lucianonline
11511.3K
Gerti Harzl shares this
GOSPA MAJKA MOJA pro & contra Medjugorje.

Mir persönlich ist es nicht möglich, nicht an die Erscheinungen von Medjugorje zu glauben. Gerti Harzl, im August 2014
LDCaterina63
DarkTy dice:
Ho il presentimento che le nuove direttive del Vaticano siano molto più rispettose verso i credenti della Madonna di Medjugorje e verso il progetto di Maria Regina della Pace, e che permettano ancora ai sacerdoti di accompagnare i fedeli ai pellegrinaggi a Medjugorje.

********************

sarà molto rispettosa.....
verissimo e sottoscrivo.... ✍️ dobbiamo PREGARE ED AVERE FIDUCIA…More
DarkTy dice:
Ho il presentimento che le nuove direttive del Vaticano siano molto più rispettose verso i credenti della Madonna di Medjugorje e verso il progetto di Maria Regina della Pace, e che permettano ancora ai sacerdoti di accompagnare i fedeli ai pellegrinaggi a Medjugorje.

********************

sarà molto rispettosa.....
verissimo e sottoscrivo.... ✍️ dobbiamo PREGARE ED AVERE FIDUCIA, OBBEDIRE alla Chiesa che in qualità di Madre vuole solo il nostro bene...
😇
Mario63
X LD Caterina 63
Sei indubbiamente una persona più sapiente e colta di me...
Una cosa però mi colpisce nel finale della tua risposta a Piero... perché vedi, sono proprio quelli come te che contestano e incollano brani megalitici (a loro volta estrapolati) invece di pregare... non mi hai convinto però una cosa ci hai guadagnato anche se è poco: le mie preghiere per te d'ora in avanti.
Ciao
Mario 63 …More
X LD Caterina 63
Sei indubbiamente una persona più sapiente e colta di me...
Una cosa però mi colpisce nel finale della tua risposta a Piero... perché vedi, sono proprio quelli come te che contestano e incollano brani megalitici (a loro volta estrapolati) invece di pregare... non mi hai convinto però una cosa ci hai guadagnato anche se è poco: le mie preghiere per te d'ora in avanti.
Ciao
Mario 63
😉 🙏
LDCaterina63
Piero dice:

“Al di sopra del papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Kardinal Joseph Ratzinger - Commentary on the documents of Vatican II, vol. V, p. 134, Herbert Vorgrimler, Herder & Herder)

****…More
Piero dice:

“Al di sopra del papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Kardinal Joseph Ratzinger - Commentary on the documents of Vatican II, vol. V, p. 134, Herbert Vorgrimler, Herder & Herder)

*****************************

Complimenti! il gioco di estrapolare le singole frasi privandole dal contesto per fargli dire il contrario di tutto, è frutto non solo di ignoranza, ma anche di malafede quando si attribuisce (in questo caso) allo stesso Ratzinger, LA DISOBBEDIENZA in nome della coscienza...

A tal proposito suggerisco di leggersi cosa dice il Papa Benedetto XVI sulla coscienza e sull'obbedienza...e sull'identità cattolica... forse così comprenderai che l'aver estrapolato quella frase è un tuo autogol e neppure saggio!

Inoltre il contesto è riferito al Concilio Vaticano II... perchè disse quella frase?
PER SOTTOLINEARE CHE NON TUTTI I TESTI DEL CONCILIO HANNO LA STESSA AUTORITA'...
quando lo disse?
lo disse alla Conferenza dei vescovi Cileni 13.7.1988 da cardinale:
" In realtà, l'unico punto che è affermato nell'accordo, secondo Lumen Gentium 25, è il fatto limpido che non tutti i documenti del Concilio hanno la stessa autorità. Per il resto, è stato indicato esplicitamente, nel testo che è stato firmato, che le polemiche pubbliche devono essere evitate e che è richiesto un atteggiamento di rispetto positivo per le decisioni ufficiali e le dichiarazioni".

