Clicks4.4K

Il deep state miliare contro Trump: se sarà rieletto lo faranno fuori?

Qualcuno l’ha chiamata la “rivolta dei generali”. E’ quella che si sta consumando nelle ultime settimane a Washington, da quando il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha esplicitamente avanzato la possibilità di ricorrere all’uso delle forze armate per placare le rivolte.

I moti degli Stati Uniti non assomigliano per nulla a innocue proteste pacifiche. Le devastazioni hanno provocato già gravi danni, e uomini delle forze dell’ordine hanno perduto la vita nel tentativo di porre un freno alle violenze.

E’ esattamente quanto accaduto all’ufficiale di polizia afroamericano, David Dorn, sul quale i media italiani non hanno detto praticamente nulla, troppo impegnati evidentemente nel processo di beatificazione del criminale pluricondannato George Floyd.

Ma gli alti ranghi militari degli Stati Uniti non si sono schierati con il loro comandate in capo.

Hanno preferito schierarsi dalla parte di chi sta mettendo a ferro e fuoco le strade americane.

Il primo a guidare la rivolta è stato il segretario alla Difesa, Mark Esper, che ha praticamente smentito il suo presidente in una dichiarazione nella quale si è dichiarato contrario all’uso dell’esercito per frenare le rivolte.

Trump non ha gradito troppo l’uscita del suo segretario che è stato prontamente convocato all’ufficio ovale per rispondere della sua posizione ostile.

Esper non ha mostrato un atteggiamento di aperta condanna nei confronti delle rivolte che stanno manifestando sempre di più il loro chiaro tentativo di destabilizzare il Paese per portare ad una fine non democratica della presidenza Trump.

I due gruppi in prima linea nei disordini sono sostanzialmente Antifa e Black Lives Matter, entrambi finanziati da George Soros. Il primo annunciò nel 2017 che era necessario dare vita ad una strategia antidemocratica per portare alla fine del “regime” di Donald Trump.

Una chiamata al golpe vera e propria che non venne pubblicata su uno dei volantini dei gruppi di estrema sinistra, ma sulle pagine del New York Times, uno dei quotidiani più celebri al mondo e probabilmente il più ostile a questa amministrazione presidenziale.

Questo sicuramente è un’importante conferma di come quanto stia accadendo fosse già stato in realtà preparato largamente in anticipo.

La morte di George Floyd, le cui circostanze restano da chiarire dal momento che il referto autoptico ha escluso l’omicidio, è stato il segnale atteso per scatenare il caos.

E il deep state, lo stato profondo di Washington dove si intrecciano inestricabilmente interessi industriali, militari e finanziari sta appoggiando questa strategia eversiva.

Esper non è rimasto isolato. Sono subito giunti in suo soccorso i massimi vertici militari delle istituzioni americane.

Il Capo di Stato maggiore, il generale Mark Milley, all’indomani della dichiarazione di Trump ha emesso una sorta di memorandum diretto agli alti vertici delle forze armate nei quali li esorta a ricordare il giuramento fatto di proteggere la Costituzione e “il diritto alla libertà di parola e alle riunioni pacifiche.”

La dichiarazione di Milley è sembrata un attacco al comandante in capo, dal momento che ha difatti dato una legittimazione politica alle rivolte definendole “pacifiche.”

Il dovere delle forze armate è quello di proteggere e di obbedire al loro comandante in capo, Donald Trump.

Gli alti ranghi militari sono giunti all’insubordinazione manifesta e si sono in teoria già macchiati di una condotta che potrebbe costargli la corte marziale.

Dopo il Capo di Stato maggiore, è arrivato un altro fendente contro il presidente scagliato direttamente dal precedessore di Esper, il generale Mattis, soprannominato “cane pazzo”.

I contrasti tra Mattis e Trump erano all’ordine del giorno. Il generale non sopportava la politica di disimpegno militare del suo comandante.

A portare alla rottura definitiva fu la decisione di Trump di ritirare il contingente militare in Siria. Il presidente fu costretto ad allontanare Mattis per il suo ostruzionismo.

