Mons. Bux: Benedetto XVI "non è corretto"

Benedetto XVI "non è corretto" quando paragona la sua abdicazione come Papa con le dimissioni di un vescovo, ha detto Monsignor Nicola Bux a LifeSiteNews.com (6 maggio). Bux spiega che l'ufficio …
mariamaddalena
LUNGA VITA A SS BENEDETTO XVI
gumanita
Benedetto XVI oltre ad essere Papa è anche una persona intelligente, ed è sottile ciò che sta facendo. La sua lamentela deriva dal fatto che dice di non aver diritto ad esprimere una sua opinione, e da qui la censura in quanto "come ex papa non può ora avere quei privilegi". In realtà il B.Xvi, non potendo contestare l'onda anticristiana in seno alla Chiesa, chiede e ottiene che non venga almeno …More
Benedetto XVI oltre ad essere Papa è anche una persona intelligente, ed è sottile ciò che sta facendo. La sua lamentela deriva dal fatto che dice di non aver diritto ad esprimere una sua opinione, e da qui la censura in quanto "come ex papa non può ora avere quei privilegi". In realtà il B.Xvi, non potendo contestare l'onda anticristiana in seno alla Chiesa, chiede e ottiene che non venga almeno censurato il suo pensiero, come singolo individuo, in quanto la Costituzione dovrebbe garantire libertà di parola e di pensiero. E andrà giù duro su questa cosa; non tollererà una censura, anche perchè sa bene cosa provoca una censura delle libertà fondamentali, di una qualunque persona. Quindi ora, come "qualunque persona" sta reclamando i suoi diritti. E nel fare questo, manda messaggi "criptati" all'Eercito rimanente. Bravo BXVI, non ti sei fatto vincere da questi lupi travestiti da agnelli
Gesù è con noi
Papa Benedetto è la figura del pastore ferito e indossa l'Anello Papale perché rimane il Papa, non c'è mai stata una successione apostolica perché non aveva intenzione di dimettersi dal papato sin dall'inizio, lo ha detto e lo ha già detto più volte con ciò che continua a dimostrare che la sua intenzione non era quella di dimettersi da vicario di Cristo, ma parzialmente all'esercizio attivo che …More
Papa Benedetto è la figura del pastore ferito e indossa l'Anello Papale perché rimane il Papa, non c'è mai stata una successione apostolica perché non aveva intenzione di dimettersi dal papato sin dall'inizio, lo ha detto e lo ha già detto più volte con ciò che continua a dimostrare che la sua intenzione non era quella di dimettersi da vicario di Cristo, ma parzialmente all'esercizio attivo che rende non valide le sue quasi dimissioni.
nolimetangere
Uno stralcio di questo interessante articolo....

In New Book, Benedict XVI Confirms His Resignation, But Clings to Confusing Theology

onepeterfive.com/in-new-book-ben…

"Ricordo anche il momento in cui presumibilmente disse al vescovo Fellay della SSPX, che, come racconta la storia , lo aveva spinto in un raro momento da solo ad agire per porre fine alla crisi nella Chiesa: "La mia autorità …More
Uno stralcio di questo interessante articolo....

In New Book, Benedict XVI Confirms His Resignation, But Clings to Confusing Theology

onepeterfive.com/in-new-book-ben…

"Ricordo anche il momento in cui presumibilmente disse al vescovo Fellay della SSPX, che, come racconta la storia , lo aveva spinto in un raro momento da solo ad agire per porre fine alla crisi nella Chiesa: "La mia autorità finisce a quella porta".

Era un uomo che si sentiva circondato, circondato da nemici, incapace di esercitare il potere del suo ufficio di sfondare la burocrazia e le trame dei suoi coetanei. Né si sentiva in grado di tenere il passo con le esigenze di una vita sotto i riflettori. Una delle presunte ragioni per le quali si è dimesso è che non poteva più gestire fisicamente le esigenze di viaggio del papato moderno. (Perché non ha semplicemente detto "No, io sono il papa, quindi il capo e non ci vado" è un'altra domanda.)

Così come ha raccontato la storia della sua abdicazione, in frammenti, vediamo emergere un'immagine dell'uomo: si prende abbastanza sul serio come teologo e intellettuale, ma si considera anche ineguale rispetto alle esigenze del papato. Tuttavia, è profondamente consapevole del fatto che nell'era dei media globali nessuno, mai più, dopo 7 anni al timone, lo vedrebbe come chiunque tranne Papa Benedetto. Ciò emerge più chiaramente nel suo scambio con Brandmüller:

“Nel mio caso non sarebbe stato sensato rivendicare semplicemente un ritorno all'essere cardinale. Sarei stato quindi costantemente esposto ai media come lo è un cardinale, ancor più perché la gente avrebbe visto in me l'ex papa. ”

Ha aggiunto: "Sia intenzionalmente o no, ciò avrebbe potuto avere conseguenze difficili, soprattutto nel contesto della situazione attuale."
AvisObservans
L'articolo comincia dichiarando il falso. Anche il nuovo libro: qualcuno che lo sta leggendo dice già che una buona parte di esso non è farina del suo sacco (troppo diverso lo stile), quindi falso anche quello.