Qui scatta la COSCIENZA del cattolico ISTRUITA IN MODO ORTODOSSO E FEDELE AL MAGISTERO DELLA CHIESA e che evita così di manipolare il Concilio con le false interpretazioni....lo ripete da Pontefice Angelus 6.11.2005
"Gli Apostoli e i loro successori, i Vescovi, sono i depositari del messaggio che Cristo ha affidato alla sua Chiesa, perché fosse trasmesso integro a tutte le generazioni.

La Sacra Scrittura dell’antico e del nuovo Testamento e la sacra Tradizione contengono tale messaggio, la cui comprensione progredisce nella Chiesa sotto l’assistenza dello Spirito Santo. Questa stessa Tradizione fa conoscere il canone integrale dei Libri sacri e li rende rettamente comprensibili e operanti, così che Dio, il quale ha parlato ai Patriarchi e ai Profeti, non cessa di parlare alla Chiesa e, per mezzo di questa, al mondo (cfr n. 8)".

agli auguri alla Curia nel Natale 2005:

"Perché la recezione del Concilio, in grandi parti della Chiesa, finora si è svolta in modo così difficile? Ebbene, tutto dipende dalla giusta interpretazione del Concilio o – come diremmo oggi – dalla sua giusta ermeneutica, dalla giusta chiave di lettura e di applicazione.
I problemi della recezione sono nati dal fatto che due ermeneutiche contrarie si sono trovate a confronto e hanno litigato tra loro. L'una ha causato confusione, l'altra, silenziosamente ma sempre più visibilmente, ha portato e porta frutti.
Da una parte esiste un'interpretazione che vorrei chiamare "ermeneutica della discontinuità e della rottura"; essa non di rado si è potuta avvalere della simpatia dei mass-media, e anche di una parte della teologia moderna. Dall'altra parte c'è l'"ermeneutica della riforma", del rinnovamento nella continuità dell'unico soggetto-Chiesa, che il Signore ci ha donato; è un soggetto che cresce nel tempo e si sviluppa, rimanendo però sempre lo stesso, unico soggetto del Popolo di Dio in cammino.
L'ermeneutica della discontinuità rischia di finire in una rottura tra Chiesa preconciliare e Chiesa postconciliare. "

*****

E' qui che una coscienza CATTOLICA ben educata può correggere i propri sacerdoti e i vescovi che alimentassero una rottura con il passato della Chiesa... 😉

12.3 2009 il Papa scrive ai Penitenzieri:
"Formare rettamente le coscienze è una priorità pastorale".....

Mons. Nicola Bux e mons. S. Vitiello a ragione scrivono:

- L’opposizione al Magistero petrino impedisce l’unità dei cristiani

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - In non poche Lettere pastorali non si cita più il Papa quale termine di paragone dell’autenticità e garante della cattolicità dell’insegnamento episcopale, ma il Cardinale o il teologo, il laico, magari non credente, o il monaco di grido del momento, ritenendoli interpreti autorizzati dell’insegnamento ufficiale della Chiesa.

Inoltre talora si dà l’impressione di pensare che una loro dichiarazione, anche se difforme dalla verità cattolica, abbia uguale peso di un intervento pontificio. Si procede analogamente in campo ecumenico ed interreligioso, ritenendo che la voce di un rabbino o di un imam possa esprimere il pensiero di tutto il popolo ebraico o il mondo islamico, quando questi non hanno una “gerarchia”, ma sono solo periti o dottori “privati” non essendo né sacerdoti né “Vescovi”.

Cosa è successo? Dimenticando che Lumen gentium ha riaffermato che la Chiesa è il popolo di Dio gerarchicamente ordinato, si pratica una rimozione e una sorda opposizione al Magistero della Chiesa, costituito dall’inscindibile e necessario legame tra il Vescovo di una Chiesa particolare e il Supremo Pastore della Chiesa universale.
(..)
Il paradosso a cui si è giunti è che si parla tanto di ricezione dei documenti ecumenici, o di altra natura, ma nello stesso tempo si mette il silenziatore o peggio si censura il magistero petrino.

