Clicks1.1K
Celsi Giorgio
In memoria di Eluana Englaro nell'Anniversario della sua morte per eutanasia di stato. . "Che il Signore li perdoni per tutto il male che le hanno fatto" disse il Cardinale Javier Lozano BarraganMore
In memoria di Eluana Englaro nell'Anniversario della sua morte per eutanasia di stato.

.
"Che il Signore li perdoni per tutto il male che le hanno fatto" disse il Cardinale Javier Lozano Barragan

Il 9 febbraio ricorre il dodicesimo anniversario dell’omicidio di Eluana Englaro, lasciata morire di stenti dal padre e dalle più importanti istituzioni statali. Mi vengono in mente tre precisi passi della Sacra Scrittura.

Allora il Signore disse a Beppino: “Dov’è Eluana, tua figlia?”. Egli rispose: “Non lo so. Sono forse il custode di mia figlia?”. Riprese: “Che hai fatto? La voce del sangue di tua figlia grida a me dal suolo!” (cfr. Gen 4, 9-10).

“Mio padre e mia madre mi hanno abbandonato, ma il Signore mi ha raccolto” (cfr. Sal 27, 10).

«Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero malato e non mi avete visitato. Essi allora risponderanno: “Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o malato e non ti abbiamo assistito?”. Ma egli risponderà: “In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a Eluana, non l’avete fatto a me”. E se ne andranno al supplizio


"L’eutanasia è una falsa soluzione al dramma della sofferenza, una soluzione non degna dell’uomo, la vera risposta non può essere infatti dare la morte, per quanto “dolce”, ma testimoniare l’amore che aiuta ad affrontare il dolore e l’agonia in modo umano. Siamone certi: nessuna lacrima, né di chi soffre, né di chi gli sta vicino, va perduta davanti a Dio".

Papa Emerito Benedetto XVI