Benedetto è Papa perché non ha mai presentato la rinuncia ufficiale in base alla legge canonica. Lo è rimasto legalmente e spiritualmente, con tutti i crismi. Solo il potere governativo …More
L'articolo comincia dichiarando il falso. Anche il nuovo libro: qualcuno che lo sta leggendo dice già che una buona parte di esso non è farina del suo sacco (troppo diverso lo stile), quindi falso anche quello.

Benedetto è Papa perché non ha mai presentato la rinuncia ufficiale in base alla legge canonica. Lo è rimasto legalmente e spiritualmente, con tutti i crismi. Solo il potere governativo gli è stato sottratto con l'inganno e con la forza.
Il fatto che si vesta e si firmi da Papa, è solo conferma ulteriore che lo sa anche lui e non vuole rinunciarvi tuttora.
nolimetangere
Carissimo sono convintissima che sia Papa e sia l'unico Papa. Ma bisogna pur fare una panoramica per capire meglio la situazione: quel che gli è successo quando è stato circondato da lupi.
Non credo che si sia dimesso spontaneamente. E siamo tutti addolorati di ció almeno gran parte qui su gloria. Tv. Ma certo le sue dimissioni non sono spiegate da nessuno, nemmeno da lui, e questo aumenta il …More
Carissimo sono convintissima che sia Papa e sia l'unico Papa. Ma bisogna pur fare una panoramica per capire meglio la situazione: quel che gli è successo quando è stato circondato da lupi.
Non credo che si sia dimesso spontaneamente. E siamo tutti addolorati di ció almeno gran parte qui su gloria. Tv. Ma certo le sue dimissioni non sono spiegate da nessuno, nemmeno da lui, e questo aumenta il mistero.
E al di là degli articoli, se ritiene che vi sia scritto il falso, scriva direttamente all'articolista, ma al di là degli articoli e del mistero delle dimissioni se volute o meno se libere o meno, l' aspetto doloroso anzi quotidianamente doloroso è in che mani siamo finiti. La Chiesa da quali mani è retta. Da artigli.
nolimetangere
Aggiungo che il testo virgolettato non è tutto l'articolo ma uno stralcio appunto e si rimanda al link su cui si puó leggere l'articolo nella sua interezza. Ho pubblicato uno stralcio riferitivamente alla frase riguardante la sua autorità. Che finiva all'uscio della porta. E se è vero ció mi chiedo come possa essere stato pissibile, visto che invece Bergoglio non ha questo problema.
N.S.dellaGuardia
Il problema della rinuncia o presunta tale di papa Benedetto a questo punto nasconde un duplice mistero, che il libro di Sewald non chiarisce (con buona pace del vignettista...):
1) il suo gesto è ispirato dallo Spirito, che lo ha chiamato a far posto all'abominio della desolazione, ritirandosi a combattere con le sole armi che oramai sono efficaci, vale a dire quelle spirituali. Il che …More
Il problema della rinuncia o presunta tale di papa Benedetto a questo punto nasconde un duplice mistero, che il libro di Sewald non chiarisce (con buona pace del vignettista...):
1) il suo gesto è ispirato dallo Spirito, che lo ha chiamato a far posto all'abominio della desolazione, ritirandosi a combattere con le sole armi che oramai sono efficaci, vale a dire quelle spirituali. Il che spiegherebbe il mistero dell'uso del nome, dell'abito, degli errori contenuti nella formula della rinuncia, e di alcune apparenti discrepanze in questa sua ultima intervista.
2) egli è davvero fuggito davanti ai lupi, per mancanza di energie fisiche più che spirituali, perché sotto attacco da tutti i fronti. Questo spiegherebbe alcune motivazioni stridenti da lui date negli anni, e soprattutto in questo ultimo libro. Questa ipotesi però risulta in contrasto con la sua interpretazione dei tempi e gli eventi a cui stiamo assistendo, e rispetto ai quali riesce difficile pensare che lo Spirito non lo abbia pienamente istruito.

