Clicks1.1K
it.news
3

Strano: l'arcivescovo Georg Gänswein non c'era

Juan Ignacio Arrieta, vescovo dell'Opus Dei e segretario del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi, ha ordinato 27 diaconi per l'Opus Dei il 21 novembre.

In origine, era stato annunciato che l'arcivescovo Georg Gänswein, segretario privato di Benedetto XVI, avrebbe effettuato l'ordinazione.

Foto: © Opus Dei Communications Office, CC BY-NC-SA, #newsUcsaatdlrz

N.S.dellaGuardia
Papa Benedetto aveva deciso di approfittare della sua assenza per prendere un'ora d'aria in libertà, perciò lo hanno richiamato indietro e sostituito.
Diodoro
@N.S.dellaGuardia Molto bella, carissimo. Inoltre -aggiungo io- la presenza di mons. Gaenswein avrebbe significato "I fascisti dell'Opus Dei lavorano insieme alla vecchia cupola della Chiesa-non-In-Uscita". Intollerabile, anche per la dirigenza della medesima Opus Dei, che non perde occasione per rpetere "Ci troviamo benissimo con Francesco".
Poveri Seminaristi! (quelli di loro che sono onesti …More
@N.S.dellaGuardia Molto bella, carissimo. Inoltre -aggiungo io- la presenza di mons. Gaenswein avrebbe significato "I fascisti dell'Opus Dei lavorano insieme alla vecchia cupola della Chiesa-non-In-Uscita". Intollerabile, anche per la dirigenza della medesima Opus Dei, che non perde occasione per rpetere "Ci troviamo benissimo con Francesco".
Poveri Seminaristi! (quelli di loro che sono onesti - Alcuni, purtroppo, saranno già sintonizzati con il Potere)
studer
L'opus Dei ha il carisma di una spiritualità fodamentalmente petrina e quindi per questione di principio testimonia SEMPRE un formale integerrimo ossequio dinnanzi al potere petrino nel bene e nel male.