Lingua
demaita 2 6

Il MODERNISMO ora spadroneggia la Chiesa

Estratto e tradotto da:. Un Café con Galat. Modernismo. Palabras de hombre, no de Dios
Il tema che sviluppiamo questa sera è: MODERNISMO: Parole di uomini, non Parole di Dio. Questo programma è condotto dal dott José Galat , presidente della Università della gran Colombia, benvenuti.
Parole di uomini, non Parole di Dio: Modernismo. Parliamo di una falsa concezione teologica che senza dubbio sta dietro a tutte le eresie con cui ci stanno bombardando attualmente in tutta la Chiesa, ed è il chiamato MODERNISMO.
Questa falsa concezione modernista sostiene che la Bibbia non ha norme né concetti e che solo contiene una collezione di esperienze religiose. Non ci sono Norme e concetti divini, e molto meno dogmi che devono essere credute dai fedeli. Questa posizione pseudo-teologica è rappresentata nella recente predicazione erronea di Francesco che pretende che i Comandamenti non sono ordini da compiere universali, ma semplicemente occasioni di dialogo con Gesù affinché gli uomini eleggano quelli che li accettano liberamente, e quelli no.
Ciò contraddice alla stessa Bibbia che dice per esempio nel libro del Deuteronomio 4,14 e manifesta il contrario. "In quell'occasione Egli ordinò che vi dessi precetti e leggi affinché voi li mettiate in pratica nella terra di cui prenderete possesso". E contraddice anche i -Salmi che ripetutamente parlano di norme, precetti, leggi, comandamenti, eccetera. Così il modernismo introduce la giustificazione del disordine, e dei capricci, lasciano nell'insicurezza totale i fedeli.
Il MODERNISMO è un modo astuto per sostituire la Parola divina con l'umana. Di rimpiazzare ciò che Dio ha detto all'umanità, con quello che i teologi e gli interpreti della Bibbia desiderano. Ma in Atti 5,29 Simon Pietro dichiara: "Bisogna obbedire a Dio prima che agli uomini". Con abbondanza di ragioni in 1° ai Corinzi 13,19-21 possiamo leggere: "Perché la sapienza di questo mondo è pazzia dinanzi a Dio". Però fare la sostituzione della Parola di Dio con la parola degli uomini non solo significa annullare la Parola di Dio, ma persino sostituirla, l'uomo perciò pretende di essersi convertito in Dio. Questo è maggiormente grave quando l'interprete cambia il Vangelo di Cristo per uno differente, uno del suo sacco. Nella lettera ai Galati 1,9 S.Paolo ci avverte: "Come ho già detto ora lo ripeto: Se qualcuno vi annuncia un Vangelo diverso di quello che avete ricevuto: sia maledetto".
Il MODERNISMO distrugge Dio. Il modernismo è una forma audace di idolatria, idolatria che sta all'ordine del giorno attualmente. Con lui ognuno può interpretare la Bibbia come gli pare, in questo senso il modernismo sembra essere il culmine del luteranesimo. Con ragione il modernismo qualificato da San Pio X 'la eresia delle eresie e la madre di tutte esse' é un seguito interminabile di ogni sorta di insensatezze nell'interpretazione biblica e pertanto inesauribile fonte di eresie. Il modernismo è perciò una peste universale altamente dannosa e perniciosa e la maggior fonte di apostasia che patisce oggi la nostra chiesa.
Il MODERNISMO naturalmente ha altre parentele oltre che al protestantesimo, il suo metodo è antico e risale alla tradizione dei farisei. Lo stesso Gesù ci da la relazione sul costume errato dei farisei di presentare le loro opinioni come se fossero di Dio, cioè la tendenza di convertire la Parola di Dio in precetti umani. Così ce lo relaziona Matteo 15,3-14. "Egli rispose: perché voi, per seguire le vostre tradizioni, non compite il comandamento di Dio? Ipocriti, ben profetizzò di voi il profeta Isaia quando disse: 'questo popolo mi onora con le labbra, però il suo cuore è lontano da me, invano mi rendono culto, le dottrine che insegnano non sono che precetti umani',' ogni pianta che non ha piantato il mio Padre celeste sarà strappata dalla radice, lasciateli, sono ciechi che guidano ciechi,però se un cieco guida un altro, i due cadranno in un pozzo". Questa diatriba di Gesù contro i farisei del suo tempo ci mostra la filiazione che i modernisti hanno con questo fariseismo.