Giova sempre ricordare che il magistero del Vescovo è autentico solo se è in comunione effettiva (ed affettiva) con quello del Papa e verso il quale chiunque voglia dirsi cattolico, deve sottostare.

A cinque anni dal Concilio, l’8 dicembre 1970, Paolo VI mise in guardia da “una tendenza a ricostruire, partendo dai dati psicologici e sociologici, un Cristianesimo avulso dalla tradizione e privato dell'obbedienza della coscienza verso il magistero pontificio e le direttive emanate dai vescovi in collaborazione con la Santa Sede apostolica".....

**********************

Caro Piero, fa comunque pensare che una notizia del genere invece di spingere i sostenitori a Pregare....li conduca alla contestazione, li porti alla disobbedienza perfino usando le stesse parole di colui che riferiva in un altro contesto, quello di una falsa interpretazione del concilio per la quale POSSIAMO NON OBBEDIRE...
Spero che tu ti renda conto di questo... e rifletta sull'atteggiamento insegnato da san Padre Pio in tema di coscienza e di obbedienza...

😇
ORI
Signore converti i cuori al tuo Amore.
Regina della Pace prega per noi e per chi ancora non ha conosciuto l'Amore di Dio.
Piero
“Al di sopra del papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Kardinal Joseph Ratzinger - Commentary on the documents of Vatican II, vol. V, p. 134, Herbert Vorgrimler, Herder & Herder)
LDCaterina63
Mario63:
Interessante... 🤨
E a quale titolo i 'vescovi toscani' pontificherebbero su Medjugorje?

*******************************

e da quando i fedeli disobbediscono ai vescovi? 😉

Non leggermi come una nemica di Medjugorje...ho una bellissima foto della Regina della Pace in cucina, una gigantografia del viso... ergo cerca di cogliere il senso del problema... ☕
alla base c'è una DISOBBEDIENZ…More
Mario63:
Interessante... 🤨
E a quale titolo i 'vescovi toscani' pontificherebbero su Medjugorje?

*******************************

e da quando i fedeli disobbediscono ai vescovi? 😉

Non leggermi come una nemica di Medjugorje...ho una bellissima foto della Regina della Pace in cucina, una gigantografia del viso... ergo cerca di cogliere il senso del problema... ☕
alla base c'è una DISOBBEDIENZA DILAGANTE ALLE DIRETTIVE DEI VESCOVI e questo NON facilita una serena presa di posizione da parte dell'Autorità la quale ha il diritto di definire ciò che avviene a Medjugorje....nessun laico, nè sacerdoti, nè vescovi isolatamente, può prendere decisioni su questi temi...
DarkTy l'ultimo intervento, ti dimostra dove sta il problema...L'ANARCHIA... se ad una presa di posizione dell'Autorità legittima, i medjugorjani risponderanno in questo modo, sarà l'anarchia... è davvero questo che insegna la vera Madre di Dio?
In quali apparizioni la Madre di Dio ha spinto i credenti a disobbedire ai vescovi?

Io sono la prima ad augurarmi che se tale documento uscirà, sia positivo....sto pregando il Rosario ogni giorno per questo..., ma non mi sognerei mai di disobbedire ai Vescovi se ci sarà una definizione negativa...
Guardate a san Padre Pio...
quando fu costretto nella cella dall'Autorità ecclesiastica, ci fu una sommossa dei suoi gruppi di Preghiera.... subito padre Pio LI RIMPROVERO'.... dicendo loro che avrebbero dovuto obbedire ai vescovi e che la Chiesa aveva tutto il diritto di fare ciò che stava facendo, perchè questo serviva proprio PER PROVARE la credibilità degli avvenimenti
... 😉

Non possono esserci due chiese parallele, una guidata da Maria ed una guidata dallo Spirito Santo nella visibilità del Pontefice e dei Vescovi legittimati a governare le diocesi... nè la vera Madre di Dio potrebbe mai essere contenta di una risposta alla DarkTy 🤫

