Clicks1.4K
it.news
5

Francesco presenta un sacerdote con fantasie pedofile come un “esempio da seguire”

In un viaggio altamente pubblicizzato, papa Francesco ha visitato il 20 giugno la tomba di padre Lorenzo Milani (+1967) presentandolo come un "esempio".

Milani è stato conosciuto per le suoi atteggiamenti filo-comunisti e la sua lotta per un “sistema scolastico equitativo” per i bambini, che da allora si è dimostrato un fallimento.

Il 21 aprile l’anticattolico giornale italiano La Repubblica - molto vicino a papa Francesco - ha definito Milani un “artista bohémien dalla non celata omosessualità nella Firenze di fine anni Trenta, è quasi dandistico il suo primo incontro con il messale romano”.

Milani è stato a lungo sospettato di pedofilia. Nel novembre 1959 scrisse al suo amico, il giornalista Giorgio Pecorini: "“E so che se un rischio corro per l’anima mia non è certo di aver poco amato, piuttosto di amare troppo (cioè di portarmeli anche a letto!)” – e poco più avanti, in una lettera a un giornalista poi suo biografo: “E chi potrà amare i ragazzi fino all’osso senza finire di metterglielo anche in culo, se non un maestro che insieme a loro ami anche Dio e tema l’Inferno ?” – già anni prima in una lettera a un amico, aveva scritto: “Vita spirituale? Ma sai in che consiste oggi per me? Nel tenere le mani a posto”. È chiaro dunque che don Milani ammettesse di provare pulsioni erotiche per i ragazzi.

Foto: Lorenzo Milani, #newsJhygahpuuf
Acchiappaladri
@FabrizioMedici
capita a tutti di prendere cantonate: questa volta è capitato a lei. Di preoccupanti indizi su questo difetto di don Milani ce ne sono, e anche di autografi (come già ricordato da altri). Questi pochi commenti danno già la possibilità di fare una valutazione più equilibrata sulla potenzialità di riconoscimento della santità (in senso canonico) di questo defunto sacerdote, che mi …More
@FabrizioMedici
capita a tutti di prendere cantonate: questa volta è capitato a lei. Di preoccupanti indizi su questo difetto di don Milani ce ne sono, e anche di autografi (come già ricordato da altri). Questi pochi commenti danno già la possibilità di fare una valutazione più equilibrata sulla potenzialità di riconoscimento della santità (in senso canonico) di questo defunto sacerdote, che mi auguro che si sia salvato e che ricorderò stasera con una preghiera in suffragio, casomai avesse ancora qualche pendenza in Purgatorio.

Comunque è peggiore la cantonata papale di voler presentare questo sacerdote, per un paio di decenni un importante protagonista della vita sociale ed ecclesiale in Italia e riformatore molto citato (con plauso o critica) nella didattica primaria, come un santo.
Considero un regalo della provvidenza che l'arcivescovo card. Betori non si sia prostrato a lodare il papa per questa sua cantonata.
Oggi capita poche volte che opinioni personali molto discutibili di Papa Francesco non vengano immediatamente e acriticamente lodate dall'alto clero,
quisut and one more user like this.
quisut likes this.
Francesco I likes this.
Francesco I
@FabrizioMedici
Mi parte che sia proprio lei, caro signor Fabrizio, a proferire giudizi senza prove !
Le pulsioni omosessuali di Lorenzo Milani sono chiaramente manifeste nella lettera da lui indirizzata a Giorgio Pecorini.
www.academia.edu/27437577/Una_singolare_l…
Acchiappaladri likes this.
Francesco Federico
Già Giovanni XXIII aveva definito Lorenzo Milani come "un povero pazzo fuggito dal manicomio"
Papa Francesco, per favore, lasci perdere i cattivi maestri come Don Milani e i falsi profeti come Lutero
.......
FabrizioMedici
Ma schifo di articolo di è! Dove sono le prove di questa ignobile accusa! I vigliacchi sono coloro cha accusano senza conoscere i fatti del passato e non dare la possibilità, ormai a chi è morto, di potersi difendere. Sarà Dio stesso la sua difesa.
alda luisa corsini likes this.