00:46
P.Elia
1520
Essere o Avere? Essere o Avere? Domenica 31 Luglio XVIII del T.O. Cari fratelli e sorelle, Gesù, nel brano del Vangelo di Luca che ascolteremo Domenica 31 Luglio, ci rivela un aspetto importante del …More
Essere o Avere?

Essere o Avere?
Domenica 31 Luglio XVIII del T.O.

Cari fratelli e sorelle, Gesù, nel brano del Vangelo di Luca che ascolteremo Domenica 31 Luglio, ci rivela un aspetto importante del nostro essere profondo così come suo Padre, Dio ci ha creati. La qualità, più che la durata, della nostra vita sulla terra non dipende da ciò che possediamo, ma da ciò che siamo. La verità è che non saremo mai felici fino a quando non scopriamo e, con l’aiuto di Dio, non realizziamo la nostra più vera e profonda identità, quella cioè di essere figli di Dio destinati alla vita eterna…
Giorgio Tonini
Caro P.Elia, essere o avere? Questo fatto di cronaca successo un paio di giorni fa può dare qualche indicazione sui tempi che viviamo. ..
…Botte tra il parroco e un fedele fuori la chiesa ad Aversa, nel Casertano, dove martedì mattina i due si sono picchiati in strada ed è stato necessario che alcune persone li dividessero perché la violenza cessasse. Il tutto è stato ripreso da una videocamera …More
Caro P.Elia, essere o avere? Questo fatto di cronaca successo un paio di giorni fa può dare qualche indicazione sui tempi che viviamo. ..
…Botte tra il parroco e un fedele fuori la chiesa ad Aversa, nel Casertano, dove martedì mattina i due si sono picchiati in strada ed è stato necessario che alcune persone li dividessero perché la violenza cessasse. Il tutto è stato ripreso da una videocamera di sorveglianza e il filmato. La Diocesi di Aversa ha aperto un’indagine per chiarire quanto avvenuto. Secondo quanto finora emerso, dopo la celebrazione di un funerale un parente del defunto avrebbe lasciato un’offerta, giudicata però troppo bassa dal parroco. Ci sarebbe stato un alterco proseguito all’esterno della chiesa e sfociato poi in una vera e propria lotta, un corpo a corpo, nel corso della quale il sacerdote non avrebbe esitato a colpire il fedele con pugni e schiaffi. In una nota, la Diocesi retta dal Vescovo Angelo Spinillo, esprime «il proprio rammarico per quello che è accaduto e attiva i propri organismi canonici deputati a fare piena luce sull’accaduto. Altresì esprimiamo - prosegue la nota - vicinanza ad ogni persona che possa sentirsi lesa e si dichiara disponibile a continuare il dialogo già intrapreso per riportare serenità nella vita di tutti coloro che sono stati coinvolti nell’accaduto». Al momento nessuna denuncia è stata formalizzata a carabinieri o alla Polizia di Stato.