In entrambi i casi è chiaro che egli non può parlarne apertamente, ed infatti finora non lo ha fatto, lasciando aperte tutte le congetture ed i fronti pro e contro, sia rispetto alla sua persona (ahinoi, come quando era papa regnante) sia rispetto al suo gesto ed delle sue azioni.
Solo mi sembra che sarebbe meglio mantenere delle categorie di pensiero "alte", ovverosia escatologiche o alla meno peggio teologiche, per cercare di interpretare il suo gesto ed il suo pensiero. Evitando le considerazioni politiche, partitiche, o ancora evitando di tirargli la veste per farlo rientrare in qualche supposta corrente nella Chiesa.
Si tratta pur sempre dell'ultimo papa, con buona pace dei suoi detrattori, e di uno dei massimi teologi viventi (con buona pace del vignettista...).
Veritasanteomnia
Non posso che condividere. Se ben ricordo, tempo fa, a un giornalista che Gli chiedeva se c'erano due Papi, rispose che il Papa era uno solo e il gregge riconosceva la voce del Pastore. Il giornalista diede per scontato che indicasse Bergoglio come Pastore. Tuttavia Papa Benedetto non lo nominò affatto, dunque ne concludo che Egli dice ciò che può...a buon intenditor
Diodoro
Monsignor Bux avrebbe ragione se il Pontificato attivo -e poi l'improvvisa rinuncia (abdicazione)- di papa Benedetto si fossero svolti in condizioni "normali". Un Papa è libero di accettare o meno la propria Elezione, in Conclave (anche se viene sempre sottolineato il principio "Dio che dà il Peso, darà anche la forza per sostenerlo"), e non è costretto a mantenere l'Ufficio (Munus) fino alla …More
Monsignor Bux avrebbe ragione se il Pontificato attivo -e poi l'improvvisa rinuncia (abdicazione)- di papa Benedetto si fossero svolti in condizioni "normali". Un Papa è libero di accettare o meno la propria Elezione, in Conclave (anche se viene sempre sottolineato il principio "Dio che dà il Peso, darà anche la forza per sostenerlo"), e non è costretto a mantenere l'Ufficio (Munus) fino alla morte, anche se ciò è stato fatto quasi sempre. Una rinuncia "ordinaria" porrebbe fine all'esercizio del Munus, e quindi riporterebbe la persona a essere un Consacrato fra i tanti.
Invece tutto, nell'esperienza degli anni 2005-2013, è stato "stra-ordinario". In particolare è stato stra-ordinario il fatto che una parte consistente e influente della Chiesa rifiutasse con sdegno il Summorum Pontificum del 2007 ("La Messa preconciliare non è mai stata abrogata, né poteva esserlo, e ogni Sacerdote è liberissimo di celebrarla senza chiedere alcun permesso"). Gli stessi ambienti (maggioritari in Occidente) avevano respinto con sdegno la Dominus Jesus di Ratzinger e S. Giovanni Paolo II del 2000 ("Solo Cristo è Figlio di Dio, perciò Lui Solo dà Salvezza").
In poche parole: il Papa guidava la Nave di Pietro, e la Nave era piena di ammutinati. Piuttosto che continuare così, Egli pensò, dopo aver pregato, di passare a confortare la Chiesa tramite la preghiera, affidando il timone a una persona più energica.
Questa persona, ahinoi, fu uno dei capi del fronte dei Novatori, cioè il suo nemico nel Conclave del 2005.
Oggi papa Benedetto potrebbe dire che "Francesco" demolisce la Chiesa? Potrebbe. Non lo fa; limitiamoci a prenderne atto, non etichettandolo per questo come un distruttore anch'Egli.
Come scrivevo giorni fa, il solo fatto che Benedetto fosse la bestia nera dei mass media e "Francesco" ne sia il cocco dice tutto
AvisObservans
Ma allora, visto che l'evidenza fotografica (abiti papali) e la firma ufficiale "Benedictus PP XVI" smentiscono la pseudo-rinuncia di Ratzinger, significa che mons. Bux è diventato un "papista ratzingeriano"? Ma alleluia!
Peccato che it.news si arroghi il diritto di chiamarlo "ex": costoro saranno bergogliani o sedevacantisti?
mandrake1000
secondo me Benedetto XVI conosce molto bene il terzo segreto di Fatima ..... certo due paroline per confermare i fratelli nella fede poteva dirle .... i dubia rimarranno dubia ....per gli altri .... io ho le idee molto chiare su cosa sta avvenendo .... credo anche voi ....
Amarezza del mare
Vorri consacrare la mia ditta ala Madonna: qualcuno mi puo´ dire per favore come si fa? viene sempre solo detto come si fa una consacrazione personale, o della famiglia o di un popolo. Grazie
AvisObservans
Essenzialmente, quello che conta è l'intenzione del cuore, più delle formule esatte.

