Fatima.
340

Il Centro medico dell'Università di Pittsburgh non chiederà al personale le vaccinazioni COVID-19 a causa di `` incertezza generale ''

(traduz. automatica)

L'Università di Pittsburgh Medical Center (UPMC) non chiederà ai suoi operatori sanitari di farsi vaccinare contro COVID-19, per via dell' "incertezza vaccinale"


Le ragioni sono molteplici, secondo il dottor Graham Snyder, direttore medico della prevenzione delle infezioni ed epidemiologia di UPMC. In primo luogo, l'incertezza generale sul vaccino. E sebbene l'organizzazione non profit da 21 miliardi di dollari (che impiega 89.000 persone) abbia una politica di vaccinazione antinfluenzale obbligatoria, “si basa su decenni di esperienza con il vaccino antinfluenzale. ", Secondo Snyder.

Ma non ci sono dati comparabili per un vaccino COVID-19 o se un mandato è il modo migliore per vaccinare un gran numero di persone, ha detto Snyder martedì.
Il primo vaccino COVID-19 di Pfizer dovrebbe ricevere presto l'autorizzazione di emergenza. Anche un secondo vaccino, da Moderna, dovrebbe essere approvato con urgenza. La distribuzione di almeno un vaccino dovrebbe iniziare questo mese.
Il signor Snyder ha detto che l'UPMC è "molto entusiasta delle informazioni preliminari che abbiamo sulla sicurezza del vaccino e su come funziona".
Tuttavia, ha aggiunto che l'UPMC condurrà la propria revisione del vaccino prima di iniettare uno dei suoi dipendenti. - PennLive

" Fino a quando non ne sapremo di più e non avremo la nostra esperienza con questo vaccino, e fino a quando non vedremo l'adozione del vaccino nelle nostre comunità e capiremo il ruolo della vaccinazione nell'affrontare questa pandemia, non ha senso renderla obbligatoria " , ha detto Snyder - che ha aggiunto che la revisione indipendente di UPMC non rallenterà i loro piani per la distribuzione del vaccino.
Martedì, UPMC ha delineato i suoi piani per ricevere e distribuire dosi del vaccino - mentre pianificava anche di lanciare una campagna di informazione "per convincere il pubblico a ottenere il vaccino" - nonostante la sua stessa esitazione sul colpo. Forse questo è dovuto al fatto che diversi dipendenti UPMC hanno partecipato a sperimentazioni sui vaccini, ma hanno riferito solo febbre, affaticamento o dolore alle braccia, alcuni che hanno dovuto prendere una pausa dal lavoro. un giorno o due.
Secondo Snyder, questa è una "risposta immunitaria normale e sana".
Ai dipendenti più esposti al virus verrà offerto prima un vaccino, così come i residenti ad alto rischio delle strutture di assistenza a lungo termine. Quindi, le persone sopra i 65 anni con comorbidità possono essere vaccinate.
"Siamo ottimisti sulla nostra capacità di fornire vaccini agli operatori sanitari in prima linea che desiderano riceverli entro la fine di gennaio", ha affermato Snyder.
Tuttavia, i funzionari dell'UPMC hanno detto che le dosi del vaccino arriveranno in lotti e non sanno quante ne riceveranno inizialmente e nelle spedizioni successive. Si aspettano che il totale finale sia dell'ordine di "decine di migliaia".
La terza ed ultima fase di distribuzione del vaccino riguarderà persone che hanno un ruolo non essenziale in relazione alla pandemia e che non presentano patologie che le espongono ad un rischio elevato . Il Dipartimento della Salute della Pennsylvania è responsabile dell'immunizzazione nello stato e ha affermato che le vaccinazioni saranno volontarie per tutti.
Il direttore della medicina d'urgenza di UPMC, il dottor Donald Yealy, ha dichiarato martedì che "anche nel migliore dei casi, probabilmente passeranno mesi prima che tutti coloro che vogliono e dovrebbero ottenere il vaccino COVID-19 possano effettivamente farlo ” . - PennLive

I funzionari dell'UPMC hanno iniziato a fare sistemazioni per il vaccino di Pfizer, che richiede una conservazione ultrafredda , aggiungendo congelatori. Dato l'entusiasmo del pubblico per il nuovissimo vaccino, le dosi potrebbero essere mantenute fredde per un po'.

nouvelordremondial.cc/…son-dune-incertitude-generale/