PREGHIAMO piuttosto, perchè la vera Madre di Dio aiuti a fare chiarezza.... 😇
Piero
"L'Arcivescovo di Zagabria e presidente della Conferenza Episcopale Jugoslava Cardinale Franjo Kuharić nella sua dichiarazione rilasciata alla rivista »Glas Koncila« il 15 agosto 1993 disse: »Noi Vescovi, dopo lo studio triennale condotto dalla Commissione, accettiamo Medjugorje come luogo di pellegrinaggio e santuario..."
212.39.96.6/zadarizjava10it.htm

Ma il solito vescovo...
Mario63
Interessante... 🤨
E a quale titolo i 'vescovi toscani' pontificherebbero su Medjugorje?
😊
LDCaterina63
😉 ATTI DELLA CONFERENZA EPISCOPALE TOSCANA

Comunicato dei Vescovi toscani

Durante la Visita "ad limina Apostolorum" dei Vescovi della Regione Toscana, nei giorni 16/20 aprile 2007, abbiamo avuto un incontro presso la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, con il Segretario Monsignor Angelo Amato, il quale, parlando con noi delle apparizioni di Medjugorje, ci ha invitati a …
More
😉 ATTI DELLA CONFERENZA EPISCOPALE TOSCANA

Comunicato dei Vescovi toscani

Durante la Visita "ad limina Apostolorum" dei Vescovi della Regione Toscana, nei giorni 16/20 aprile 2007, abbiamo avuto un incontro presso la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, con il Segretario Monsignor Angelo Amato, il quale, parlando con noi delle apparizioni di Medjugorje, ci ha invitati a rendere pubblica l'Omelia del Vescovo di Mostar, per fare chiarezza sul fenomeno religioso legato a questo luogo.
In conformità a questo invito rendiamo note, e preghiamo, soprattutto i Sacerdoti, a leggerlo attentamente ed a trarre le conseguenze necessarie, per la retta illuminazione dei nostri fedeli.


Dall'omelia di S.E. Mons. Ratko Peric, Vescovo di Mostar, a Medjugorje, il 15 giugno 2006, in occasione della Solennità del Corpo e Sangue di Cristo.

III - “Le apparizioni”
Innanzitutto, il fatto che qualcuno si confessa sinceramente e riceve devotamente la santa comunione in questa chiesa parrocchiale e che tale persona nella sua anima sente la gioia, grazie al perdono di Dio, lo salutera' ogni fedele e lo attribuira' a Dio, fonte di ogni grazia. Ma sara' attento di non passare, in maniera illogica e inconseguente, da tale fatto di grazia alla conclusione: “Io mi sono confessato, mi sento bene, ora sono convertito, dunque la Madonna appare a Medjugorje!” Tale fedele e penitente e' comunque obbligato a confessarsi, frequentare gli altri sacramenti, osservare tutti i comandamenti al di la' del fatto se le apparizioni private siano riconosciute o meno.

Secondo, io non sarei un ministro responsabile del Mistero del Corpo e del Sangue di Cristo se non avvertissi, anche oggi pubblicamente, anche da questo luogo e in questa occasione, tutto il mondo interessato che in questa Chiesa locale di Mostar-Duvno esiste qualcosa come uno scisma: un gruppo di sacerdoti, dimessi dal Governo generale dei Frati minori dall'Ordine francescano a causa della loro disobbedienza al Santo Padre gia' da anni mantiene in maniera violenta piu' chiese parrocchiali ed uffici con l'inventario ecclesiastico. In tali parrocchie essi operano non solo illegalmente ma amministrano i sacramenti sacrilegamente, ed alcuni anche invalidamente, come sono la confessione e la cresima oppure assistono ai matrimoni invalidi. Tale prassi antiecclesiastica deve essere scioccante per tutti noi.
Ugualmente tale scandalo del sacrilegio dei sacramenti, specialmente del Santissimo Corpo di Gesu', dovrebbe essere scioccante anche per i fedeli che si confessano invalidamente davanti a tali sacerdoti e assistono alle Messe sacrileghe. Preghiamo il Signore di togliere quanto prima di mezzo di noi questo scandalo e scisma.
Terzo, sono grato al Santo Padre, sia a Papa Giovanni Paolo II, di b. m. sia a Benedetto XVI, gloriosamente regnante, i quali hanno sempre rispettato la posizione dei vescovi di Mostar-Duvno, sia del defunto sia dell'attuale, riguardo alle presunte “apparizioni” e “messaggi” di Medjugorje, restando sempre fermo il pieno diritto al Sommo Pontefice di pronunziarne l'ultimo verdetto. E questa posizione dei vescovi, dopo tutte le indagini canoniche, si puo' riassumere in queste frasi:

