언어
클릭 수
437
giovanipromanduria

MANDURIA: L'EUCARISTIA E IL PRIMATO DI PIETRO!


www.t.me/giovanipromanduria
...E' molto importante comprendere che oggi non deve accadere come un tempo, in cui c’era chi era di Pietro, chi di Paolo, chi di Apollo, che ci siano persone che stimino più un'Apparizione di un'altra, perché se queste Apparizioni (quelle reali, autentiche!) sono in mezzo a noi, non debbono essere contrapposte, pesate in un modo o nell’altro, perché tutte quante fanno un'unica storia, fanno parte di un unico mosaico, entro cui Nostro Signore, insieme allo Spirito Santo sta componendo un grande puzzle, che ci porterà a quella grande promessa che ha fatto (a Fatima) e che a Manduria durante le Apparizioni, soprattutto all'inizio, nel 1992 (verso la fine dell'anno, la fine del secolo, la fine del millennio) ci ricorderà che Lei è tornata, perché non si è dimenticata di quella “promessa”, cioè: “Alla fine il Mio Cuore Immacolato trionferà”.

Ecco Manduria è come un albero, che deve dare questo frutto… mettere a fuoco questo Trionfo (dunque siamo nel cuore, nell'aggancio più forte di questo grande avvenimento della storia, che la Madonna, come una madre sapiente, ha preparato già da tanto tempo) attraverso tutti quei cari figli, che nel mondo hanno aderito al Suo Messaggio, con una vita dedita a Dio...

Capiamoci: quando Lei dice: “Questa di Manduria è l'ultima Apparizione pubblica, con la quale chiamo il mondo”. Non vuol dire che non ci possano essere momenti in cui la Madonna non possa ancora rivolgersi ad altre creature… magari per piccole situazioni.. Tuttavia Ella dice: “A Manduria termino questo Programma…” che ha iniziato da così lontano, quando intorno al 1830 Ella inizia a mostrare a tutti i Suoi figli (i figli della Chiesa) come questo tempo è un tempo “speciale”. Anche se sarà un tempo disgraziato, perché dove c'è tanta luce, inesorabilmente ci sono anche tante tenebre.

L’Apparizione di Manduria è l’aggancio più forte al Trionfo del Cuore Immacolato di Maria SS. attraverso coloro che hanno aderito al Suo Messaggio con una vita dedita a Dio.
È la conclusione del programma di nostra Madre iniziato a Rue du Bac, dove con il Suo “calcagno” schiacciava la testa del serpente, quel “calcagno” che segnerà la “progenie” della Donna. Quindi è un calcagno di Maria, ma anche della “famiglia” di Maria.
A Manduria Ella ha promesso di dare un grande segno all’inizio dell’apertura dei “segreti”.
Con il dono dell’Olio la Madonna ci dà quella luce per capire gli eventi e quella forza (un’armatura invincibile) necessaria ad affrontare quello che accadrà.
Quel giorno veramente diremo ai monti: Cadeteci addosso, perché non sapremo più dove andarci a nascondere.
I musulmani sono forti e compatti, noi invece siamo divisi e i nostri problemi sono anche i loro. La Madonna punta a segnare i cristiani e non cristiani, prima che satana arrivi con i suoi sigilli di morte.
L’uomo senza Dio può fare solo caos e credere che la “forza” si produca con la violenza.

Quando nella Chiesa, dopo il Concilio Vaticano II, si è messo mano alla realtà della Chiesa per cercare di “sollevarla” da questi “pesi” della tradizione, l’abbiamo proprio fatta precipitare. Gesù ha bisogno di noi perché sia ripristinato il culto eucaristico, cioè di anime eucaristiche.

La pace non verrà se i popoli non riconosceranno in Cristo-Eucaristia il riferimento del loro cammino.
Le sfide nei giorni che verranno sono rappresentate nell’immagine della Vergine dell’Eucaristia: la presenza di Maria, l’Eucaristia, il primato di Pietro.

(Tratto dalle meditazioni di Debora, Bergamo 7.6.2008)

(Testo integrale:
www.verginedelleucaristia.net/files/INCONTRO%20DI%2…)