Il rischio brogli all'estero. Boom di elettori centenari

6 Settembre 2022 - 06:00
Di Giuseppe, candidato Fdi in Usa, denuncia in Procura: voto falsato, possibile truffa all'Inps

Gli elenchi degli italiani residenti all'estero sono pieni di novantenni e centenari. Delle due l'una: o da noi si vive davvero male o dietro l'elisir di lunga vita dei nostri connazionali c'è una colossale truffa elettorale. Che potrebbe avere ripercussioni anche sui conti disastrati dell'Inps.

A scoprire l'arcano - limitatamente agli elenchi degli iscritti all'Aire della circoscrizione in cui è candidato, Nord America-America centrale, ma tant'è - è stato Andrea Di Giuseppe, capolista per il centrodestra per la Camera in quota Fratelli d'Italia. C'è una denuncia indirizzata alla Procura di Roma che verrà presentata nelle prossime ore e che il Giornale è riuscita a intercettare.

Quando Di Giuseppe ha scoperto che il plico con la scheda elettorale è stato spedito a un indirizzo diverso dal suo abituale domicilio - doveva aveva regolarmente ricevuto le altre schede, compresa quella sul referendum sulla giustizia firmato Lega e Radicali - si è recato al Consolato davanti a uno «sconsolato» Console Generale a Miami Cristiano Musillo a indagare sul perché dell'errore. Scoprendo che altri cambio di indirizzo, regolarmente comunicati in qualche caso tramite il Consolato, non sono stati tempestivamente aggiornati.

In passato, come ha denunciato il Giornale, alcuni plichi sono finiti in mano a delinquenti, gang organizzate - tanto che in Brasile il senatore dell'Usei Adriano Cario è stato dichiarato decaduto il 2 dicembre scorso da Palazzo Madama dopo un'indagine della magistratura sudamericana - e financo la criminalità organizzata. Come nel caso del senatore di Forza Italia Nicola di Girolamo, eletto nel 2008 in Germania grazie all'appoggio della potentissima cosca di 'ndrangheta degli Arena di Isola Capo Rizzuto (Crotone) e finito in manette. Qualche settimana fa in Argentina una donna si era proposta di ritirare a casa le schede elettorali degli italiani, evitando così il fastidio di recarsi alla posta per la spedizione. L'allarme brogli è serio, i precedenti non mancano. «Il voto all'estero ha una fragilità intrinseca, atteso che non garantisce chi l'ha esercitato effettivamente», scrivono i legali del candidato Fdi in America Nord e Centrale. Allora perché nessuno finora ci ha mai messo mano?
I residenti all'estero iscritti nelle liste elettorali, possono votare per corrispondenza. Da domani e fino al 22 settembre si potranno spedire le schede, che saranno spogliate in diverse città italiane, da Roma a Napoli, a seconda della circoscrizione Estero. Ce ne sono quattro (Europa-Russia-Turchia; America meridionale; America settentrionale e centrale; Africa, Asia, Oceania e Antartide) ed eleggono otto deputati e quattro senatori. Possono bastare poche migliaia di preferenze per diventare parlamentare della Repubblica. Lo sanno bene i patronati, la stragrande maggioranza dei quali è in mano alla sinistra e fanno il bello e il cattivo tempo durante le elezioni.

Ecco perché Di Giuseppe ha voluto vederci chiaro. E che cosa ha scoperto? Che «su un totale di 437.802 nominativi presenti nella lista elettorale della ripartizione America settentrionale e centrale 55.490 hanno tra 70 e 79 anni, 45.441 tra 80 e 89 anni e 21.427 fino a 98 anni e 2.218 più di 99 anni». «Un dato irrealistico», se paragonato ai centenari italiani che sono 17mila su 58 milioni. «È altamente probabile - insistono i legali di Di Giuseppe - che la maggior parte dei 124.576 italiani iscritti all'Aire goda di pensione Inps o di altra cassa». Il nostro istituto di previdenza eroga all'estero 714mila pensioni per 508 milioni di euro l'anno, di cui il 20,9% nel Nord America. «È realisticamente ipotizzabile che vi siano decine di migliaia di persone che risultano presenti nelle liste degli liste elettorali della ripartizione America settentrionale e centrale benché decedute, e che, quindi, sia altamente probabile che, in loro nome, vi siano dei terzi che esercitano il diritto di voto e si impossessi delle pensioni di persone decedute con deleghe o accessi informatici abusivi». I patronati, l'Inps, la Farnesina e il Viminale non ne sanno nulla? L'inchiesta della Procura rischia di scoperchiare l'ennesimo vaso di Pandora.

