Gran Bretagna, le sorprese della chiesa normanna...

Gran Bretagna, le sorprese della chiesa normanna...

lunedì 1 novembre 2021

Gran Bretagna, uno dei reperti rinvenuti nel cantiere
dell'Alta Velocità (Foto: stilearte.it)


Gli archeologi inglesi hanno scoperto una sbalorditiva serie di sculture romane lungo il percorso del collegamento ferroviario HS2. Lo scavo è avvenuto all'interno dei resti della chiesa di St Mary a Stoke Mandeville, in un terreno che ospitava, in precedenza, un edificio romano.

I reperti consistono in due sculture che rappresentano un uomo e una donna. Dalla stessa area è emersa la testa scolpita di un bambino. La cultura che le ha prodotte è indubitabilmente legata alla nostra penisola.

La Dottoressa Rachel Wood, capo archeologo per l'appaltatore dei lavori ferroviari di HS2 Fusion JV, ha affermato che si tratta di "reperti davvero rari nel Regno Unito. Sono ancora più significativi per noi, archeologicamente, perché hanno contribuito a cambiare la nostra comprensione del sito, prima che la chiesa medioevale fosse costruita".

Durante lo scavo preventivo è stato scoperto anche un vaso di vetro, che potrà essere facilmente restaurato perché è scomposto in grossi lacerti. Si ritiene che prima della costruzione della chiesa normanna esistesse, in quel punto, un mausoleo romano.

Gli archeologi hanno rimosso circa 3.000 corpi dalla chiesa, che risale al 1080, e dall'area circostante. Dall'inizio dei lavori, nel 2018, sono state rivelate le pareti ben conservate e le caratteristiche strutturali della chiesa, insieme ad insolite sculture in pietra e graffiti medioevali, tra cui segni ritenti essere meridiane o quelli che, nel Regno Unito, vengono definiti "segni di streghe", probabilmente collegati a riti pagani che qui si svolgevano.

Fonte:
stilearte.it