Lingua
signummagnum

Don Divo Barsotti a sorpresa: "io sono perplesso nei confronti del Concilio"...

Io sono perplesso nei confronti del Concilio: la pletora dei documenti, la loro lunghezza, spesso il loro linguaggio, mi fanno paura. Sono documenti che rendono testimonianza di una sicurezza tutta umana più che di una fermezza semplice di fede. Ma soprattutto mi indigna il comportamento dei teologi. Il Concilio e l’esercizio supremo del magistero è giustificato solo da una suprema necessità. La gravità paurosa della situazione presente della Chiesa non potrebbe derivare proprio dalla leggerezza di aver voluto provocare e tentare il Signore? Si è voluto forse costringere Dio a parlare quando non c’era questa suprema necessità? È forse così? Per giustificare un Concilio che ha preteso di rinnovare ogni cosa, bisognava affermare che tutto andava male, cosa che si fa continuamente, se non dall’episcopato, dai teologi. Nulla mi sembra più grave, contro la santità di Dio, della presunzione dei chierici che credono, con un orgoglio che è soltanto diabolico, di poter manipolare la verità, che pretendono di rinnovare la Chiesa e di salvare il mondo senza rinnovare se stessi. In tutta la storia della Chiesa nulla è paragonabile all’ultimo Concilio, nel quale l’episcopato cattolico ha creduto di poter rinnovare ogni cosa obbedendo soltanto al proprio orgoglio, senza impegno di santità, in una opposizione così aperta alla legge dell’evangelo che ci impone di credere come l’umanità di Cristo è stata strumento dell’onnipotenza dell’amore che salva, nella sua morte.

Tratto da:

P. Serafino Tognetti, Divo Barsotti – Il sacerdote, il mistico, il padre, San Paolo 2012.

PS_Interessante anche la conferenza del rev. di padre Serafino Tognetti sul suo citato libro che si può ascoltare QUI.

Scrivi un commento
Spesso Padre Livio Fanzaga manda in onda per la nostra delizia delle splendide catechesi e omelie di Don Divo Barsotti su Radio Maria.
A signummagnum piace questo. 
Questo è quello che disturba:

"Per false interpretazioni del Concilio"
"Per riforme mal interpretate" (Don Dolindo)

"Secondo le direttive del Concilio Vaticano II" (San Pio da Pietrelcina)
Deme59
Quello che disturba è il cerchiobottismo di alcuni che che non vogliono vedere che il re è nudo. L’evidenza, come sosteneva Aristotele, non necessita di dimostrazione: ma alcuni vogliono vedere quel che vogliono, interpretano, fanno discernimento, includono, pur di evitare di affermare realtà spiacevoli. Per carità questo è umano! Anche un Papa Santo ha evitato di prendere posizione di fronte a … Espandi
A Maurizio Muscas piace questo. 
Visualizza 4 altri Mi piace.
Vergognosa la redazione di gloria.tv che manipola tutto ciò che è ambiguo per gettare discredito e sfiducia nella Chiesa, nel Papa e nel suo insegnamento. Prima di dare dell' ambiguo a Papa Francesco, dovreste convertirvi.
Non pensiate che la confusione la crei solo Francesco, ci sono tanti ambigui che lo aiutano a fare ciò, ferendo il cuore di Gesù.

Un' anima semplice che legge una citazione … Espandi
Grazie, uno splendido intervento di un sacerdote molto stimato.
A solosole piace questo. 
Per me nessuna sorpresa: io ho letto pochissimo (per il momento) della produzione editoriale di don Barsotti ma ricordo di aver ascoltato qualche anno fa una registrazione del rev. monaco barsottiano Tognetti che raccontava di quando egli, allora giovane discepolo di don Barsotti, si trovò molto imbarazzato ad assistere ad un acceso battibecco fra don Barsotti e un vescovo su questioni relative al C.V. II
A Istruzione Cattolica piace questo. 
Diodoro
@Deme59 Commento meraviglioso
A Deme59 piace questo. 
Deme59
...un’anima nitida come il cristallo che vedeva oltre le apparenze! Un mistico e un maestro senza pari che ha lasciato un vuoto enorme in quelli che ne hanno conosciuto almeno un poco la gigantesca umiltà e lo struggente amore per Gesù.
A alda luisa corsini piace questo. 
Visualizza 2 altri Mi piace.