Clicks19
Fatima.

IL CROLLO DELL’8 PER MILLE È UN TRUCCO DI PAPA BERGOGLIO. VUOLE LA CHIESA POVERA.

Marco Tosatti
Cari amici e nemici di Stilum Curiae, come avrete già visto in sette anni il numero degli italiani che hanno deciso di non destinare più il loro otto per mille alla Chiesa cattolica è sceso di circa due milioni. E non credo, se mi permettete una previsione, che questa tendenza si modificherà nell'immediato futuro: le cifre hanno come riferimento il 2017, e c'è tutto il 2018 e il 2019 ancora in corso, e non colgo segnali sui social che aiutino a immaginare una Chiesa italiana più popolare, presso gli italiani. Anzi. È anche vero, o almeno tale a me sembra, che il terzo pontefice non italiano di fila abbia un sostanziale disinteresse verso il popolo fedele di cui è il Primate. Ma questa è un'impressione soggettiva. Quello che non è soggettivo sono le cifre, che potete leggere in questo link, e in questo. Che ci ha segnalato Romana Vulneratus Curia (RVC), corredandoli con una riflessione geniale. Buona lettura.


ξ
Caro Tosatti, riporto qui sopra due link sul tema crollo dell’otto per mille alla CEI di Bassetti: il che implicitamente significa alla chiesa di papa Bergoglio.
Quale riflessione fare?
Una prima potrebbe essere: <e adesso i poveri curati di periferia avranno meno risorse…>.
Una seconda potrebbe essere: <ben gli sta, così imparano a parlare solo di immigrati e ambiente, e quasi mai di Dio…>.
Potremmo concepirne un numero infinito, son certo che i lettori di Stilum Curiae sapranno farlo meglio di me.
Ma la mia considerazione provocatoria è invece un'altra, sorprendente e paradossale: il crollo dell’otto per mille è stato voluto, previsto, pianificato direttamente dal Papa, per rendere la Chiesa povera. Resa povera la chiesa (di introiti), il “povero” Papa sarà costretto a vendere i beni della chiesa, per aiutare le opere misericordiose di assistenza ai migranti, contributi al salvataggio di madre terra, gli investimenti in Amazzonia per costruire templi pagani, ecc. Venduti i beni, e non restando più nulla, lui dichiarerà che la Chiesa è finalmente tornata alla sua “originale purezza“.
Invece no, proprio per nulla.
Diventata povera, quello che questa Chiesa non farà più (essendo giustificata dalla povertà) è solo l’ evangelizzazione.
Si convertirà temporaneamente (fino ad esaurimento risorse) in una istituzione “socialmente utile “, competendo con le istituzioni “laiche”, finché non verrà assorbita da una di esse. Che ne so, dalla Fondazione di Bill Gates o da una di quelle di Soros o da Rockefeller…
Ma non mi direte che sto farneticando vero? Se solo lo pensate, temo, non abbiate capito nulla, cari stilumcuriali.
Vedrete infatti la sorpresa che si sta preparando per marzo 2020 ad Assisi (Economy of Francesco).
RVC