Clicks1.1K
Fatima.
1

MESSAGGIO DI GESU’ AI SUOI SACERDOTI

MESSAGGIO DI GESU’ AI SUOI SACERDOTI

Sono trascorsi duemila anni, - e siete già entrati nel terzo millennio - da quando venni nel mondo, per farvi conoscere il Padre e condurvi a Lui, riscattandovi dalla morte del peccato, con l’accettare ogni cattiveria da voi uomini perversi.
Per il grande Amore per voi, Mi sono fatto burlare, deridere, schiaffeggiare, flagellare, insozzare di sputi, insultare, umiliare, e poi coronare di una corona di pungentissime spine, divenendo scherno di voi uomini, da Me creati, col farMi chiamare Re per burla. Mi sono fatto crocifiggere, e sono morto in croce come un malfattore. Tutto questo per Amore.
Ma l’uomo stolto non ha capito, non ha voluto capire.

Giuda, Mio apostolo, è stato con Me tre anni, Mi conosceva bene, eppure senza esitare Mi ha venduto per trenta denari.
Il denaro è la rovina dell’uomo. Dinanzi al denaro l’uomo si trasforma, diventa egoista, ladro, truffatore, violento, omicida.
Dissi ai Miei apostoli, e lo dico a voi: “Non si può amare Dio e Mammona”. Mammona è il dio denaro, che satana ha messo nei vostri cuori.
Dovete lottare, lottare con tutte le vostre forze contro questo nemico, che vi conduce alla morte.
Il Mio Cuore piange Sangue, perché questo dio denaro è entrato nella Mia Chiesa. Di conseguenza porta tanta distruzione e morte di anime, per le quali Io ho dato la vita.

Oggi la Mia Chiesa Mi vende continuamente, come fece Giuda. Con la differenza che Giuda si pentì, e non volle nessun denaro dei trenta, li buttò via.
Oh, Giuda, se tu avessi chiesto pietà e misericordia come Pietro, oggi saresti con Me!
Giuda si è dannato perché, avendo riconosciuto il male che aveva fatto nell’aver tradito un Innocente, si è pentito, ma non ha chiesto il Mio perdono, si è disperato ed impiccato. Non ha creduto al Mio Amore, alla Mia misericordia.

Oh, figli Miei, non cadete in questo errore! Vi Amo, e qualsiasi peccato avete commesso, grande che sia, non Mi duole, se in voi c’è un vero pentimento e credete nel Mio Amore.
Figli cari, senza indugiare, correte a Me, che sono il Dio della Misericordia, il Dio dell’Amore!
Come dicevo, il denaro è entrato nella Mia Chiesa. Il Mio dolore è grande, perché il Mio Sacrificio che viene celebrato sull’altare, viene continuamente tariffato, aumentando sempre più il prezzo per far celebrare Sante Messe per il suffragio delle Anime dei defunti e per altri bisogni dei figli Miei viventi.
Crudeltà, crudeltà! I Miei ministri Mi vendono senza scrupoli, senza pensare che ci sono molti Miei figli che non sono in condizione di pagare tanti soldi, per cui sono costretti a non far celebrare Sante Messe per i loro Cari defunti.
Il suffragio per le Anime non si compera, ma si dona. La Mia Misericordia non si compera, ma si chiede. Il celebrante non deve chiedere nessun prezzo per il Mio Sacrificio, ma ricevere ciò che l’offerente è in condizioni di dare. Ed è giusto che sia così, perché quando l’offerente dà quello che può, è un atto di Amore per il defunto, ed è anche un atto di Amore per il celebrante che riceve l’offerta. Infatti di suo [del celebrante] non c’è niente: è il Mio Sacrificio che suffraga l’anima dei defunti. Io Mi sono donato a voi per Amore, e tutto deve essere basato sull’Amore.
Poveri Miei ministri, come sono lontani da Me! Sono peggio di Giuda, perché Giuda si pentì. Ma loro vivono sereni, tranquilli, senza pensare al dolore che Mi recano e al danno che fanno ai Miei più piccoli, bisognosi di aiuto.

Figlia, prega, prega, e fai pregare per questi Miei ministri. In loro è entrato il progresso, il dio denaro: non capiscono che ciò li allontana da Me. Vogliono tutto, incominciando dal vestiario, il mangiare bene, televisione, telefonino, computer. Non sanno che il computer [internet] è molto nocivo all’uomo. E’ un’invenzione del demonio per attirare a sé tante anime. Che grande danno fa all’umanità, perché non viene usato nella giusta misura!
Il demonio è astuto, fa tutto con doppia funzione: prima dà lo zuccherino, per poi somministrare il veleno.
Ho dato una intelligenza all’uomo, affinché sappia valersene, riflettendo, e prendendo solo ciò che è buono, e chiedendo a Dio il discernimento. Solo così si può sconfiggere satana.

La Mia Chiesa è talmente ricca che potrebbe beneficare un terzo delle anime che vivono nella squallida miseria, sparse nel mondo. Il Mio popolo è generoso, dona, dona alla Mia Chiesa, ma le offerte vengono gestite male da coloro che le ricevono.
I Miei ministri tutti hanno fatto scelta di povertà, ma ben pochi vivono e seguono questa regola.
Figlia Mia, quanti scandali vengono dai Miei! Ecco perché cerco anime generose, che sappiano offrire la loro vita per la purificazione della Mia Chiesa. Io le sosterrò con la Mia Grazia, e farò di loro delle gemme preziose incastonate nella Mia Chiesa, fondata sull’Amore.
Desidero che questo scritto venga divulgato nelle Chiese. Chi ha orecchio, intende.
Ti benedico.
Gesù.


N.B. Questo messaggio è stato dato tramite una “portavoce” del Signore, che prega molto, è molto provata, e lavora con fede e Amore per il Regno di Dio nelle anime piccole e semplici.
Il padre spirituale.
Il 02 Maggio 2002 anche la Santa Vergine, al termine di un messaggio, così interveniva:


Figlia Mia, il messaggio in cui Mio Figlio Gesù ti ha parlato dei Suoi ministri che vendono il Suo Sacrificio, è bene che venga divulgato, spedito al Vaticano e ai parroci di ogni parrocchia. E’ bene che tutti sappiano lo sfregio e il dolore che recano al Mio Figlio Gesù.
Di’ al tuo padre spirituale che corregga codesto scritto. Visto la poca cultura che hai, ci sono degli sbagli. E’ bene spedirlo in forma corretta, in anonimato.
La Mia benedizione scende su di te.


Tutti i Messaggi
Maria Maddalena Dessi likes this.