Acchiappaladri
@Sancte Joseph @Diodoro prima non ci facevo caso, ora (senza avere frequentazioni di molti sacerdoti) ci faccio caso e statisticamente è ben evidente il fenomeno:
mica c'è solo il caro don Minutella tormentato dal problema di coscienza dell' "UNA CUM ...".
Visto che nessun giornalista cattolico professionista ne scrive (nonostante l'imbeccata che ormai parecchie settimane fa diedi a uno dei …More
@Sancte Joseph @Diodoro prima non ci facevo caso, ora (senza avere frequentazioni di molti sacerdoti) ci faccio caso e statisticamente è ben evidente il fenomeno:
mica c'è solo il caro don Minutella tormentato dal problema di coscienza dell' "UNA CUM ...".
Visto che nessun giornalista cattolico professionista ne scrive (nonostante l'imbeccata che ormai parecchie settimane fa diedi a uno dei più coraggiosi) cercherò di scrivere io un articoletto nei prossimi giorni.

Quella scelta della doppia unione (Francesco + Benedetto Emerito) l'avevo sentita più di un anno fa da un parroco settantenne in una celebrazione domenicale: mi era sembrata allora una simpatica dimostrazione di affetto e basta. Ricapitai in quella chiesa alcuni mesi dopo e non glielo ho più sentito dire.

