Language
Clicks
572

"Non spodestare Colui che regna nel Tabernacolo!"



www.t.me/giovanipromanduria
E' ormai evidente come la creatura si sia staccata totalmente dal Creatore.
Ciò si riflette nella vita sociale come in quella spirituale...un caos totale! Ma in previsione di ciò Dio ha preparato nel corso dei secoli i cuori di coloro che avrebbero risanato la Chiesa con a capo la Regina delle Vittorie: il piccolo resto di Maria!
Illustri e Santi "partecipanti" hanno fatto parte di questo esercito che ha lottato e combattuto anche con la vita per difendere la Santa Chiesa ma soprattutto il Sole che la rappresenta: GESU'-EUCARISTIA!
Abbiamo pensato di riportare l'ultimo messaggio della Vergine dell'Eucaristia che ha chiuso, ma non concluso, il ciclo delle sue apparizioni con la promessa di un Suo ritorno nel tempo stabilito.
E' curioso come esso si sia concluso proprio nel 2005, anno di chiusura dell'Anno dell'Eucaristia indetto da Giovanni Paolo II (ricordiamo l'emblema del suo pontificato sulla veste della Vergine Santissima) e concluso da Benedetto XVI a Bari, in Puglia!!!!
Dal 21 al 29 maggio del 2005 si è svolto così nella città pugliese il Congresso Eucaristico... ricordiamo anche che la Vergine dell'Eucaristia ha chiesto di essere onorata con i titoli con i quali Ella appare proprio il 23 maggio di ogni anno!!!

COINCIDENZE O EVENTI FACENTI PARTE DI UN UNICO PROGRAMMA?!?

Da tempo la Signora mi ha preparato ad ogni circostanza in cui mi sarei ritrovata con l’avverarsi delle Sue parole. La mia vita è stata scossa come una terra sperimentare un fulmine che cade dal cielo squarciato carico di luce: impossibile da contenere con la sola forza naturale. Ho visto molto, ho udito ciò che non avrei mai potuto udire, ho sofferto, ho gioito, ma ancor di più ho imparato ad amare quel Dio silenzioso e nascosto in tutto ed in tutti. Questa mattina sono stata svegliata dalla dolcissima Presenza della Madre e Signora che dopo avermi consegnato le parole che sottoscrivo mi ha concesso il permesso di farle conoscere ai miei fratelli..

Sia lodato Gesù Cristo!
Cara figliola, oggi desidero comunicarti che il Mio Messaggio sta per terminare, ma dovrà essere testimoniato e vissuto perché una moltitudine di favori e frutti spirituali il Signore accorderà mediante Esso.

Il 13 ottobre avrai in consegna l’ultimo dei 12 segreti che ti sono stati affidati. Nella notte del 23 ottobre fermati un’ora in preghiera con Me; non avere timore cara figlia: ascoltare la voce (Sappiamo da anni che Debora in coincidenza della fine delle Apparizioni Mariane avrebbe avuto in dono la”locutio”. In effetti non si tratta di un nuovo dono celeste, ma l’accentuarsi della sua soprannaturalità al fine di favorire la missione e i figli dell’Opera d’Amore sparsi nel mondo) del Divin Salvatore ti aprirà il cuore al Paradiso perché ciò che resterà custodito nell’anima tua sarà un dono della Carità. Io non ti lascerò…!

Tornerò ancora una volta nel giorno in cui tu vedrai il segno che ti ho promesso e che resterà impresso nell’aria della Mia dimora terrena...

Benedico l’Italia dal suolo di questa diocesi scelta per essere testimone dei Miei trionfi accanto a molte altre terre segnate dal Mio piede in cammino perché scegliate la salvezza.

Riparate! Riparate! Riparate ai peccati che vi tolgono il tesoro dell’amicizia con Dio gravemente offeso soprattutto nell’avere favorito in tante anime la perdita di fede verso l’Eucaristia.

Quando venni a te come Sorgente di Olio Santo gioì il Mio Cuore Immacolato e fremette perché vidi come l’atto dell’unzione avrebbe sanato e riappacificato con la grazia i vostri cuori induriti non solo dalla incredulità, ma anche dalla fede che non accetta la Signoria di Dio e non si sottomette veramente ad essa.
Ti ho parlato cara figlia a causa dell’amore che ho per ciascuno dei Miei figli ed è per questo che ho abbracciato il mondo invitandolo ad onorarMi come Madre dell’Ulivo Benedetto-Gesù: la Madre non conosce ostacoli, differenze!

Mentre la Mia Chiesa compie il suo delicato passaggio, Io resto presente ancora con la Mia Presenza tra i figli del popolo laddove il Signore ha voluto si sperimentassero le Mie ultime Apparizioni sulla terra.

Figlia mia, attraverso Manduria (*) l’umanità ha ricevuto l’ultimo appello che per secoli è stato motivo del dolore più acuto al Cuore del Tre Volte Santo: non spodestare Colui che Regna nel Tabernacolo.

Lo Spirito dice: per Lui la Chiesa vive senza tramonto, il mondo non ruota invano, la famiglia, primo altare del Suo Amore, è fulcro dell’attesa e del compimento della Sua promessa. Cara figlia, Io vi ringrazio per ogni sacrificio, per ogni sofferenza, per ogni dolore accolto, per ogni anima che ha consacrato e consumato sé stessa nell’obbedienza delle Mie parole, Gesù in ciò si è glorificato e ha iscritto il vostro nome nell’eterna beatitudine. Ricevete la Mia materna benedizione perché sappiate che voi Mi apparterrete per sempre. Il Sommo Bene ha posto la Sua firma sul piccolo resto. Vi amo.
Arrivederci. Arrivederci. Amèn.”
(Ho considerato come la Signora ha tracciato il segno della Croce nell’aria e nei quattro punti cardinali con molta solennità. Le lacrime non riescono tuttavia a coprire del tutto l’immagine della Sua dipartita indelebile nella mia memoria)

Vostra sorella minore Debora

(Vergine dell'Eucaristia, 29.8.2005)

(*)=E’ ben chiaro su quale linea viaggia la manifestazione di Manduria non ultima in serie di datazione, ma di appello teo-escatologico. La Santissima Vergine mette in luce, inserendo nella storia, la connotazione che è propria del Messaggio trasmesso mediante questo luogo entrato nella realtà del Cristianesimo per la testimonianza di Pietro primo Pontefice.