05:22
notiziario
1468
Non c'è una sola nuova messa, ma innumerevoli. L'azione di Francesco contro la vecchia messa è cinica e gravemente abusiva. Questo è ciò che spiega al "Tagespost" padre Guido Rodheudt di St. Gertrud …More
Non c'è una sola nuova messa, ma innumerevoli.

L'azione di Francesco contro la vecchia messa è cinica e gravemente abusiva. Questo è ciò che spiega al "Tagespost" padre Guido Rodheudt di St. Gertrud a Herzogenrath, diocesi di Aquisgrana. Ha detto che molti credenti avevano trovato una casa nella chiesa solo attraverso il loro incontro con la Vecchia Messa, che ora veniva loro tolta in modo brutale. Secondo Rodheudt, l'affermazione di Francesco che il Novus Ordo è l'unica espressione della Messa può essere presa in considerazione solo "con una scossa di testa" da chiunque abbia conservato una percezione residua della realtà. Non esiste "la" nuova messa. Piuttosto: "Ce ne sono innumerevoli, perché la liturgia come spazio protettivo della fede è stata abbandonata al soggettivismo.

Francesco vuole la guerra

Michael Charlier analizza la situazione della Petrusbruderschaft in Germania su summorum-pontificum.de

Non ha chiese o cappelle proprie degne di nota, né una sola parrocchia con personale regolarmente stabilito. Dipende costantemente dai permessi, che devono essere concessi solo in modo restrittivo, se non del tutto. Se un singolo vescovo volesse infrangere la Traditionis Custodes, dovrebbe fare i conti con le conseguenze fino alla rimozione dall'incarico. Per Charlier, è solo una questione di tempo prima che la fraternità sia tagliata fuori dall'accesso ai suoi campi di lavoro pastorale. Si aspetta che altre misure contro le comunità altrui seguano a gennaio o febbraio. Perché, cito: "Francesco vuole la guerra e la otterrà".

Francesco vuole la rimozione dei cattolici di rito alternativo

L'avvocato canonico e sacerdote di New York Gerald E. Murray, scrivendo su TheCatholicThing.org, chiama gli ordini esecutivi del Vaticano un "brutale esercizio del crudo potere ecclesiastico volto ad abolire la tradizionale Messa in latino". Per Murray, molte delle dichiarazioni dell'arcivescovo Roche non hanno senso. Questi includono il sospetto generale che i cattolici Altritus non riconoscano il Novus Ordo. Inoltre, l'affermazione che il Novus Ordo è l'unica espressione della Messa Romana, soprattutto perché ci sono altre varianti approvate del messale, come il Rito Anglo-Cattolico. Infine, l'affermazione che i cattolici di vecchio rito avrebbero causato scismi. Per -citare Murray: "È la Santa Sede che getta i semi della divisione, che stigmatizza e punisce i cattolici fedeli perché trovano che la loro vicinanza a Dio è favorita dall'adesione a quella forma di culto che ha prodotto innumerevoli santi nella storia della Chiesa".

La gioia del Natale come umorismo da forca

Tra il clero, i regolamenti di attuazione sono sempre più accolti con derisione, specialmente il divieto del Vaticano di riportare la Vecchia Messa nel bollettino parrocchiale. Padre Raymond Blake riferisce che un collega sacerdote ora parla solo della "Messa dei giovani" perché il Vecchio Rito è richiesto dai giovani.

Anche il sacerdote Gregory Elder non annuncerà più la sua vecchia messa alle 14.30. In futuro, il bollettino parrocchiale dirà: "Qualche tempo dopo le 14.29 ma non più tardi delle 14.31 ci sarà un incontro di culto per i migranti dell'Impero Romano".

Il sacerdote Aaron Williams nota che prima era: "Dobbiamo modernizzare la liturgia per far venire i giovani". Ora, dice, il motto è: "Se non pubblichiamo gli orari della messa in latino, terremo lontani i giovani".

Il gesuita Robert McTeigue, scrittore per Aleteia, commenta: "Dovremmo puzzare come le pecore, eccetto, naturalmente, che le pecore puzzano di incenso".

Il sacerdote John Tee fa notare che solo domenica Francesco ha descritto gli abusi domestici come "quasi satanici". Citazione: "Sopprimere la vita liturgica di centinaia di migliaia di fedeli mi sembra abbastanza 'artigianale'".
notiziario shares this
1377
La nuova Babele: la confusione delle lingue nelle nuove messe!
lamprotes
Non si sa se, in questa brutale e illecita proibizione ci sia più ignoranza o più mala fede. Forse entrambe in eguale e abbondante misura!