LA SUBDOLA ERESIA ECUMENISTA

In che modo l’eresia ecumenista è divenuta una virtù? L’unità dei cristiani non può essere restaurata al prezzo della Verità e della "vera dottrina". L’inganno del Vaticano II: voluto per asservire …
Elyah
Paolo sesto è stato sostituito da un sosia
Francesco I
Tutto iniziò con Paolo VI (che ora vogliono farci credere che fosse un santo). Egli giunse, nel 1966, persino a donare l'anello piscatorio, simbolo dell'autorità papale, ad un anglicano:

Donald Ramsey, "arcivescovo" di Canterbury.
Il Montini, notoriamente massone, fu anche il primo papa a parlare della "madre terra"
Vedi:

Ricordare Paolo VI … per immagini
N.S.dellaGuardia
Ecumenismo come un qualsiasi "meltin'pot" equivale ad annullare ogni identità, quindi ogni differenza in nome di una non precisata e ben nota uguaglianza-fratellanza. Serve a creare esseri apolidi, a-patridi (senza patria e senza Padre) e succubi.
Significa anche che nel miscuglio nessuno trova più in essere le proprie radici, il senso del proprio essere, che si liquefa e si disperde come una …More
Ecumenismo come un qualsiasi "meltin'pot" equivale ad annullare ogni identità, quindi ogni differenza in nome di una non precisata e ben nota uguaglianza-fratellanza. Serve a creare esseri apolidi, a-patridi (senza patria e senza Padre) e succubi.
Significa anche che nel miscuglio nessuno trova più in essere le proprie radici, il senso del proprio essere, che si liquefa e si disperde come una sostanza fusa, e muore.
Lo scopo finale dell'ecumenismo non è quindi la religione unica, è la morte spirituale di ogni uomo, che si riduce a vegetare come un essere senza linfa e senza vita.
Senza nerbo e senza idee per potersi rendere conto dell'inganno ed opporvisi. Ci stanno servendo l'insalata ecumenica ben condita e presentata (oggi si direbbe "impiattata", anche la cucina è mero e futile spettacolo di intrattenimento...), e dobbiamo preferire il digiuno a questo veleno...
Diodoro
La ringrazio, caro professore. Sapevo vagamente dei B'nai B'rith ("Figli dell'Alleanza"), fondati a New York nel 1843. Stupefacente e istruttivo ciò che trovo su Wikipedia in inglese: esiste una statua della Libertà Religiosa scolpita da uno di loro, in occasione della Mostra del Centenario degli Stati Uniti: 1876, cent'anni dopo il 1776
en.wikipedia.org/…ki/Religious_Liberty_(Ezekiel) .

Viene …More
La ringrazio, caro professore. Sapevo vagamente dei B'nai B'rith ("Figli dell'Alleanza"), fondati a New York nel 1843. Stupefacente e istruttivo ciò che trovo su Wikipedia in inglese: esiste una statua della Libertà Religiosa scolpita da uno di loro, in occasione della Mostra del Centenario degli Stati Uniti: 1876, cent'anni dopo il 1776
en.wikipedia.org/…ki/Religious_Liberty_(Ezekiel) .

Viene da pensare anche a padre Teilhard de Chardin, gesuita, piazzato a New York con un suo studio (anni '50).
Sul filogiudaismo degli ambienti gesuitici (non tutti i Gesuiti, ma Teilhard, Bea, Martini e l'Argentino piemontese certamente), direi che l'impostazione di base è semplice: il Cristianesimo sarebbe una delle tante suddivisioni del mondo giudaico, andata in giro per il mondo anziché rimanere fra i Figli di Giacobbe. Un gruppuscolo bizzarro di teste calde.
Aggiungo, con l'occasione, che il "Cristianesimo" non esiste. Esiste la Chiesa, ed esiste la Civiltà Cattolica (Civitas Catholica)