Clicks1.7K

Caro Krajewski la carità non si fa rubando agli altri e istigando al reato


Usciamo in ED cioè Edizione Straordinaria (a Reti Unificate) perché, quanto è accaduto l’altro giorno ha del grottesco, dell’assurdo e dell’inaccettabile e fa anche parte delle nostre cronicas…. Cronache di Bergoglio perché – l’elemosiniere del Papa il cardinale Konrad Krajewski, che non muove un dito senza il consenso del suo Capo – non solo ha commesso un grave reato, ma ha istigato al reato.

«Chiunque viola i sigilli, per disposizione della legge o per ordine dell’Autorità, apposti al fine di assicurare la conservazione o la identità di una cosa, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da 103 a 1032 €. Se il colpevole è colui che ha in custodia la cosa, la pena è della reclusione da tre a cinque anni e della multa da 309 a 3098 €.»

Prima di lasciarvi a due ottimi commenti, vogliamo solo sottolineare come di recente, Papa Bergoglio, abbia più volte rimarcato che in Italia “NOI SIAMO MAFIOSI”… leggete qui, tutto nero su bianco con fonti ufficiali, e lo ha ripetuto incontrando “gli zingari”…. quasi a voler giustificare i loro “difettucci” che, confronto alla mafia italiana, le loro ruberie sarebbero quasi una benemerita azione….

A ben ricordare vi parlammo qui del proverbiale motto gesuitico modernista: OGNI FINE GIUSTIFICA I MEZZI…. anche attraverso le recenti parole di Benedetto XVI il quale, raccontando “casualmente” l’atteggiamento di un teologo gesuita degli Anni 70, ha proprio detto:

“…..si affermò ampiamente la tesi per cui la morale dovesse essere definita solo in base agli scopi dell’agire umano. Il vecchio adagio «il fine giustifica i mezzi» non veniva ribadito in questa forma così rozza, e tuttavia la concezione che esso esprimeva era divenuta decisiva. Perciò non poteva esserci nemmeno qualcosa dì assolutamente buono né tanto meno qualcosa dì sempre malvagio, ma solo valutazioni relative. Non c’era più il bene, ma solo ciò che sul momento e a seconda delle circostanze è relativamente meglio.” (vedi qui testo ufficiale)

E dunque il cardinale Konrad Krajewski, sostenuto da Bergoglio in tutto ciò che fa, ha pensato bene di FRODARE LA LEGGE e non solo questo, ma di istigare al rubare con il motto gesuitico modernista che ogni fine giustifica i mezzi… andando a proteggere, per la verità, UN GRUPPO ANARCHICO che da anni, almeno dal 2009, occupa abusivamente i palazzi che trova vuoti, con la pretesa di NON pagare le bollette, ma al tempo stesso spadroneggiare sulle riserve altrui che per altro I CITTADINI COME NOI PAGANO ATTRAVERSO LE TASSE E LE BOLLETTE.

Caro cardinale Konrad Krajewski, perché non porti le famigliole a santa Marta o dentro i tuoi appartamenti? Oppure, PAGA TU LE BOLLETTE!!! La Carità non si fa rubando agli altri! Novello Robin Hood dei nostri stivali!!! Ne abbiamo le tasche piene!

Seguono ora l’articolo dall’Isola di Patmos, vedi qui; e dalla Bussola a firma Cascioli, vedi qui.
quisut likes this.
ricgiu
Teologia della Liberazione! Evviva!
alda luisa corsini likes this.
Memorare
Motu proprio da fesso
tyrondavid likes this.
Oramai si sentono al sicuro, e fanno come vogliono per cui trovano una giustificazioni alle loro cattive azioni. La maschera se la sono tolta, almeno la prima, perché penso ne abbiano diverse indossate.. Piano piano toglieranno anche le altre.. E si mostreranno per quel che sono.
Un gesto volutamente provocatorio, che compromette la dignità dell'esecutore (e del suo mandante, se ancora ha qualcosa da perdere)
Un gesto arrogante degno di un protagonista di Gomorra non di un porporato. Ormai abbiamo la chiesa pop che scavalca le leggi dello stato forte della sua extraterritorialità..mai un religioso si sarebbe sognato un gesto così sfacciato nel passato ma ormai abbiamo la chiesa pop 2.0
PAPOLEONE and one more user like this.
PAPOLEONE likes this.
Araba-Fenice likes this.
nolimetangere and 3 more users like this.
nolimetangere likes this.
Araba-Fenice likes this.
Don Reto Nay likes this.
La Verità vi farà liberi likes this.