Mattia scrisse una lettera al veleno contro di lui, accusandolo di favorire con questa decisione un potenziale ritorno dell’ISIS.

Il generale, sicuramente una delle espressioni più rappresentative del deep state militare, ha ovviamente capovolto nel suo atto d’accusa causa ed effetto.

L’ascesa dell’ISIS è stata possibile solo grazie al tentativo di rovesciare Assad e nel corso della lunga guerra civile siriana sono emerse chiare contiguità tra i terroristi islamici e le forze armate americane in Siria.

Ma il deep state non ha interesse a porre fine alle interminabili guerre scatenate da Washington dalla fine della seconda guerra mondiale.

Al contrario, deve continuare a destabilizzare e aggredire tutti coloro che si mettono sulla sua strada.

Chi si è opposto, è stato ucciso o rovesciato con un colpo di Stato, come già capitato a Salvador Allende o a Slobodan Milosevic.

La ragione è che le élite globaliste hanno assegnato agli Stati Uniti il ruolo di guardiano del nuovo ordine mondiale come scrisse chiaramente qualche tempo fa l’Economist, settimanale di proprietà di due famiglie tra le più influenti del comitato dei 300, gli Agnelli e i Rothschild.

Senza la potenza militare degli USA il piano rischia di naufragare definitivamente. Le élite hanno bisogno dell’America per poter arrivare al loro “sogno” di un governo unico mondiale.

E’ per questo che Trump rappresenta una minaccia mortale per questi poteri, probabilmente la più pericolosa in assoluto dai tempi di Kennedy nei primi anni’60.

Le analogie tra questa presidenza e quella del presidente democratico non sono trascurabili.

Kennedy ebbe scontri durissimi con il deep state dopo il fallito tentativo nel 1961 di invasione di Cuba naufragato sule sponde della baia dei Porci.

E’ rimasta celebre la fase del presidente di “fare in mille pezzi la CIA e di spargerla al vento”.

Il deep state non si arrese. Un anno dopo, nel 1962, il capo di Stato maggiore dell’epoca, il generale Lyman Lemnitzer, presentò al presidente un piano denominato “Operazione Northwood”.

Il piano prevedeva la realizzazione di attacchi terroristici contro obbiettivi civili americani, eseguiti presumibilmente attraverso il coordinamento delle agenzie di intelligence come la CIA.

In un secondo momento, sarebbe stato accusato Fidel Castro di aver concepito gli attentati fornendo così a Washington il pretesto per un’altra invasione.

E’ quella che nel gergo dell’intelligence si chiama “false flag”, la falsa bandiera che prevede anche la possibilità di auto-attentati tali da creare il casus belli necessario per poter attaccare un Paese nemico.

Gli alti vertici militari erano pertanto pronti ad attaccare il loro stesso Paese e ad uccidere americani innocenti. Una circostanza da ricordare a chi ricorre alla categoria del “complottismo” per descrivere una simile eventualità.

Ad ogni modo, Kennedy rifiutò il piano e licenziò Lemnitzer. Un anno dopo, a Dallas, il presidente veniva ucciso.

JFK rappresentava una minaccia per il ramo militare del deep state e per le grandi élite internazionali che non potevano permettersi che ci fosse un presidente ostile ai loro piani.

Quasi 60 anni dopo, alla Casa Bianca c’è un altro presidente che vuole separare gli Stati Uniti dal nuovo ordine mondiale.

E’ per questo che a Washington tra i vertici militari si respira aria di congiura.

E’ per questo che Trump rappresenta l’ultimo ostacolo sulla strada di questi poteri.

Se il presidente si dovesse aggiudicare un secondo mandato, riuscirebbe con ogni probabilità a realizzare il disimpegno definitivo della presenza militare USA nel mondo.

E le probabilità che Trump vinca sono alte, considerata la debole candidatura di Joe Biden.

