Clicks837
it.news
2

Maradona discusse con Giovanni Paolo II e lodò Franesco

Francesco ha pregato per Diego Maradona, calciatore argentino appena scomparso, ha comunicato il Vaticano. VaticanNews.com ha definito Maradona "poeta del calcio".

Per l'arcivescovo di La Plata, Víctor Manuel Fernández, Maradona era un “figlio del popolo" che non ha mai perso la fede popolare che sua madre gli aveva trasmesso. "Per questo si faceva sempre il segno della croce, chiedeva aiuto alla Madonna e parlava di Dio senza vergognarsene."

Il leader cubano Fidel Castro (+2016) l'ha chiamato "un grande amico". Maradona aveva un tatuaggio di Castro sulla gamba e di Che Guevara sul braccio, oltre a sostenere lo scomparso presidente venezuelano Chávez.

Maradona si opponeva all'imperialismo americano, chiamando George W. Bush "rifiuto umano" e protestando contro di lui con un cartello "STOP BUSH” in cui la S di Bush era sostituita da una svastica.

Sulla TV venezuelana, Maradona ha detto: "Odio tutto ciò che viene dagli Stati Uniti, li odio con tutta la forza."

Durante un'udienza del 1987 con Giovanni Paolo II, Maradona ha discusso dicendo che il Vaticano avrebbe dovuto vendere i suoi "soffitti dorati" per aiutare i bambini poveri.

Nel settembre 2014, Maradona ha incontrato Francesco per la prima volta, dandogli credito per il suo ritorno alla religione dopo molti anni: "Dovremmo tutti imitare papa Francesco." Maradona è morto lo stesso giorno di Fidel Castro.

#newsXccbrxexbj
nolimetangere
Maradona non so se fosse comunista, ma non era un falsone, poco ma sicuro. Sicuramente più degno di altro connazionale.
Christoforus78
Tra comunisti si comprendono.