@polos Se ci sono state altri discorsi di don Minutella dopo quello che anche qui abbiamo commentato li ascolterò al più presto.
Con l'occasione sottolineo però "antipaticamente" che quando un uomo/donna (don Minutella o chiunque altro) ricevesse la grazia di essere usato come "strumento" per visioni o messaggi soprannaturali presentati come destinati anche ad altri, una volta che con tutte le assistenze a lui/lei disponibili si sia convinto/a di non esser matto/a e che non ci sia il Nemico di mezzo, deve riferire agli altri PARI PARI, senza nulla aggiungere o togliere.
Questo anche se non capisca bene il senso del messaggio.
Questo anche se il messaggio è "antipatico", inquietante, disturbatore del quieto vivere di noi indolenti, tiepidi cristiani.
polos
Aspettiamo l'esito e le buone notizie che certamente ci saranno dopo l'incontro fra don Minutella e i sacerdoti, il 29 giugno.
Già nell'intervento di oggi, 27 giugno, don Minutella era tutto calmo, pacifico, rassicurante: la quiete dopo la tempesta.
DolceMente
@Sancte Joseph Cerca una Messa Vera, intendo Vetus Ordo, dove non succede tutto questo. Comunioni buttate in mano in primis.
Diodoro
@Sancte Joseph Anch'io ne conosco uno che fa così- ed è un conforto.
Se fossi Sacerdote io -come scrivevo- direi "In unione con il nostro Papa", senza inserire il nome. Questo l'ho sentito fare una sola volta in assoluto.
Cercare di organizzare preti che dicano programmaticamente "in unione con il nostro papa Benedetto" significa cercare di "creare una Anti-Antichiesa". E questo è un grave …More
@Sancte Joseph Anch'io ne conosco uno che fa così- ed è un conforto.
Se fossi Sacerdote io -come scrivevo- direi "In unione con il nostro Papa", senza inserire il nome. Questo l'ho sentito fare una sola volta in assoluto.
Cercare di organizzare preti che dicano programmaticamente "in unione con il nostro papa Benedetto" significa cercare di "creare una Anti-Antichiesa". E questo è un grave errore, perché significa organizzarsi e motivarsi in funzione "Anti-" anziché in funzione "Per" (per Cristo), abbandonando i naufraghi eresiarchi ai flutti del Relativismo che hanno amato.
Sancte Joseph
Io ho due preti nella mia parrocchia: uno è progressista, modernista ecc..., l'altro tutte le volte che celebra messa la dice in unione con Francesco e il Papa emerito Benedetto. Questa alternativa è accettabile. Bhe' visto che le messe sono celebrate sempre in unione , c'è poco da fare. Unione con Francesco spero non voglia dire sintonia con le stranezze che dice in conferenza stampa , a …More
Io ho due preti nella mia parrocchia: uno è progressista, modernista ecc..., l'altro tutte le volte che celebra messa la dice in unione con Francesco e il Papa emerito Benedetto. Questa alternativa è accettabile. Bhe' visto che le messe sono celebrate sempre in unione , c'è poco da fare. Unione con Francesco spero non voglia dire sintonia con le stranezze che dice in conferenza stampa , a Scalfari e altro
Diodoro
"@Resistenza Cattolica Sconsiglio vivamente di lavorare per creare una Anti-Antichiesa."
Parte iniziale di un mio commento dell' 11 giugno a "In risposta all'articolo del dott. Tosatti..."
Giuseppe Di Tullio
Credo che la maggior parte di coloro che sono rimasti turbati dalle ultime prese di posizione di Don Alessandro,in merito alla invalidita'della santa messa celebrata in unione a Bergoglio, non hanno tenuto conto delle sofferenze (causategli satana)che questo eroico sacerdote sta affrontando per portare avanti la missione che gli è stata affidata dal Cielo.Per cui non è da escludere che il …More
Credo che la maggior parte di coloro che sono rimasti turbati dalle ultime prese di posizione di Don Alessandro,in merito alla invalidita'della santa messa celebrata in unione a Bergoglio, non hanno tenuto conto delle sofferenze (causategli satana)che questo eroico sacerdote sta affrontando per portare avanti la missione che gli è stata affidata dal Cielo.Per cui non è da escludere che il Signore stesso lo abbia illuminato in tal senso.
Sancte Joseph
A proposito c'è un particolare che mi sfugge e non è da poco, ma quella parolina incriminata e cioè UNIONE in unione con....io non l'ho ancora sentita dire nitidamente a messa( ho dormito forse?) si prega per il Papa, per il vescovo....Ora alzero'le antenne di più. Già ho preso atto che i preti non sempre seguono le parole corrette, per esempio nell'introduzione al Padre Nistro , salta fuori lo …More
A proposito c'è un particolare che mi sfugge e non è da poco, ma quella parolina incriminata e cioè UNIONE in unione con....io non l'ho ancora sentita dire nitidamente a messa( ho dormito forse?) si prega per il Papa, per il vescovo....Ora alzero'le antenne di più. Già ho preso atto che i preti non sempre seguono le parole corrette, per esempio nell'introduzione al Padre Nistro , salta fuori lo Spirito di Dio, il Vangelo di Gesù.....È raro che senta le parole giuste
Mikael Maria
@luca78 E' un'ottima osservazione la tua. Peraltro quel giorno recandosi al consiglio ecumenico delle chiese di Ginevra il papa ha ripetutamente manifestato la volontà di pervenire all'unità visibile tra la Chiesa Cattolica e le altre chiese (protestanti).
Ma queste manifestazioni di intenti bastano a far cessare il sacrificio?
Un conto è che sia in atto l'abominio della desolazione (grande apos…More
@luca78 E' un'ottima osservazione la tua. Peraltro quel giorno recandosi al consiglio ecumenico delle chiese di Ginevra il papa ha ripetutamente manifestato la volontà di pervenire all'unità visibile tra la Chiesa Cattolica e le altre chiese (protestanti).
Ma queste manifestazioni di intenti bastano a far cessare il sacrificio?
Un conto è che sia in atto l'abominio della desolazione (grande apostasia)...
Un'altro conto a mio avviso è il fatto che oltre a questa sia già venuto meno il rinnovamento del sacrificio eucaristico.

In ogni modo cose su cui riflettere ce ne sono. Credo dobbiamo affidarci in preghiera a Dio per fare discernimento su quanto sta accadendo. Non è per niente facile districare la mente nel mezzo di questa nebbia fitta.
Acchiappaladri
@luca78 @Massimo M.I. grazie della opportunità di leggere quella ben argomentata e rispettabile opinione di don Curzio Nitoglia sul rapporto fra "una cum ...", papa sospettato di essere fasullo e validità della messa.

Da forse qualche anno su internet ho trovato simili argomentazioni di don Nitoglia (che però erano indirizzate con sana e rispettosa polemica a suoi confratelli sedevacantisti) …More
@luca78 @Massimo M.I. grazie della opportunità di leggere quella ben argomentata e rispettabile opinione di don Curzio Nitoglia sul rapporto fra "una cum ...", papa sospettato di essere fasullo e validità della messa.