Questa eresia di tutte le eresie, o meglio madre di tutte le eresie, chiamata MODERNISMO secondo S.Pio X, è quello che oggi lamentiamo udire persino dalla bocca del più altolocato ecclesiastico, il superiore di tutti i sacerdoti, vescovi e cardinali, il papa Francesco, per esempio quando in Amoris Laetitia ci sostiene che gli adulteri possono ricevere tranquillamente Dio-Eucaristia, stando in peccato mortale. Anche in fondo è nel nome del modernismo quando cerca di convincerci che non c'è nessun dannato, e che tutti si salvano; o che non bisogna far proselitismo perché questo è un peccato; o che Dio non può essere Dio senza l'uomo; e che i giovani e gli uomini non necessitano istruzione religiosa, ma che gli si tenga la pancia piena; o che per le vene di Maria SS.ma corre sangue pagano; o che i Comandamenti non sono precetti ma consigli o semplice dialogo; e un enorme eccetera. Tutte queste ed altre simili sono idee di uomo, e non idee di Dio, insegnamenti umani ma non divini. Così come questo preteso Papa lo sta insegnando erratamente.
Umanitarismo, antropocentrismo in chiave di misericordia. Il MODERNISMO nel suo intento di cambiare la parola divina con la umana, va a dar più valore all'umano al di sopra del divino. E questa è l'origine dell'antropocentrismo che cerca di offuscare il teocentrismo. Errore che ogni volta diventa sempre più notorio negli insegnamenti attuali che ci impartiscono, dove si vuole sottolineare di più quello dell'uomo che quello di Dio. E questo è il culmine della superbia umana. Superbia che arriva all'egolatria, agli uomini che si sentono Dio e senza Dio, e si convertono nei peggiori nemici dell'umanità, perciò l'umanitarismo si traduce meravigliosamente nello Stato secolare o laicista che oggi pretende governare i popoli prescindendo da Dio e da ogni religione. Laicismo: antropocentrismo allo stato puro.
Già la Vergine nell'apparizione di La Salette in Francia avvenute nel 1846, aveva detto alla pastorella Melania il seguente: "I governi civili avranno tutti uno stesso disegno, che sarà abolire e far sparire ogni principio religioso, per far posto al materialismo, all'ateismo, allo spiritismo e ad ogni genere di vizi". Ove i politici pretendono di organizzare anche la vita politica e sociale disconoscendo Dio, e così non tardano a legalizzare l'educazione senza Dio, e atrocità come l'aborto, l'eutanasia, il matrimonio tra persone dello stesso sesso, eccetera. Mentre le costituzioni teiste riconoscono Dio, le secolariste o laiciste come le europee, prescindono da Dio e da ogni religione. La verità è una, non cambia, è immutabile. E' ciò che Cristo disse in Marco 13,31: "Il cielo e la terra passeranno, ma le mia parole non passeranno". Questo vuol dire . anche se le parole di Dio sono state pronunciate già da più di 2000 anni non hanno perso né perderanno valore. Come dice la lettera agli Ebrei: "E' lo stesso ieri, oggi e lo sarà per sempre".
Il MODERNISMO che sembrava morto dopo la condanna di S.Pio X, si è presentato a tamburo battente in occasione del Concilio Vaticano II, riunito l'11 ottobre 1962 all'8 dicembre 1965. I suoi sani obiettivi furono manipolati da coloro che volevano infiltrare la teologia della secolarizzazione dentro alla chiesa, e tra di loro il celebre gesuita Karl Rahner. Il Concilio volle adattare la Fede alle necessità del mondo moderno, però i teologi terminarono adottando le idee del mondo al posto della Fede. Da quel preciso istante molti si diedero a temi innegoziabili, come l'accettazione delle coppie dello stesso sesso, dell'aborto, dell'eutanasia, e altre cose più gravi, come la negazione della divinità di Cristo, e persino il cristianesimo senza Dio. Però ora con il vescovo Mario Bergoglio hanno preso potere e sembrano essere i padroni e i signori, con tutto il potere di insegnamenti autodistruttivi.