1 - Medjugorje e' una parrocchia cattolica nella quale si realizza la vita liturgica e pastorale come nelle altre parrocchie di questa Diocesi di Mostar-Duvno. E nessuno e' autorizzato ad attribuire il titolo ufficiale di “santuario” a questo luogo, eccetto la Chiesa.
2 - In base alle indagini ecclesiastiche sugli avvenimenti di Medjugorje non si puo' affermare che si tratti delle apparizioni o rivelazioni soprannaturali. Questo significa che la Chiesa finora non ha accettato nessuna apparizione ne' come soprannaturale ne' come mariana.
3 - Nessun sacerdote che opera canonicamente in questa parrocchia di Medjugorje o che sia di passaggio e' autorizzato a presentare la sua opinione privata, contraria alla posizione ufficiale della Chiesa sulle “apparizioni e messaggi”, ne' in occasione delle celebrazioni dei sacramenti, ne' durante gli atti di pieta' soliti, ne' nei mezzi di comunicazione cattolici.
4 - I fedeli cattolici non sono solo liberi dall'obbligo di credere nella veracita' delle “apparizioni” ma devono sapere che non sono permessi i pellegrinaggi ecclesiastici, ne' ufficiali ne' privati, ne' personali ne' comuni, dalle altre parrocchie, se presuppongono l'autenticita' delle “apparizioni” o se con cio' autenticassero tali “apparizioni”. Chi fa ed insegna diversamente, non agisce e non insegna secondo lo spirito della Chiesa.
5 - In base alle indagini e prassi finora avute, come vescovo locale ritengo che riguardo agli avvenimenti di Medjugorje per tutti questi 25 anni non e' accertata, a livello ecclesiastico, nessuna “apparizione” della Madonna come autentica. Il fatto che nel corso di questi 25 anni si parla di decine di migliaia delle “apparizioni”, non attribuisce nessuna autenticita' a tali eventi, secondo le parole dell'attuale Santo Padre, udite durante l'udienza concessami il 24 febbraio u.s., alla Congregazione per la dottrina della fede hanno sempre suscitato la domanda come possano essere credibili per un credente cattolico.

Soprattutto non ci appaiono come autentiche se gia' si sa in anticipo che le presunte “apparizioni” avverranno:
- ad una persona ogni anno il 18 marzo, ma avra' anche le “apparizioni” ogni 2 del mese, con i “messaggi” che puoi anche tu aspettare, secondo la procedura abituale;
- ad un'altra avverra' ogni giorno dell'anno, ma - come se questo non fosse sufficiente - e percio' di aggiunta ogni 25 del mese una “apparizione” particolare ed anche una specie di comunicato al pubblico che anche tu puoi prevedere e aspettare;
- ad una terza apparira' ogni 25 di dicembre, per il Natale, anche con il comunicato simile ai gia' menzionati;
- ad una quarta persona “apparira'” ogni anno il 25 giugno, e cio' con un certo comunicato;
- agli altri due ogni giorno con i “messaggi” che si possono prevedere perche' sono varianti dei simili contenuti.
Tale fatto ed alluvione delle presunte apparizioni, messaggi, segreti e segni non confermano la fede ma ci convincono ancor di piu' che in tutto questo non e' accertato niente di autentico e veritiero.
Percio' responsabilmente invito quelli che dicono di se di essere “veggenti” come anche quelli che formulano i “messaggi” di mostrare l'obbedienza ecclesiastica e di cessare con tali pubbliche comparse e comunicati in questa parrocchia. Con cio' manifesteranno loro dovuto senso ecclesiale non mettendo le “apparizioni” private e le comunicazioni private sopra la posizione ufficiale della Chiesa.