Da forse qualche anno su internet ho trovato simili argomentazioni di don Nitoglia (che però erano indirizzate con sana e rispettosa polemica a suoi confratelli sedevacantisti) ma mai la avevo letta esposta così bene.

Don Nitoglia è un bravo prete cattolico, dotto e coraggioso, anche per aver avuto il coraggio, dopo studio e preghiera di cambiare più volte opinione sul rapporto da tenere con la Chiesa post-conciliare (formatosi come lefebvriano, poi divenuto sedevacantista sui generis insieme a don Ricossa e altri compagni ex lefebvriani, se ho capito bene negli ultimi anni ha riconosciuto la legittimità ed autorità dei papi post-conciliari pur criticandone duramente i gravi errori che secondo lui essi fecero e riguardo a papa Francesco, pur continuando a riconoscerne l'autorità, lo considera eretico, insomma NON più membro della Chiesa di cui continua però ad essere gerarchicamente Capo).

Mi sento in dovere di condividere qui il commento che recentemente ho raccolto da un sacerdote religioso molto pio, forse meno dotto in canonistica di don Nitoglia, ma stimatissimo in Italia come cattolico DOC, sulla originale opinione attuale di don Nitoglia su papa Francesco:
quel pio religioso, che pure stima don Nitoglia e che pure privatamente confessa forti dubbi sulla possibilità di dichiararsi ancora in comunione con papa Francesco, trova poco convincente quella sua opinione.

Nel caso particolare delle ultime dichiarazioni di don Minutella trovo comunque POCO ATTINENTE l'opinione di don Nitoglia:
cercando di ripetermi il meno possibile, risottolineo che don Minutella dichiara che il suo invito NON è legato al fatto che Francesco sia o no oggi il papa, che sia o no eretico.
Il punto decisivo del convincimento che don Minutella è arrivato a chiarire nel video sopra riportato è che ultimamente è già iniziato l'Abominio della Desolazione e che quelle messe "una cum..." in qualche modo sono da ciò invalidate [don Minutella: se ho mal sintetizzato il suo convincimento mi perdoni e mi corregga].
Che io sappia nessun cattolico "conciliarista" (dico così con simpatia, solo per intendere che fra le tante fazioni di sedevacantisti ce ne sono forse anche di quelle che avevano già ipotizzato qualche cosa di simile, ma iniziato già decenni fa) fino ad ora aveva espresso in pubblico questo convincimento sull'Abominio della Desolazione: don Alessandro, che abbia ben capito o che si sia ingannato, ha comunque il primato su questo punto.

Se ce ne fosse bisogno abbiamo la riprova che siamo in mezzo alla nebbia sulfurea circondati da trappole sataniche anche di tipi che nei secoli scorsi erano solamente state ipotizzate da dotti e mistici ma che mai i nostri antenati avevano visto realizzate.
Guardiamo in alto al Santissima Trinità e alla Theotokos per non perderci perché quaggiù anche i pastori in buona fede sono in difficoltà a insegnarci come meglio evitare quelle nuove insidiose trappole.
Questo ci era stato predetto: ma io avrei preferito non vivere durante la realizzazione di questa profezia. Che il Signore voglia misericordiosamente aiutarci in modo straordinario per non farci sbagliare strada.