Il deep state si è messo in moto. Le élite potrebbero essere pronte a porre fine alla presidenza Trump esattamente come fecero per la presidenza Kennedy.

(Cesare Sacchetti)

Fonte:

https://lacrunadellago.net/2020/06/18/la-rivolta-dei-generali-il-deep-state-e-pronto-a-far-fare-a-trump-la-fine-di-kennedy/
malemp
TRUMP & ISRAEL is the question
alda luisa corsini
Ma come, tre mesi fa leggevo che le forze armate erano fedeli a Trump e che questo costituiva una sorta di assicurazione per lui per una sua rielezione...
polos
E' vero in generale, ma i traditori ci sono dappertutto, e si rivelano magari solo molto tardi nello svolgimento della partita...

Da fonte sicura ci viene rassicurato che i traditori sono una minoranza, quindi non potranno far saltare il piano. Ed io ci credo fermamente. Dobbiamo sempre ricordare che la loro arma migliore è sempre di farci paura, di cercare a convincerci che siamo la mino…More
E' vero in generale, ma i traditori ci sono dappertutto, e si rivelano magari solo molto tardi nello svolgimento della partita...

Da fonte sicura ci viene rassicurato che i traditori sono una minoranza, quindi non potranno far saltare il piano. Ed io ci credo fermamente. Dobbiamo sempre ricordare che la loro arma migliore è sempre di farci paura, di cercare a convincerci che siamo la minoranza, ma ormai è tardi per loro... Avremo delle vittorie che nessuno si sarà mai neanche sognato!! Anche nella politica, e specie in quella italiana! I giorni di Conte sono... contati ormai...
polos
E' molto difficile capire il vero ruolo di Trump.

Trump è un eroe. La storia confermerà questo. Poi è stato profetizzato che si convertirà al Cattolicesimo (quello vero, non alla falsa chiesa), e stiamo aspettando. La mano del Signore è certamente su di lui.

In segreto ha ormai (quasi) totalmente smantellato il "deep state" (con una vera "macchina da guerra" segreta e super tecnologica a sua …More
E' molto difficile capire il vero ruolo di Trump.

Trump è un eroe. La storia confermerà questo. Poi è stato profetizzato che si convertirà al Cattolicesimo (quello vero, non alla falsa chiesa), e stiamo aspettando. La mano del Signore è certamente su di lui.

In segreto ha ormai (quasi) totalmente smantellato il "deep state" (con una vera "macchina da guerra" segreta e super tecnologica a sua disposizione), solo che è un'impresa molto ardua! Se vincerà le prossime elezioni, è finita definitivamente per i suoi nemici... I media non riporteranno mai tutti i suoi veri successi, e non sto qui ad elencarli tutti...

Quello che scrivo non lo può capire chi non segue Q Anon, e uno dei suoi migliori interpreti, conosciuto come "praying medic". Chi pensa che Q Anon sia una teoria del complotto è segno che è succube dei mass media e di tutto quel lavaggio di cervello che hanno provato a farci negli ultimi decenni... E qui è molto dura (e lunga) a liberarsi... Meno male che personalmente ho avuto poca esposizione, quindi ho fatto veloce a correggere le falsità diffuse.

So cosa scrivo, e so che è vero. La storia darà ragione! Preghiamo affinché Trump vinca anche le prossime elezioni, e sarà il trionfo più gigantesco nel mondo della politica degli ultimi decenni!