La fede e' una cosa seria e responsabile.
La Chiesa e' una istituzione seria e responsabile.
Per l'intercessione della Beata Vergine Maria, la piu' grande portatrice dei doni dello Spirito di Dio e la quale per l'opera dello Spirito Santo nel suo grembo ha concepito, e ha dato al mondo, la Seconda Persona Divina, Cristo Gesu', il quale ci da' il suo Santissimo Corpo e Sangue per la vita eterna, voglia Lui - Via Verita' e Vita - aiutarci affinche' la verita' sulla Beata Vergine, Madre sua e Madre della Chiesa, Sede della Sapienza e Specchio della Giustizia, risplenda in tutto il suo splendore in questa nostra parrocchia e diocesi, senza alcuna mescolanza delle cose non degne della fede, e tutto in conformita' all'immutabile dottrina e prassi della Chiesa.
Amen.

*****************************************

dunque dice il comunicato:
abbiamo avuto un incontro presso la Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede, con il Segretario Monsignor Angelo Amato, il quale, parlando con noi delle apparizioni di Medjugorje, ci ha invitati a rendere pubblica l'Omelia del Vescovo di Mostar, per fare chiarezza sul fenomeno religioso legato a questo luogo

..... il giorno che LA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE cambierà opinione......o il giorno che il Papa parlerà....allora seguirà UN NUOVO TESTO DI APPROVAZIONE O DI NEGAZIONE DEFINITIVA....al momento questo ennesimo Documento UFFICIALE NON sta semplicemente negando, MA RICHIAMA ALLA PRUDENZA.....ED HA MOTIVATO LA SCELTA DELLA SANTA SEDE DI CONCEDERE PELLEGRINAGGI IN FORMA PRIVATA E NON A NOME DELLA CHIESA....E PURCHE' NON SI DICA CHE LI PARLA LA VERGINE O E' LEI A PARLARE...

Ci sono anche migliaia di conversioni verso i PENTECOSTALI i quali NON credono nell'Eucarestia...che facciamo, dobbiamo essere contenti solo perchè accettano "Gesù"?
PRUDENZA! ED OBBEDIENZA.... 👏
Mario63
Quante polemiche sterili... Come si può condannare preghiera digiuno e penitenza per la conversione del mondo?

D'accordo che ci vuole prudenza, ma anche San Paolo ci ammonisce di vegliare sui pastori... che non sono infallibili. Solo il Papa lo è e non mi risulta che ci siano stati pronunciamenti magisteriali...

Se uno va a Medjugorje e si converte a chi da fastidio?
E se uno non si sente spint…More
Quante polemiche sterili... Come si può condannare preghiera digiuno e penitenza per la conversione del mondo?

D'accordo che ci vuole prudenza, ma anche San Paolo ci ammonisce di vegliare sui pastori... che non sono infallibili. Solo il Papa lo è e non mi risulta che ci siano stati pronunciamenti magisteriali...

Se uno va a Medjugorje e si converte a chi da fastidio?
E se uno non si sente spinto ad abbracciare la spiritualità di Medjugorje e non la vuole abbracciare... a chi da fastidio?

Dunque prima di cominciare a spararci fra cattolici (ce ne sono già abbastanza in giro che giocano al tirassegno coi cristiani...) cominciamo a pregare e fare penitenza come chiede la Madonna, e non solo a Medjugorje.
Poi lasciamo fare a Dio... 🙏

Mario 63.