P.S. @alda luisa corsini brava! :-)
Diodoro
Scusate, lo ripeto per l'ultima volta (sotto questo video): comunque il punto centrale resta il quando e il come Bergoglio sia divenuto "non-Papa".
Non c'è il dire né il pensare "È un personaggio vestito di Bianco che non ci conferma nella Fede, ma ci stravolge: si arrangi lui, e campiamo noi il più cattolicamente possibile, SENZA il sostegno di un Papa, a cui avremmo pieno DIRITTO!"
Testimone82
dubito che BXVI si senta "in comunione" con quello che dice don Minutella. Quindi ne consegue un paradosso: don Minutella si mette in comunione con un Papa che non è in comunione con lui.
DolceMente
I veri cattolici hanno già lasciato la messa della falsa chiesa da un bel pezzo... ;-)
Mikael Maria
Beh, all'improvviso ha detto che non dobbiamo più partecipare alla messa dove viene recitata la formula di comunione con Bergoglio. Svolta o non svolta... questo è un passo inavanti dirompente.
Il fatto è che questo pone delle domande:
- perchè all'improvviso compiere questa scelta di rottura? allora le messe a cui abbiamo partecipato per 5 anni (dal 2013 in poi) erano tutte invalidate visto che …More
Beh, all'improvviso ha detto che non dobbiamo più partecipare alla messa dove viene recitata la formula di comunione con Bergoglio. Svolta o non svolta... questo è un passo inavanti dirompente.
Il fatto è che questo pone delle domande:
- perchè all'improvviso compiere questa scelta di rottura? allora le messe a cui abbiamo partecipato per 5 anni (dal 2013 in poi) erano tutte invalidate visto che erano in comunione con Bergoglio?
- cosa ha determinato il fatto che ora non dobbiamo più partecipare alla messa in comunione con Bergoglio? insomma... perchè prima di oggi si... e ora non più?
- poi ci sarebbero altre domande da farsi... attinenti a profezie come quella di Daniele riguardo l'ultima delle 70 settimane... ...dove si dice che la cessazione del sacrificio avviene a metà settimana. Allora siamo giunti a metà settimana? Come è che stata procurata la cessazione del sacrificio?

Mah... la confusione è totale dopo le tristi esternazioni di Don Alessandro
DolceMente
Don Minutella non ha avuto nessuna svolta, è sempre rimasto coerente con il suo pensiero. Condivisibile o meno.
Giuseppe Di Tullio
Dio benedica Don Alessandro
Mikael Maria
Comunque pure io sono sconcertato da quanto sta dicendo Don Alessandro Minutella
Mikael Maria
Da chi è stato ricevuto questo messaggio Massimo?
Massimo M.I.
Falsa profeta, molto strano: La Mia Santa Eucarestia deve ancora essere ricevuta da voi. Non dovete interrompere il vostro Sacrificio quotidiano, poiché non sarete voi ad essere costretti a prendere questa decisione
Mercoledì, 27 febbraio 2013, alle ore 15:30

Mia amatissima figlia, le Messe quotidiane continueranno per un certo periodo tempo ed Io raccomando a tutti i Miei seguaci di continuare …More
Falsa profeta, molto strano: La Mia Santa Eucarestia deve ancora essere ricevuta da voi. Non dovete interrompere il vostro Sacrificio quotidiano, poiché non sarete voi ad essere costretti a prendere questa decisione
Mercoledì, 27 febbraio 2013, alle ore 15:30

Mia amatissima figlia, le Messe quotidiane continueranno per un certo periodo tempo ed Io raccomando a tutti i Miei seguaci di continuare a frequentarle, come prima.

La Mia Santa Eucaristia deve ancora essere ricevuta da voi. Non dovete interrompere il vostro Sacrificio quotidiano, poiché non sarete voi ad essere costretti a prendere questa decisione. Verrà dichiarato di adattarsi ad un diverso genere di sacrificio a Dio e voi discernerete, all’istante, quando ciò succederà, perché la pratica della Santa Messa sarà arrestata dal falso profeta. Al posto della Santa Messa vi sarà un mondiale, rituale pagano e voi, Miei cari seguaci, benedetti con il Dono dello Spirito Santo lo riconoscerete, per quello che sarà.

Non dovete mai e poi mai abbandonare la Chiesa che Io ho dato al mondo, la quale è fondata sui Miei insegnamenti, ed il sacrificio della Mia morte sulla Croce, presentati a voi assieme ai Doni più Sacri.

Voi, Miei amati seguaci, siete la Mia Chiesa. I Miei amati sacerdoti ed il clero, benedetti con il Dono dello Spirito Santo, non Mi abbandoneranno mai. Né, essi vi abbandoneranno. E così, la Mia Chiesa continuerà a vivere, poiché non potrà mai morire. La Chiesa è il Mio Corpo sulla Terra, e di conseguenza, non potrà mai essere distrutta. Eppure sarà schiacciata, tormentata, abbandonata e poi lasciata nella desolazione a morire. Sebbene, da parte dei Miei nemici, venga compiuto ogni sforzo per distruggerla fino all’ultimo brandello di vita, la Mia Chiesa risorgerà di nuovo. Ricordate, malgrado tutto, essa non morirà mai, anche se potrebbe sembrare il contrario.