E lo sapete che Bergoglio teme Trump come pochi? Anche Bergoglio aveva sperato che vincesse la (satanista) H. Clinton, ma il diavolo si è scordato di coprire la pentola, e la strega ha preso un calcio nel posteriore, non solo, ma in futuro vestirà di arancione, su un isola molto isolata... E anche Obama farà la stessa fine, è già tutto in atto (vedi i tweet di Trump), solo che è una partita di scacchi, che richiede tempo e (molta) pazienza, e mosse giuste al momento giusto...
N.S.dellaGuardia
Nessuno è perfetto, nemmeno Trump. È vero che però la sua figura, da uomo sostanzialmente libero e svincolato da legacci di logge ed affini (o così sembra), non è statica ma è andata evolvendo negli anni, in senso drammaticamente positivo.
Lo scontro frontale col Deep State ha come prova lo smantellamento costante e inflessibile di parent parenthood, la lobby dell'aborto più potente del mondo! …More
Nessuno è perfetto, nemmeno Trump. È vero che però la sua figura, da uomo sostanzialmente libero e svincolato da legacci di logge ed affini (o così sembra), non è statica ma è andata evolvendo negli anni, in senso drammaticamente positivo.
Lo scontro frontale col Deep State ha come prova lo smantellamento costante e inflessibile di parent parenthood, la lobby dell'aborto più potente del mondo! Basta questo per capire chi sia. E non lo fa certo per "interessi elettorali"!
Sua moglie è cattolica!
Magari non sembra, ma sono dettagli che in questi tempi suonano come una CONTRORIVOLUZIONE!
Dio lo assista.
Fredrick69
MESSAGGI DA NON LEGGERE IN QUANTO NON APPROVATI DALL ATTUALE CHIESA (in particolare quella PARTITA DAL 1968) ......

"Sono il Dio dell’Amore e non dell’odio"

Avola, 16 aprile 2008, ore 10:30 – Messaggio di Gesù

Giuseppe Auricchia: “Ritornato dalla Santa Messa, sono andato a letto tra DOLORI E SOFFERENZE, pregavo Gesù per la salvezza di questo mondo, vedo Gesù che mi dice”:

Gesù:
"Non esse…More
MESSAGGI DA NON LEGGERE IN QUANTO NON APPROVATI DALL ATTUALE CHIESA (in particolare quella PARTITA DAL 1968) ......

"Sono il Dio dell’Amore e non dell’odio"

Avola, 16 aprile 2008, ore 10:30 – Messaggio di Gesù

Giuseppe Auricchia: “Ritornato dalla Santa Messa, sono andato a letto tra DOLORI E SOFFERENZE, pregavo Gesù per la salvezza di questo mondo, vedo Gesù che mi dice”:

Gesù:
"Non essere triste, sono Io, sono qui Giuseppe, con te, in te, per te e tu sei con Me, per Me. Io ti amo e vorrei che tu scrivessi queste Mie parole di testimonianza di Me.
Giuseppe, aiutami a salvare il mondo col dono, donandoti a più anime possibili, è il solo fine di un padre che vuole la salvezza dei propri figli.

IO, GESÙ, IL SALVATORE E REDENTORE DI TUTTA L'UMANITÀ, DICO ch CHE L’UMANITÀ DI TUTTE LE RAZZE,, DI TUTTE LE FILOSOFIE PIÙ O MENO ERRATE, PIÙ O MENO NELLA VERITÀ,

CHE IN TUTTO CIÒ CHE VIENE DALL'ALTO ANCHE SE POI È NASCOSTO DAL (PENSIERO UMANO), IN TUTTE LE FILOSOFIE, ED INSEGNAMENTI,, MA ATTENZIONE ALLA MENZOGNA DEL MALIGNO CHE SI TRAVESTE DI ANGELO DI LUCE, SPECIE IN QUESTI ULTIMI GIORNI MALVAGI.

Si traveste da FALSI SACERDOTI, FALSI APOSTOLI E DISCEPOLI, DICE FALSE PAROLE ATTRAVERSO DOTTRINE TEOLOGICHE PARTENDO DA UNA VERITÀ, CHE È LA MIA........

MA È CORROTTA DAL( PENSIERO UMANO), QUINDI SONO DOTTRINE DEMONIACHE CHE SI INFILTRANO NELLA MENTE E NEI CUORI DEGLI UOMINI PER CORROMPERLI E CONDIRLI SU FALSE PISTE E FARLI PERDERE NELLE FORESTE INFERNALI, DOVE POI SARANNO DIVORATI DALLE FIERE DI LUCIFERO.
OGGI SATANA AGISCE SU TUTTI COLORO CHE AMANO Me E LA VERITÀ.

