Lettera aperta ai vescovi della Chiesa cattolica inviata da un gruppo di sacerdoti e studiosi che accusano il papa regnante del delitto canonico di eresia e sollecitano i pastori “ad assumere le misure necessarie per affrontare la grave situazione che implica la presenza di un papa eretico”.

Saved in: Blog
by Aldo Maria Valli


Cari lettori di Duc in altum, sottopongo alla vostra attenzione la …More
Lettera aperta ai vescovi della Chiesa cattolica inviata da un gruppo di sacerdoti e studiosi che accusano il papa regnante del delitto canonico di eresia e sollecitano i pastori “ad assumere le misure necessarie per affrontare la grave situazione che implica la presenza di un papa eretico”.

Saved in: Blog
by Aldo Maria Valli


Cari lettori di Duc in altum, sottopongo alla vostra attenzione la Lettera aperta ai vescovi della Chiesa cattolica, inviata da un gruppo di sacerdoti e studiosi che accusano il papa regnante del delitto canonico di eresia e sollecitano i pastori “ad assumere le misure necessarie per affrontare la grave situazione che implica la presenza di un papa eretico”.

Il testo è stato pubblicato in italiano chiesaepostconcilio.blogspot.com/…/illustri-teolog… ed è disponibile anche in inglese, francese, spagnolo, tedesco e olandese.

L’iniziativa, spiegano i promotori, intende porsi in continuità con la
chiesaepostconcilio.blogspot.com/…/correctio-filia…del settembre 2017 e la Dichiarazione di fedeltà del settembre 2016.

Tra i firmatari troviamo il domenicano padre Aidan Nichols e i professori John Rist e Claudio Pierantoni. Padre Nichols è uno dei più conosciuti teologi del mondo anglosassone, autore, fra gli altri, di libri su Hans Urs von Balthasar e Joseph Ratzinger. Il professor Rist, studioso di filologia classica e storia della teologia, ha insegnato nell’Università di Toronto, all’Augustinianum di Roma, nella Catholic University of America, nell’Università di Aberdeen e nell’Università Ebraica di Gerusalemme. Il professor Pierantoni, già docente di storia della Chiesa e patrologia nell’Università Cattolica Pontificia del Cile, è docente di filosofia medievale nell’Università del Cile.

La lettera, dicono inoltre i firmatari, è stata pensata e realizzata in accordo con quanto stabilisce il Codice di diritto canonico: “In modo proporzionato alla scienza, alla competenza e al prestigio di cui godono, i fedeli hanno il diritto, e anzi talvolta anche il dovere, di manifestare ai sacri Pastori il loro pensiero su ciò che riguarda il bene della Chiesa“[CIC 1983, can. 212 § 3].


* * *
Rassegna Stampa GesAU_it

Lettera aperta ai vescovi della Chiesa cattolica - Aldo Maria Valli

01Mag Cari lettori di Duc in altum, sottopongo alla vostra attenzione la Lettera aperta ai vescovi della Chiesa cattolica, inviata da un gruppo di …