Le dimensioni della Mia Chiesa sulla Terra saranno ridotte ed essa diventerà, senza averne colpa, l’Esercito Rimanente.

Il Mio Vero Vicario, estromesso, lotterà al meglio delle sue capacità per condurre i figli di Dio. Sarò Io, Gesù Cristo, a guidarvi, sollevarvi e liberarvi dal male, che sarà imposto su di voi; un male, che giungerà ad una repentina e terribile fine, per tutti coloro che si schiereranno con l’anticristo ed suoi schiavi.

Il vostro Gesù
Massimo M.I.
Articolo che fa riflettere ... 🙏

A SEGUITO DELL'INVITO DI don MINUTELLA A DISERTARE LE SANTE MESSE PERCHÉ SI SAREBBE REALIZZATO GIÀ L'ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE.

DIAMO LA PAROLA AD UN MINISTRO DI DIO, FONTE E PAROLA PIÙ AUTOREVOLE DELLA NOSTRA.
DICE: D.CURZIO NITOGLIA A PROPOSITO DELLA MESSA UNA-CUM:

Non vi è nessun peccato nel nominare nel Canon Missae il nome …More
Articolo che fa riflettere ... 🙏

A SEGUITO DELL'INVITO DI don MINUTELLA A DISERTARE LE SANTE MESSE PERCHÉ SI SAREBBE REALIZZATO GIÀ L'ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE.

DIAMO LA PAROLA AD UN MINISTRO DI DIO, FONTE E PAROLA PIÙ AUTOREVOLE DELLA NOSTRA.
DICE: D.CURZIO NITOGLIA A PROPOSITO DELLA MESSA UNA-CUM:

Non vi è nessun peccato nel nominare nel Canon Missae il nome del Papa ritenuto, ma non provato, decaduto dal Pontificato perché ammesso e non concesso che non sia membro della Chiesa per eventuale indegnità o eresia, ne resta il Capo e il fondamento visibile quanto al governo. Quindi è lecito celebrare e assistere alla Messa “una cum” senza commettere alcun peccato mortale.

Un battezzato scellerato per vita immorale o per mancanza di fede, ma eletto canonicamente Papa non è più membro vivo o tout court della Chiesa, però ne resta il Capo (anche se indegno) quanto al potere di giurisdizione. Quindi la governa visibilmente e lo si deve nominare nel Canone della Messa senza per questo macchiarsi di peccato e sporcare la Chiesa, che è Santa quanto alla sua natura (Corpo Mistico di Cristo), al suo fine (il Cielo), alla sua origine (Dio) e ai suoi mezzi (Sacramenti, Magistero infallibile e Leggi), ma è composta di membri santi e peccatori per divina volontà. Il Papa come membro può essere un peccatore anche contro la fede, ipoteticamente potrebbe essere considerato “eretico”, ma solo in maniera puramente investigativa o dubitativa, come quando S. Tommaso d’Aquino si chiede in forma fittiziamente dubitativa “An Deus sit / Se Dio esista” (S. Th., I, q. 2, a. 3), tuttavia in entrambe i casi resterebbe Capo visibile (anche se indegno) della Chiesa quanto al governo di Essa.

Ora privare oggi, in questo mondo infernale, i fedeli della Messa tradizionale perché viene celebrata nominando nel Canone il nome del Papa regnante è un azzardo scellerato, che espone la maggior parte dei fedeli al rischio prossimo di non poter vivere in stato di grazia abitualmente, privandoli di tutti Sacramenti amministrati “una cum”.

I fedeli possono andare ad ogni Messa tradizionale (celebrata anche non “una cum”). Infatti è il Ministro che risponde a Dio delle sue scelte, mentre il fedele deve solo rispondere se ha osservato o meno il 3° Comandamento: “Ricordati di santificare le feste”.

Non dimentichiamo mai l’insegnamento dell’Angelico secondo cui “Dio non abbandona mai la sua Chiesa al punto da non poter trovare ministri sufficienti per le necessità del popolo” (S. Th., Suppl., q. 36, a. 4, ad 1).

Ora, se gli unici Sacramenti leciti fossero quelli amministrati non “una cum”, i ministri cattolici sarebbero forse un centinaio su un miliardo e mezzo di fedeli cattolici. Quindi sarebbero totalmente insufficienti per le necessità del popolo.