Il MODERNISMO secondo De Mattei, Villasana e Pierantoni. Detto questo ora presentiamo alcune idee chiare e puntuali su cos'è questo Modernismo che oggi si manifesta come un cancro della fede. Per questo ascoltiamo la autorizzata ed intendibile opinione di tre eruditi sul tema.
Vediamo come il celebre vaticanista e cattedratico Roberto De Mattei considera il modernismo, a partire da alcune domande che gli fecero a partire dalla realizzazione della conferenza sul vecchio e nuovo modernismo,in Roma il passato 26 giugno 2018. Gli chiedono. Perché la conferenza si intitolò: 'Vecchio e nuovo modernismo, la radice della crisi nella Chiesa'? Il prof de Mattei risponde: 'Il termine modernismo fu coniato da S.Pio X, per definire tutto un complesso di errori teologici, teologici, ed esegetici, che sorsero durante il pontificato del suo predecessore Leone XIII nel 1907. Pio X condannò il modernismo nell'enciclica Pascendi e nel Decreto Lamentabili, Dopo questa condanna ed i mezzi disciplinari che seguirono, il modernismo sembrò sparire. Però risorse nella decade del 1930, e penetrò in tutte le sfere della chiesa, specialmente dopo la morte di Pio XII. Il modernismo fu influenzato dal protestantesimo liberale, e fu una sintesi di errori antichi come il gnosticismo, il pelagianesimo e l'arianesimo.
Prof Claudio Pierantoni, attualmente professore di filosofia Medioevale della facoltà di Filosofia dell'Università del Cile, un Santiago. Uno dei primi firmataria della 'Correctio Filialis' diretta al vescovo Bergoglio. Gli chiedono: Prof Pierantoni crede che il modernismo è la ragione delle sette proposizioni eretiche che avete segnalato nella Correctio filialis?'. Egli risponde Sì, credo che il Modernismo é la radice basica, anche più del Luteranesimo, perché il modernismo è un sistema più filosoficamente coerente, con presupposti definiti. La presunzione basica del Modernismo che in fine è una derivazione dell'Idealismo tedesco, è che ogni essere é storico, perciò la verità non può essere immutabile, ma deve evolvere. Il presupposto basico è che non c'è un Dio immutabile (errore condannato dal Conc Vat I.), ma che si evolve nella storia. D'accordo con questo punto di vista il Magistero di oggi non necessita di essere coerente con il Magistero anteriore. Questa è la base filosofica di massime come: 'la realtà è superiore all'idea' cfr Evangelii Gaudium n. 233 del Papa Francesco. Il Modernismo, come disse il Papa Pio X non è solo una eresia, ma la radice e la consumazione di tutte le eresie".
Roberto de Mattei mostra che questa super-eresia del MODERNISMO è quella che alimenta le affermazioni eretiche del vescovo Mario Bergoglio. Il pontificato di Papa Francesco ha portato alla luce questa crisi in una maniera drammatica, però il processo dell'autodemolizione della Chiesa era già stato denunziato da Paolo VI nel 1968. Oggi gli eredi di quella opposizione occupano i posti più alti nella Chiesa. Il Papa Francesco é il prodotto storico di questo processo. Negli insegnamenti di Bergoglio, intrisi di Modernismo, lui arriva all'inevitabile adulterazione e negazione della Verità della fede.
