiunque altro avrebbe detto: "Sono contento di aver saputo rimanere fedele anche nella prova. Sono contento di aver fatto la Volontà di Dio". Non sono queste parole di peccato. Ma un filo di orgoglio è ancora in esse. "Io sono contento perché ho fatto". L'io della creatura che si sente autore unico del bene compiuto. Maria Ss. dice: "Io ti esalto perché Tu mi hai protetta". Dà a Dio il merito di averla tenuta santa in quelle ore di lotta.

Luisa Piccarreta - Vol. 17 – 1/5/1925
Oltre di Me, c’è la mia Celeste Mamma, che ebbe la missione unica di Madre d’un Figlio Dio e ufficio di Corredentrice del genere umano. Come missione di Maternità Divina fu arricchita di tanta grazia, che unito tutto insieme tutto delle altre creature, celesti e terrestri, mai potranno uguagliarla; ma ciò non bastò per attirare il Verbo nel suo materno seno; abbracciò tutte le creature, amò, riparò, adorò la Maestà Suprema per tutti, in modo da poter fare Lei sola tutto ciò che le umane generazioni dovevano verso Dio; onde nel suo cuore verginale aveva una vena inesauribile verso Dio e verso tutte le creature. Quando la Divinità trovò in questa Vergine il compenso dell’amore di tutti, si sentì rapire ed in Essa fece il suo concepimento, e come Mi concepì prese l’ufficio di Corredentrice e prese parte ed abbracciò insieme con Me tutte le pene, le soddisfazioni, le riparazioni, l’amore materno verso tutti; sicché nel cuore della Madre mia c’era una fibra d’amore materno verso ciascuna creatura.

Luisa Piccarreta - Vol. 20 - 30/1/1927
Figlia mia, c’è differenza grandissima, tra chi deve formare un bene, un regno e chi deve riceverlo per goderlo. Io venni sulla terra per copiare, per redimere, per salvare l’uomo; per fare ciò, Mi toccavano le pene delle creature, prenderle su di Me come se fossero mie; la mia Mamma Divina che doveva essere corredentrice non doveva essere dissimile da Me, anzi le cinque gocce di sangue che Mi diede dal suo Cuore purissimo per formare la mia piccola Umanità, uscirono dal suo Cuore Crocifisso: per noi le pene erano uffici che venimmo a compiere, perciò tutte erano pene volontarie non imposizione della fragile natura.
Niko Sanpatrizio

Forti parole nella prova: San Massimiliano Kolbe ci prepara al martirio

LA VERITÀ E' IN PERICOLO

Oggi più che mai ci sta un urgente bisogno di spiegare alle persone di ogni Credo che la salute del corpo è finalizzata solo alla santificazione dell’anima - Stop – altrimenti la vita umana senza questo scopo è un furto alla Gloria di Dio.

Anche in questa prova del Coronavirus si evince tanto sentimentalismo e tanto umanesimo senza Dio che è un affronto verso Dio.

More
LA VERITÀ E' IN PERICOLO

Oggi più che mai ci sta un urgente bisogno di spiegare alle persone di ogni Credo che la salute del corpo è finalizzata solo alla santificazione dell’anima - Stop – altrimenti la vita umana senza questo scopo è un furto alla Gloria di Dio.

Anche in questa prova del Coronavirus si evince tanto sentimentalismo e tanto umanesimo senza Dio che è un affronto verso Dio.

Oggi ci straziamo il cuore per tante persone (la maggior parte anziane) che muoiono ogni giorno. Ma non mi risulta che i Cattolici parlano con la stessa passione riguardo al male dell’aborto. L’omicidio, compreso l’aborto, è uno dei peccati più grandi commessi contro Dio. Si richiede uno straordinario atto di contrizione per poter essere assolti da un tale peccato. Perché allora la Chiesa non lotta con vigore contro questo peccato che è uno dei più abominevoli atti di sfida nei confronti di Dio mentre riempie i telegiornali con preghiere e invocazioni verso il Coronavirus? Perché si distolgono dal riconoscere il più grave dei peccati, mentre predicano l’importanza delle azioni umanitarie?

Oggi vediamo tante Ong e persone atee che si prodigano di compiere atti umanitari senza Dio, anche queste fanno un furto alla Gloria di Dio. L’umanesimo è un affronto verso Dio, in quanto si concentra sui bisogni dell’uomo e non sulla necessità di rammaricarsi del peccato, dinnanzi al Creatore di tutto ciò che è. Se ignoriamo i peccati mortali che portano alla dannazione eterna, chiaramente definiti nelle Leggi dettate da Dio, allora nessuna delle grandi iniziative compassionevoli in favore dei diritti civili del genere umano, farà ammenda per quei peccati.