Scrivi ancora, sono Io che te lo ordino, SONO IO LA VOSTRA VITA ETERNA. È Me che amate sulla Terra e significa che starete con Me in Cielo.
UMANITÀ, PIÙ TI ALLONTANI DA ME CHE SONO la LUCE, PIÙ CADRAI NEL BUIO DEL MIO E TUO NEMICO, più non Mi ami e più Mi odierai e più il castigo si farà immensamente insopportabile e dal quale non potrete più tornare indietro verso di Me.

Chiamo ancora TUTTI VOI SACERDOTI DI TUTTE LE RAZZE E DI TUTTI I COLORI DI PELLE, IO SONO L'UNICA E VERA VERITÀ, VENITE A ME CHE VI SANERO' LE FERITE BEVENDO IL MIO SANGUE CHE VI PURIFICHERÀ IN ETERNO, POICHÉ IO SONO IL DIO DELL'AMORE E NON DELL'ODIO, IO SONO IL DIO VERO.

Io lascerò che in questi ultimi giorni OGNUNO di DI VOI, INDIVIDUO SU INDIVIDUO, ANIMA SU ANIMA, SPIRITO SU SPIRITO, CHE OGNUNO SCELGA DA SOLO IL SUO ETERNO DESTINO, LASCERÒ A VOI LA SCELTA DELLA VOSTRA VITA (ETERNA) O CONDANNA, E SARETE VOI STESSI CHE VI CONDANNERETE ATTRAVERSO I VOSTRI ATTI E PENSIERI, e SOPRATTUTTO DEI VOSTRI PECCATI, CHE FANNO DI VOI DELLE BESTIE SENZA DISCERNIMENTO DELLA VOSTRA IMPERFEZIONE.

È LA RAGIONE CHE DIFFERENZIA L'UOMO DALLA BESTIA.

TI LASCERÒ SOLO, UOMO, TI LASCERÒ SOLO CON TE STESSO SE NON RIVOLGERAI LO SGUARDO VERSO IL CIELO È VERSO DI ME CHE TI ATTENDO MISERICORDIOSO COME SEMPRE, UOMO, non preoccuparti di nulla preoccupati invece di presentarti a Me in CANDIDA VESTE.

VENITE CON LE VOSTRE LUCERNE PIENE DI OLIO SANTO, È L'AMORE CHE VI CHIEDO, VENITE A ME, OGNI MOMENTO DELLA VOSTRA VITA, VIENI A ME POPOLO MIO".