Brevi esempi del MODERNISMO del vescovo Bergoglio. Già abbiamo detto che questo accade quando il vescovo Mario Bergoglio insegna tra le altre queste atrocità teologiche: Falsi insegnamenti che sono il culmine del suo pensiero modernista, protestante e umanitarista. Insegna Mario Bergoglio che gli adulteri possono ricevere tranquillamente Dio-Eucaristia stando in peccato mortale. Che nessuno si condanna, che tutto il mondo si salva. Che l'inferno è vuoto. Che l'anima del peccatore si annienta al momento della sua morte. Che non bisogna far proselitismo, perché ciò è peccato. Che Dio non può essere Dio senza l'uomo. Che i giovani e gli uomini non necessitano istruzione religiosa, ma che gli si tenga la pancia piena. Che per le vene di Maria SS.ma corre sangue pagano. Che i Comandamenti non sono precetti ma consigli e semplice dialogo. E un enorme: eccetera. Il Modernismo è la corrente che attacca tutti i dogmi e la morale tradizionale della Chiesa, portando alla sua autodistruzione.
Bergoglio è un distruttore massonico che usurpò il papato. Anche vari chierici e laici lo stanno affermando. Antonio Sanchez, professore di Diritto dell'Università Ispanense. Condirettore e scrittore della pagina spagnola Como vara de Almendro con sede in Barcellona, pubblicò in facebook che: "Jorge Mario Bergoglio è un anti-papa massone, che cerca di distruggere la Chiesa cattolica, e che sta sostituendola con una falsa chiesa che promuove i principi della Massoneria. Si va di peggio in peggio, fin che non vi rendete conto di chi è realmente Bergoglio, e di ciò che è avvenuto alla Chiesa. E' un distruttore massonico che non è Papa, usurpò il papato. Ha già permesso la Comunione agli adulteri, la Comunione ai protestanti, ha tradito la martire chiesa cinese, la chiesa cattolica ucraina, la chiesa Colombiana con l'appoggio alle FARC, la chiesa venezuelana e del Perù per l'appoggio a Maduro e a Evo, e la chiesa cubana con l'appoggio a Castro. Benedice i sodomiti praticanti, beatifica mons Angelelli lider dei comunisti argentini, Appoggia le nazionalizzazioni della chiesa cattolica, il diaconato femminile. Appoggia Soros ed il Nuovo Ordine Mondiale, invocando di mettere più musulmani in Europa. Dice che i Comandamenti non ci fanno liberi perché non ci danno libertà, nega l'esistenza dell'inferno, e crede nell'annientamento delle anime, eccetera. Continueranno i suoi attacchi ai sacramenti e specialmente all'Eucaristia, Appoggia apertamente un ecumenismo falso basato sulla mistificazione della dottrina cattolica. Dice che Maria si sentì ingannata, e che è solo madre, negando tutti i suoi dogmi. Dice che Gesù non era pulito, e che fece il tonto con l'adultera. Aprite gli occhi per favore, vi prego fratelli. L'usurpazione del papato era prevista del secolo precedente, lo tentarono con far rinunciare a Giovanni Paolo II, ma non gli riuscì, ma sì con Benedetto XVI. Si stanno compiendo sotto i nostri occhi tutti gli avvisi della Vergine, da Fatima in avanti, Akita, Garabandal, Heede, Tre Fontane, La Salette, e prima da Nostra Signore del Buon Successo (Quito) nel secolo XVII, che ci avvisavano dell'usurpazione del papato: e voi non ve ne rendete conto. E continuate a lamentarvi di questo papato, pensando che é solo uno, e che il suo successore rovescerà tutto. No fratelli, siamo di fronte al Distruttore, non papa, profetizzato da S.Francesco. Già ci avvisò il card. Ciappi che il riassunto del Terzo Segreto di Fatima era che l'apostasia sarebbe uscita dal vertice della chiesa. Aprite gli occhi, per Dio!, insensati, non vi rendete conto? Cosa volete aspettare? Quando vorrete reagire sarete anestetizzati."
