Il misericordioso Bergoglio “riduce allo stato laicale” don Minutella: l'autogol finale di anti …

L’unico discrimine che resta da comporre è se Ratzinger lo abbia fatto volontariamente o involontariamente, ma cambia poco ai fini dell’illeggitimità…
Veritasanteomnia
Ma al di là di tutto, chi ha prodotto tale riduzione allo stato laicale, non ha
titolo per farlo
N.S.dellaGuardia
Esatto
lamprotes
Non credo affatto che si possa "ridurre" laicamente un prete poiché il sacerdozio è un sacramento che si imprime nel carattere, come il battesimo, non è qualcosa di cui ci si può fregiare o togliere a piacimento, manco fosse una medaglia. Lo stesso concetto di "riduzione laicale" è ampiamente criticabile. Un conto è l'impedimento a celebrare una cosa totalmente diversa è la "riduzione" che per …More
Non credo affatto che si possa "ridurre" laicamente un prete poiché il sacerdozio è un sacramento che si imprime nel carattere, come il battesimo, non è qualcosa di cui ci si può fregiare o togliere a piacimento, manco fosse una medaglia. Lo stesso concetto di "riduzione laicale" è ampiamente criticabile. Un conto è l'impedimento a celebrare una cosa totalmente diversa è la "riduzione" che per definizione è comunque e SEMPRE invalida ed inamissibile, pena la riduzione di valore del sacramento stesso del sacerdozio.
Francesco I
Sì, in effetti è sempre stato concesso ai presbiteri sospesi "a divinis" di amministrare i sacramenti in "articulo mortis" questo dovrebbe significare che in ogni caso questi sacramenti sono validi ed efficaci, qui, però, si parla di "riduzione allo stato laicale" che è cosa ben diversa.