Cominciamo con l’intenderci sulle parole per comprenderci:

“LA VERA CARITÀ È PORTARE DIO ALLE ANIME E LE ANIME A DIO”
tutte le altre forme di carità sono viziate dalla vanità del nostro “io” o del nostro orgoglio umano o dal nostro sentimentalismo incostante.

La Carità, come disse San Paolo deve innanzitutto cominciare da se stessi contro il peccato, ovvero prima di tutto non deve fare danno a se stessi, altrimenti non sarebbe perfetto l’utile che ne può venire agli altri. Infatti quando non ci sta l’Amore di Dio nell’anima, ogni cosa è imperfetta sia verso se stessi che verso gli altri. Nulla deve offendere Dio nel fare la Carità.

Nel momento che vogliamo togliere Dio anche da questo bene infinito quale è la Carità corporale, commettiamo un grande sacrilegio verso Dio che è fautore di ogni benessere e di ogni ricchezza. Come diceva San Paolo: “Chi dunque ti ha dato questo privilegio? Che cosa mai possiedi che tu non abbia ricevuto? E se l'hai ricevuto, perché te ne vanti come non l'avessi ricevuto?” (1Corinzi 4, 7)

Mi vengono in mente le parole di Madre Teresa di Calcutta, ora Santa, Che ad una domanda del Cardinali Comastri, gli rispose così: “E tu credi che io potrei andare dai poveri se Gesù non mi mettesse nel cuore il suo Amore? Ricordati che Gesù per la PREGHIERA sacrificava anche la Carità. “Senza Dio siamo troppo poveri per poter aiutare i poveri”.
Oggi molto spesso il povero viene usato per “divinizzare” l’uomo, dimenticando che anche il povero deve convertirsi a Cristo. Diceva bene Madre Teresa di Calcutta quando diceva che se al povero non gli si porta Gesù Cristo, lo si rende povero due volte!

Dice Gesù nel Vangelo: “Tu credi che c'è un Dio solo? Fai bene; anche i demòni lo credono e tremano! Ma vuoi sapere, o insensato, come la fede senza le opere è senza valore? Abramo, nostro padre, non fu forse giustificato per le opere, quando offrì Isacco, suo figlio, sull'altare? Vedi che la fede cooperava con le opere di lui, e che per le opere quella fede divenne perfetta e si compì la Scrittura che dice: E ABRAMO EBBE FEDE IN DIO E GLI FU ACCREDITATO A GIUSTIZIA, e fu chiamato amico di Dio. Vedete che l'uomo viene giustificato in base alle opere e non soltanto in base alla fede. Così anche Raab, la meretrice, non venne forse giustificata in base alle opere per aver dato ospitalità agli esploratori e averli rimandati per altra via? Infatti come il corpo senza lo spirito è morto, così anche la fede senza le opere è morta”. (Giacomo 2, 19-26)

E’ vero che la Fede senza le opere è sterile ma da nessuna parte è scritto che le opere senza la Fede e senza che queste vengono fatte con Cristo per Cristo e in Cristo hanno un valore soprannaturale. Dio le riconosce e le ricompensa come valore materiale ma non soprannaturale utile alla salvezza dell’anima.

Lo diceva chiaramente Gesù a Santa Caterina da Siena nel Dialogo della Divina Provvidenza quando gli diceva: “Se la Carità non viene praticata come un dono fatto per Amor di Dio, quell’atto non vale affatto a procurare grazia, perché è privo di valore nell’ordine della Grazia soprannaturale. Tutti gli atti di Carità umana, se non uniti alla Divina Volontà, sono atti finiti sia nello spazio che per tempo (spazio/temporale). In quanto l’essere umano, può di suo, solo generare atti finiti, cioè fatti in un solo luogo e in solo tempo. Il merito di questi atti è microscopico per quanto umanamente bello. Ma se li facciamo con Cristo, per Cristo ed in Cristo, per l’unione ipostatica che ci conferisce la Grazia per mezzo dell’Eucarestia, diventano atti Eterni ed universali nel loro valore divino e sono motivo di sconto per molti peccati (vedi la contrizione perfetta del Buon ladrone sul calvario che in poco tempo gli ha procurato il Paradiso eterno Lc 23, 43 )”.
Niko Sanpatrizio