Il rischio brogli all'estero. Boom di elettori centenari
Caterina Greco
Brogli? Ci sono sempre stati e non solo all'estero.
Silver Silver
Già! Oltre ai brogli nascosti anche le 'assurdità' palesi. Da noi alle recenti amministrative del 12 giugno x lo schieramento di sx candidato sindaco del pd il sindaco uscente, già sfiduciato da 16/17 consiglieri con conseguente commisariamento. Mega manifesti elettorali già da fine febbraio, solo i suoi.
Per lo schieramento di dx candidato sindaco... uno del pd!!!
Altre opzioni? un paio di liste …More
Già! Oltre ai brogli nascosti anche le 'assurdità' palesi. Da noi alle recenti amministrative del 12 giugno x lo schieramento di sx candidato sindaco del pd il sindaco uscente, già sfiduciato da 16/17 consiglieri con conseguente commisariamento. Mega manifesti elettorali già da fine febbraio, solo i suoi.
Per lo schieramento di dx candidato sindaco... uno del pd!!!
Altre opzioni? un paio di liste civiche mai sentite di non si sa chi. Il sindaco uscente era 'sicuro' di vincere ed infatti.. ce lo dobbiamo risorbire. Poi dicono che BISOGNA votare...
Walter
Tutti partitini funzionali alle sinistre immorali e peccatrici!!
Don Andrea Mancinella
Comunque come al solito proliferano i partitini assurdi ('Sud chiama Nord'), mai sentito prima. ecchissò questi? Oppure apertamente immorali ('partito gay'), o 'unione nazionale italiana' (boh... da n'do vengono fori?) da quel che leggo sulla foto postata.
Più altri che mi sembrano tipo specchietto per le allodole (quello con la scritta 'Libertas', che era il motto della vecchia DC, ma stavolta …More
Comunque come al solito proliferano i partitini assurdi ('Sud chiama Nord'), mai sentito prima. ecchissò questi? Oppure apertamente immorali ('partito gay'), o 'unione nazionale italiana' (boh... da n'do vengono fori?) da quel che leggo sulla foto postata.
Più altri che mi sembrano tipo specchietto per le allodole (quello con la scritta 'Libertas', che era il motto della vecchia DC, ma stavolta senza la Croce), o mummie appena riesumate ('PLI - partito liberale italiano: ce mancheno solo quelli del Partito Repubblicano de La Malfa, e semo apposto...).
Boh, mah, accà so' tutti pazzi (come dicono a Napoli)...
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci dalle truffe elettorali!
Eremita della Diocesi di Albano
Lugatartuga Rossi
🙈🙉🙊...
Don Andrea Mancinella
Mo' facciamo il Trump bis... Me sa ttanto che a profittarne saranno i soliti DEM, da noi il PD e cespugli affini.
Mah...
Gesù, Maria SS.ma, San Giuseppe, salvateci dalle sinistre (e pure dalle destre speculari)...
Eremita della Diocesi di Albano
Lugatartuga Rossi
Questa è la scheda per gli Italiani residenti all’estero. Come vedete VITA non c'è perché era necessario portare centinaia di persone a firmare SOLO nei consolati e il termine era anticipato di oltre 20 giorni rispetto all’Italia. Una vera e propria truffa operata dagli usurpatori che ci sgovernano. I cittadini che sono stati privati del diritto di voto possono tuttavia fargliela pagare in questo …More
Questa è la scheda per gli Italiani residenti all’estero. Come vedete VITA non c'è perché era necessario portare centinaia di persone a firmare SOLO nei consolati e il termine era anticipato di oltre 20 giorni rispetto all’Italia. Una vera e propria truffa operata dagli usurpatori che ci sgovernano. I cittadini che sono stati privati del diritto di voto possono tuttavia fargliela pagare in questo modo: OGNUNO DI LORO CONVINCA ALMENO VENTI CONCITTADINI IN ITALIA A VOTARE VITA.
È l'unica possibilità per dare voce e forza a milioni di persone che, altrimenti, verranno tagliate fuori e calpestate dalle misure disumane imposte a noi tutti! 💙VOTA LA VITA