Lingua
Click
68
giovanipromanduria 1

"San Giuseppe ha accolto sul Suo Cuore puro e verginale le anime di tante creature alle quali è stato strappato, per egoismo, il diritto alla vita"

Per tutta la giornata mi sono sentita avvilita, angosciata senza un particolare motivo. Nella notte ho visto una cascata di bambini che cadevano giù da un grande letto; con il loro sangue andavano ad irrorare la terra e laddove le gocce di sangue cadevano, crescevano dei fiori bianchi che sembravano formare una strada. A circa metà visione, il mio Angelo Custode Fidemile, appare e con un volto triste mi parla.

Fidemile:
“Vedi quale grande massacro vi ha macchiato di un delitto orrendo durante la seconda metà di questo secolo! Sarebbe bastato questo perché le parole della Nostra Sovrana, proclamate al piccolo cuore dei pastorelli, si adempissero!
Ma le Sue Sante e Potenti Lacrime hanno lavato tanto lerciume e il Cuore di Dio ha rimandato l’ira di un terribile giorno.
San Giuseppe ha accolto sul Suo Cuore puro e verginale le anime di tante creature alle quali è stato strappato, per egoismo, il diritto alla vita.
Migliaia di bambini hanno elevato il loro pianto straziante verso Dio Padre Amore ed Egli ha unito le Sue lacrime a quelle dei Suoi piccolini. Gli Angeli hanno cantato l’inno di gloria per i martiri senza nome ed hanno fatto udire ai Cieli il loro sdegno e dolore!”

D. “Perché, Fidemile?”

Fidemile: “Pensa a ogni Angelo Custode di questi bambini, ora rimasti anch’essi amputati di una missione. Non vi è Angelo che non soffra con il dolore dell’uomo che è custodito da Lui. Io vorrei che ti dedicassi a Dio un po’ del tuo tempo in favore di questi piccoli fratellini!”

D. “Sì! Guidami!”

(Abbiamo pregato e poi tutto è finito).

(28.12.1999)