Clicks1.8K
Roby_73
4

⚠ Coronavirus: “potrebbe infettare due terzi dell'umanità” ⚠

Ira Longini, condirettore del "Center for Statistics and Quantitative Infectious Diseases" dell'Università della Florida e consulente di alto livello dell'OMS, dopo avere monitorato gli studi sulla trasmissibilità del virus in Cina, ha dichiarato che alla fine potrebbero esserci miliardi di infezioni in più rispetto all'attuale conteggio ufficiale (si dice siano molti di più) di circa 77.000 (22/02/2020) affermando che le quarantene possono solamente rallentarne la diffusione: "il virus ha avuto l'opportunità di vagare in Cina e oltre prima che entrassero in vigore".

Mentre il numero di casi di coronavirus aumenta drammaticamente in Cina, lo scienziato Longini avverte che le cose potrebbero andare molto peggio: due terzi della popolazione mondiale potrebbero essere infettati.

Longini, dopo avere monitorato gli studi sulla trasmissibilità del virus in Cina ha affermato che potrebbero esserci miliardi di infezioni in più rispetto all'attuale conteggio "ufficiale" di circa 77.000.

Se il virus si diffonde in qualsiasi punto vicino a tale misura, mostrerà i limiti delle severe misure di contenimento della Cina, comprese le aree di quarantena abitate da decine di milioni di persone. Il direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha accreditato questi passaggi definendola una possibilità a cui l'umanità deve prepararsi.

La modellistica di Longini si basa su dati che mostrano che ogni persona infetta normalmente trasmette la malattia ad altre due o tre persone. La mancanza di test rapidi e la relativa mitezza dell'infezione in alcune persone rende anche difficile seguire la sua diffusione, ha detto.


Longini non è il solo ad avvertire della possibilità di una diffusione molto maggiore. Neil Ferguson, un ricercatore dell'Imperial College di Londra, ha stimato che ogni giorno in Cina potrebbero essere infette fino a 50.000 persone. Gabriel Leung, professore di sanità pubblica presso l'Università di Hong Kong, ha anche affermato che quasi i due terzi del mondo potrebbero prendere il virus se non viene controllato.

Le stime sulla diffusione fanno parte di uno spettro di possibilità che potrebbero svilupparsi con il progredire dell'epidemia, ha affermato Alessandro Vespignani, biostatista della Northeastern University di Boston. Le prossime settimane potrebbero fornire maggiori informazioni sulla facilità con cui la malattia si diffonde al di fuori della Cina, in particolare se verranno messe in atto ulteriori misure per controllarla, ha affermato.

"Le persone cambiano comportamento" in risposta alla malattia, ha detto. “Questo è uno scenario peggiore. È una delle possibilità."

Riduzione della trasmissione

"Anche se ci fosse un modo per ridurre la trasmissione della metà, ciò implicherebbe comunque che circa un terzo del mondo sarebbe infetto, a meno che i cambiamenti di trasmissibilità, la sorveglianza e il contenimento possano funzionare così bene" ha detto Longini. Ad ogni modo, ha ribadito: "mettere in quarantena i contatti non fermerà questo virus".

Fonti:

www.livemint.com/…/coronavirus-cou…

en.wikipedia.org/wiki/Ira_Longini

www.teleclubitalia.it/…/coronavirus-lal…

www.bloomberg.com/tosv2.html
LiberaNosDomine
Quante malattie...

"...L'uomo credendo di possedere ogni potere, ha sfidato con orgoglio il Padre e si è allontanato.

Da quel momento sono ormai passati migliaia di anni, l’uomo ha determinato la sua sventura, attirando su di sé le sofferenze e le lacrime.
Quante guerre, quante malattie... ..."

www.madonnadelpino.altervista.org/msg2/messaggigennaio08.html
Roby_73
🙏 🙏 🙏