Ora domandiamo al dott. Rodriguez Cagnon qual è la sua opinione su questo. "Bene. L'origine ha radice nella relazione intima tra la Massoneria ed il MODERNISMO. La Massoneria, abbiamo la storia documentata, 170 anni fa, la loggia Alta Vendita fece un Piano per prendere il mondo e fare un Nuovo ordine mondiale, e sapendo che avevano bisogno di una chiesa, la parte spirituale, decisero che invece di fondare una nuova religione, perché non prendersi una religione già stabilita, accreditata, e fecero un Piano sommamente dettagliato e scritto per infiltrare il Cattolicesimo, con un gruppo di seminaristi già con l'idea massonica e ottenere che crescessero dentro alla chiesa, infiltrando i suoi valori massonici, ottenessero di contaminare la chiesa e sottilmente ottenere di integrarli. Dovevano diventare sacerdoti, e poi gerarchi ed incluso fecero il profilo del Papa che necessitava per prendersi la chiesa e usar la sua struttura per ottenere una chiesa ecumenica umanistica, universale che appoggiasse il Nuovo Ordine Mondiale. Il Papa Pio X nell'Enciclica Pascendi identificò che era tanto l'invasione del pensiero massonico nella chiesa che lo identificò col titolo di Modernismo. la sintesi di tutte le eresie. Però essi nel Concilio Vaticano II, riuscirono ad infiltrare il modernismo nella chiesa. Specialmente con Karl Rahner che fu il re del Concilio ed è quello che più espone il Modernismo, e riuscì ad impiantarlo con una ferocità impressionante.
La seconda offensiva contro la chiesa: la infiltrazione comunista. Lo stesso comunismo fu sviluppato dalla massoneria per ottenere il socialismo, perché essi voglio ottenere un Nuovo Ordine mondiale che è il socialismo. Dopo il Concilio cercarono di far rinunciare Giovanni Paolo II ma non riuscirono. Però ottennero finalmente fa rinunciare Benedetto XVI e imporre il papa che adempie il profilo definito da oltre 150 anni, che è disgraziatamente Francesco I.
Le date prossime: Cambiare la natura della Chiesa, fare uno scisma, un gruppo tradizionale resisterà, li escluderanno, e prenderanno le infrastrutture della chiesa, e finalmente la consegneranno all'anticristo, che instaurerà il Nuovo Ordine Mondiale. La chiesa rimanente sarà perseguitata durante il governo dell'anticristo. Ma la battaglia finale sarà vinta dalla chiesa tradizionale, la chiesa bimillenaria, e sarà il trionfo dei Sacri Cuori. E la Chiesa dopo una settimana santa di passione, risusciterà."
Molto bene. Le chiediamo la sua opinione, alla dott.sa Anna Cecilia. "Bene, Abbiamo MODERNISMO nella Chiesa, modernismo nei seminari, modernismo nelle comunità religiose, modernismo nelle famiglie, modernismo nei collegi e nelle università, modernismo in tutti gli spazi che stiamo frequentando. Che diranno i vescovi, i sacerdoti, quando saranno alla presenza di Dio? e quando dovranno dire che per comodità, per stare tranquilli e che nessuno li molesti, che nessuno li perturbi, seguirono queste dottrine errate. Di questo sarà loro chiesto conto. Perché non ci possono cambiare 2014, 2016, 2017 anni di una tradizione, di una formazione per dirci che in questo anno, l'anno passato, e quello in cui abbiamo Francesco a capo, tutto è cambiato. Perché io non credo che tutti siano tanto ignoranti, che per tantissimi anni siamo stati convinti di una realtà, e che arriva il savio dei savi, il signore dei signori, a dirci che No, tutti stavamo sbagliando e che lui è l'unico che ha la verità. Apriamo gli occhi. Apriamo l'intelletto. E difendiamo la sana dottrina, e difendiamo la Fede, Perche di ciò ci sarà chiesto conto".
Bene: alla prossima.
Diodoro
"E' un distruttore massonico che non è Papa, che ha usurpato il papato." La foto è atroce, anzi è immediatamente dimostrativa della tesi sopra riportata: è un figurante vestito di bianco.
Nessuna polemica, nessuna richiesta di precisazioni, nessun turbamento: lui fa le sue cose, noi le nostre.