SIA LODATO GESÙ CRISTO .....AVE MARIA SANTISSIMA ........amen .....
solosole
Messaggi di Avola incredibili, chi ne contrasta la diffusione renderà amaramente conto a Dio
Don Reto Nay
@Diodoro: Non nego che tanti demoni oppongono Trump, ma poi, guardando ai suoi amici (tipo Netanyahu, Arabia Saudita) non è che rimango molto convinto.
Diodoro
@Don Reto Nay Su quegli "amici" sono più che concorde con lei, Reverendo. Resta il fatto che a livello mondiale i due innominabili, non adatti al NWO, sono Trump e Putin. Il Sistema si struttura esplicitamente oggi, in occasione dell'epidemia... i due nominati sono stati accusati, dal medesimo Sistema, di strage dei loro popoli
Diodoro
@Don Reto Nay Diciamo allora che il fatto che abbia contro il Satanismo USA e mondiale, che lo tratta come un sotto-uomo, testimonia che non è un satanista. Direi che questo vale sempre: NESSUN uomo è immacolato; alcuni però sono volutamente e attivamente al servizio di "colui che può far perire l'anima e il corpo nella Geenna"
Don Reto Nay
Purtroppo, bisogna dire che Trump ha combinato poco. Ha promesso molto e cose molto buone, ma poi niente. Ma promettere e poi trascurare le promesse è il coronavirus della politica.
nolimetangere
Con dei nemici di quel livello è anche troppo grande come impresa essere stati eletti. Che poi lascino fare. No gli oppongono il sistema contro, the brick wall, come l'hanno opposto a Salvini e a chiunque non esegua i loro ordini. Sono riusciti ad usurpare il Vaticano.. La mafia di San Gallo e le lobby gay sono tentacoli della stessa piovra.
Chiunque lotti contro NOM è il benvenuto.
nolimetangere
Incredibile. I militari sono stati sempre di destra.. Almeno la maggioranza. Questo è il colpo finale alla democrazia più democrazia al mondo. Preghiamo per Trump e per l'umanità che si liberi e non cada sotto il giogo dei satanisti massoni.
Massimo M.I.
" democrazia più democratica del mondo" è una bella barzelletta! Poi la democrazia è un male, ricordiamo che il popolo gridò : crocifiggilo. Viva la teocrazia, governo di Dio e quelli unti da Lui. Quanti mali si nasconde dietro la democrazia!
Massimo M.I.
Poi se chiami libertà, la possibilità di poter fare le cose più assurde, hai ragione, anche il diavolo si è liberato da Dio (crede)
nolimetangere
No scusami dovevo virgolettarla, era nata e dicevano di sè la democrazia più grande del mondo. Ma fu iniziata dai Padri Pellegrini ma poi andó ai Grembiulini.
Come sempre lasciano fare e lasciano lottare e poi strappano la preda.

Certe cose vanno e certe cose non vanno. Come dappertutto. Ma in confronto al Partito Comunista Cinese preferisco gli USA. In confronto alla dittatura coreana o …More
No scusami dovevo virgolettarla, era nata e dicevano di sè la democrazia più grande del mondo. Ma fu iniziata dai Padri Pellegrini ma poi andó ai Grembiulini.
Come sempre lasciano fare e lasciano lottare e poi strappano la preda.

Certe cose vanno e certe cose non vanno. Come dappertutto. Ma in confronto al Partito Comunista Cinese preferisco gli USA. In confronto alla dittatura coreana o venezuelana preferisco gli USA.
Anche la repubblichetta italiana ha tanti scheletri nell'armadio. Certo non permetteva schifezze d'ordine morale, ma poi permetteva la mafia e la permette. Che la mafia non puó stare senza la politica e la politica non puó stare senza mafia.
Nel complesso tra gli errori orrori di piccoli Paesi a regime comunista e gli USA, comunque sempre preferisco gli USA. Non mi piacciono le porcherie che ha fatto, ma quelle degli altri a cominciare dall'oriente e Medio Oriente e Russia stalinista mi piacciono ancor meno. E questi solo per non pescare in stati del sudamerica o centroamerica...

Insomma è la meno peggio.

Il luogo ideale non esiste, la democrazia ideale non esiste, perchè certi cattivi sentimenti spingono gli uomini a cattive cose, in primis opprimere il prossimo, peró preferirei vivere negli USA piuttosto che in Cina o Iran o Corea o altro.

Certamente non è l'ideale di democrazia, ma è la meno peggio.
Che poi nelle buone cose venga veicolato anche il marcio è un dato di fatto. Ma quale Paese ne è immune?
I Paesi sono gruppi di uomini confederati in una forma di società che cerca di darsi delle regole. Gli uomini hanno pregi e difetti. Poi c'è chi dà di matto per il potere sugli altri.
Non trovo storie limpide nella storia dell'umanità.

Ma varie sfumature di grigio.

Se sono passati 2000 anni dalla venuta di Cristo e stiamo a questo punto, se con l'aiuto della grazia non si è riusciti a creare una società buona per tutti, cosa potrà mai essere la società senza Dio in balia di NOM?
Per cui chi combatte NOM per me è meglio degli altri, almeno non è massone.
nolimetangere
Dai Padri Pellegrini ai Grembiulini. Questo dualismo esiste ancora negli USA.
Nessuno è perfetto ma nessuno arriva alla perfidia dei massoni.