P.S.: ... e Dio non voglia che dietro tanta opposizione del vescovo di Mostar non ci siano solo meschinerie umane... 🙄
Paul
il vero segno di Medjugorje sono le migliaia di conversioni ed i milioni di pellegrini che si avvicinano di nuovo ai sacramenti.Aspettiamo che la Chiesa si pronunci ma non pensiamo che ciò possa accadere da un anno all'altro o dopo qualche decennio, basta vedere quello che è accaduto in passato.Intanto, mettere in pratica i messaggi che la Madonna manderebbe al mondo attraverso i veggenti non mi …More
il vero segno di Medjugorje sono le migliaia di conversioni ed i milioni di pellegrini che si avvicinano di nuovo ai sacramenti.Aspettiamo che la Chiesa si pronunci ma non pensiamo che ciò possa accadere da un anno all'altro o dopo qualche decennio, basta vedere quello che è accaduto in passato.Intanto, mettere in pratica i messaggi che la Madonna manderebbe al mondo attraverso i veggenti non mi sembra che possa nuocere a nessuno. A meno che riscoprire la fede, la preghiera,il digiuno, e soprattutto cercare la conversione e la pace non siano qualcosa da evitare. Perchè sono queste le cose che da decenni ripetono i veggenti.. A meno che a qualcuno non dispiaccia che molti uomini si convertano e trovino speranza, pace, salvezza. Troppi messaggi, troppo lunghe le apparizioni ? Ma di fronte ad una umanità nel baratro del peccato io ci vedo solo il grande amore di una Madre.
simone
Caterina,

SIC EST! 😇
LDCaterina63
P.S. NON E' UN SANTUARIO.... la Chiesa costruita a Medjugorje è una semplice Chiesa, NON è mai stata eretta a Santuario....

😉
LDCaterina63
😇 cosa ne penso? che occorre attendere il parere della Chiesa....non è una apparizione che conferma la Chiesa, ma il contrario....Ben venga il Documento che finalmente potrà chiarire soprattutto tra i limiti della devozione, da quelli di una imposizione al micarolistico....
Basti girare sui video per rendersi conto che quando si parla delle veggenti gli indici salgono vertiginosamente, quando si …More
😇 cosa ne penso? che occorre attendere il parere della Chiesa....non è una apparizione che conferma la Chiesa, ma il contrario....Ben venga il Documento che finalmente potrà chiarire soprattutto tra i limiti della devozione, da quelli di una imposizione al micarolistico....
Basti girare sui video per rendersi conto che quando si parla delle veggenti gli indici salgono vertiginosamente, quando si tratta di Magistero della Chiesa, l'attenzione cala....questo NON può provenire da nessuna autentica apparizione...
Io credo che a Medjugorje qualcosa di eccezionale sia accaduto nei primi anni '80.... dopo di che il sensazionalismo e la voglia del soprannaturale abbiano anche preso il sopravvento.... La presunta apparizione NON parla MAI di obbedienza al Vescovo del luogo.... da due anni che c'è stata la liberalizzazione della Messa antica, NON una parola... è iniziato l'Anno Sacerdotale, l'apparizione non dice nulla... sono 5 anni che abbiamo Benedetto XVI, l'apparizione non dice nulla...sembra di assistere a due chiese UNA GUIDATA DAL PAPA, L'ALTRA DALLA APPARIZIONE....
La Conferenza della Toscana due anni fa emanò un breve testo nel quale si diceva di obbedire al Vescovo di Mostar....IN ATTESA DI CIO' CHE DECIDERA' IL PONTEFICE.... ma a quanto pare ciò che dicono i vescovi non interessa a nessuno...si prende solo ciò che fa comodo...o si estrapolano a pezzetti i vari pareri come quello del card. Bertone...

NON è importante ciò che pensiamo noi, ma ciò che decide la Chiesa PER NOI....soprattutto quando si tratta di gestire aspetti così delicati come quelle di una apparizione....
PREGHIAMO, preghiamo affinchè dal cielo sia data davvero una risposta NON un segno... una risposta per mezzo della Chiesa e non delle veggenti o di qualunque altro isolatamente dalla Santa Sede...
✍️
lucianonline
COSA NE PENSATE 🧐 ?