it.news
2799

Arcivescovo di Berlino: "scuse" per la morale Cattolica

L'omosessualista Heiner Koch (noto come arcivescovo di Berlino) ha presieduto il 17 maggio una liturgia omosex nella chiesa dei Dodici Apostoli, a Berlino, chiedendo "perdono" per una presunta "discriminazione dovuta all'orientamento sessuale" causata dalla Chiesa.

Ha lamentato che "l'omofobia" è una "linea di tradizione non santa" nella Chiesa, ammettendo inavvertitamente che il rifiuto del vizio omosessuale è stato insegnamento costante della Chiesa.

Koch ha annunciato che l'arcidiocesi di Berlino nominerà in ciascuna delle 35 parrocchie dei commissari, che sotto la maschera della "lotta alla discriminazione" promuoveranno ulteriori privilegi ai già privilegiati omosessuali.

Gli omosessuali praticanti che lavorano per la Chiesa non subiranno conseguenza… come se finora ne avessero subite. Durante la liturgia, alcuni omosessuali hanno offerto testimonianze lagnanti per promuovere il loro stile di vita peccaminoso.

Foto: Heiner Koch © wikicommons, CC BY-SA, #newsSqsrqmddpl

N.S.dellaGuardia
Presto la morale cattolica sarà vietata in Germania... loro sono i "migliori" in queste cose...
Baliven
Non hanno più vergogna, Prelati che stravolgono così il senso della morale cattolica e i Comandamenti di Dio, andrebbero ridotti allo stato laicale seduta stante! Non sono quello che sembrano, ma Lupi travestiti da Agnelli!