"Solo la Madonna ci può salvare, come a Calanda!" – don Luis Eduardo Rodriguez

MI FA SORRIDERE VEDERE COME NE LA CHIESA NE L'UOMO SAPPIA VEDERE LA MANO DI DIO IN TUTTO QUANTO ACCADE

Maria Valtorta - QUADERNI DAL 1945 AL 1950 - CAPITOLO 464 - 20 marzo 1945

Dice Il Padre Eterno: "Vi pare dura la parola che dice la verità. Vorreste solo parole di misericordia. Potete dire di meritarla? Non è misericordia anche la Voce severa che vi parla di castigo incitandovi …More
MI FA SORRIDERE VEDERE COME NE LA CHIESA NE L'UOMO SAPPIA VEDERE LA MANO DI DIO IN TUTTO QUANTO ACCADE

Maria Valtorta - QUADERNI DAL 1945 AL 1950 - CAPITOLO 464 - 20 marzo 1945

Dice Il Padre Eterno: "Vi pare dura la parola che dice la verità. Vorreste solo parole di misericordia. Potete dire di meritarla? Non è misericordia anche la Voce severa che vi parla di castigo incitandovi a pentirvi? E vi pentite forse?
Questo desiderio di sentire solo promesse di bontà, questa smania di avere da Dio solo carezze è la deviazione della Religione. Avete reso epicureismo anche questa sublime cosa che è la Religione nel Dio vero. Da essa volete godimento. Non volete dare ad essa sforzo. Volete adagiarvi in una comoda transazione fra il comandato e quello che a voi piace. E pretendereste che Dio venisse a questo adattamento. Un tempo fu detto "quietismo" questo vizio spirituale. Ancora è detto dai dottori di spirito. Io sono più severo e lo chiamo epicureismo dello spirito.
Dalla Religione, da Dio, dalla sua Parola vorreste avere solo quanto accarezza il senso. Perché così siete discesi che anche lo spirito avete reso sensuale. Perciò volete dargli sensazioni e brividi tutti umani. Sembrate quei folli di altre religioni che provocano con opportune cerimonie uno stato psichico anormale per godere le false estasi dei loro paradisi".

Dice Gesù alla Serva di Dio Luisa Piccarreta: “Figlia mia, quanto sono duri i popoli! Il flagello della guerra non basta, la miseria non è dose sufficiente per arrenderli, sicché vogliono essere toccati nella propria pelle, altrimenti non si giunge a farli ravvedere. Non vedi come trionfa la religione sul campo di battaglia? E perché? Perché sono toccati nella propria pelle. Ecco perciò la necessità che non ci sarà paese che non sarà preso nella rete, chi in un modo, chi in un altro, ma quasi tutti saranno esposti ad avere toccata la propria pelle. Io non voglio farlo, ma la loro durezza Mi costringe. E nel dire ciò, piangeva”. (Luisa Piccarreta - Vol.11 – 12/8/1915)

“Figlia mia, figlia mia, rassegnati. Non vedi che durezza mi ha messo l’uomo col peccato, che m’impedisce di far parte a chi Mi ama delle mie amarezze? Ah! Non ti ricordi quando ti dicevo prima: ‘Lasciami fare, altrimenti l’uomo giungerà ad un punto di fare tanto male, da esaurire lo stesso male, da non sapere che altro male fare’? E tu non volevi che colpissi l’uomo, e l’uomo peggiorava sempre; ha radunato in sé tanto pus, che né la guerra è arrivata a far uscire questo pus. La guerra non ha atterrato l’uomo, anzi lo ha imbaldanzito di più; la rivoluzione lo farà inviperire, la miseria lo farà disperare e a darsi in braccio al delitto, e tutto questo servirà a far uscire in qualche modo il marciume che contiene l’uomo. Ed allora la mia Bontà, non indirettamente per mezzo delle creature, ma direttamente dal Cielo, colpirà l’uomo; e questi castighi saranno come rugiada benefica che scenderà dal Cielo, che ammazzerà l’uomo e, toccato dalla mia mano riconoscerà se stesso, si risveglierà dal sonno della colpa e riconoscerà il suo Creatore. Perciò, figlia, prega che il tutto vada a bene dell’uomo”.
(Nota mia) - Quindi, solo quando Dio colpirà l’uomo direttamente e non più indirettamente per mezzo di altri uomini, si avrà quel famoso periodo di pace sulla terra. (Luisa Piccarreta - Vol.12 – 4/10/1917)

“Nell’uomo si vede un’avidità di sangue umano. Lui dalla terra, ed Io dal Cielo vi concorrerò con terremoti, incendi, uragani, disgrazie, da farne morire in buona parte”. (Luisa Piccarreta – Vol.6 - 09/06/1904)