Consideri quella per la famiglia al Suo Cuore Immacolato. Può tranquillamente fare qualche piccola modifica/aggiunta per nominare la ditta o azienda in questione (la prima formula, più sostanziosa, sembra la più adatta per un'occasione solenne e collettiva, magari da recitare dinanzi a un'immagine che resterà …More
Essenzialmente, quello che conta è l'intenzione del cuore, più delle formule esatte.

Consideri quella per la famiglia al Suo Cuore Immacolato. Può tranquillamente fare qualche piccola modifica/aggiunta per nominare la ditta o azienda in questione (la prima formula, più sostanziosa, sembra la più adatta per un'occasione solenne e collettiva, magari da recitare dinanzi a un'immagine che resterà poi sempre esposta in un luogo adatto):
rosarioonline.altervista.org/…/PreghiereDiCons…
Consiglio una data mariana significativa come il 13 maggio o entro il mese mariano.

Queste poi sono le formule insegnate dalla Madonna ai veggenti di Medjugorje (per uso quotidiano singolo o collettivo):
www.papaboys.org/la-preghiera-di…

Mentre Giovanni Paolo II usava tale brevissima formula come preghiera personale frequente:
"Totus tuus ego sum, et omnia mea tua sunt. [...] Accipio te in mea omnia, praebe mihi cor tuum, o Maria" ("Sono tutto tuo, e tutto ciò che è mio è tuo. [...] Ti accolgo in tutto me stesso, offrimi il cuore tuo, Maria)

Ave Maria.
nolimetangere
Nonostante io abbia grande affetto per Ratzinger, non ho mai capito nè approvato la sua scelta. Le spiegazioni che offre non significano nulla. Se si dice sì a Cristo poi chi si volta indietro per motivi seri o futili comunque non aderisce alla sua chiamata completamente. E poi che dire, quando addebita il marcio al "68, e quando parla ma così soft verso Bergoglio per poi fare marcia indietro …More
Nonostante io abbia grande affetto per Ratzinger, non ho mai capito nè approvato la sua scelta. Le spiegazioni che offre non significano nulla. Se si dice sì a Cristo poi chi si volta indietro per motivi seri o futili comunque non aderisce alla sua chiamata completamente. E poi che dire, quando addebita il marcio al "68, e quando parla ma così soft verso Bergoglio per poi fare marcia indietro immediatamente. Pure lui ha la Sarahite... I lupi sono le ideologie anticristiche, ma le ideologie non sono spettri.. Il" 68 non è uno spettro.. Entrambi sono la risultante di ribellione. Non origine quindi ma esito della ribellione degli uomini nella Chiesa e nella società. Parlare di "68 o di ideologie anticristiche significa indicare qualcosa di intangibile come un periodo storico o un'idea politica malsana. Ma la storia la fanno gli uomini e la politica pure.

Quindi perchè non parlare chiaro?
Non puó? Non è più papa?
E perchè si veste di bianco? Non puó per non interferire? Ma puó parlare da consacrato, da fine teologo, da credente, puó farlo e dovrebbe farlo.
Tanto di vigne da estirpare non ce ne sono più e quindi...
AvisObservans
Le apparenze danno l'idea di un Pietro spaventato che balbetta "no, no, no" di fronte al sinedrio... Ma come facciamo a sapere se sono parole testuali di Benedetto?
Almeno sappiamo per certo che alla fine Pietro tornò in sé e confermò i fratelli: così farà pure Benedetto, prima di lasciare questo mondo.
nolimetangere
Speriamo...
Pietro da Cafarnao
Sono d'accordo con Monsignor Bux, in particolare un vescovo lascia la guida di una Diocesi, di un servizio nella Chiesa, ma il suo ufficio di successore degli apostoli deve continuare, non può dirsi in pensione, perché non lo è. Se si ritenesse in pensione e non si adoperasse per il Regno di Dio, dovrà rsponderne. Cosi pure il pontefice non può abdicare, né essere sostituito, perché il mandato …More
Sono d'accordo con Monsignor Bux, in particolare un vescovo lascia la guida di una Diocesi, di un servizio nella Chiesa, ma il suo ufficio di successore degli apostoli deve continuare, non può dirsi in pensione, perché non lo è. Se si ritenesse in pensione e non si adoperasse per il Regno di Dio, dovrà rsponderne. Cosi pure il pontefice non può abdicare, né essere sostituito, perché il mandato Gesù l'ha dato a un solo Pietro, perciò lui è ancora il vero Pontefice, anche se sia stato costretto o contro voglia a lasciare. Ma di fatto non poteva farlo. Lo Spirito Santo non lo avrebbe abbandonato anche in quel momento difficile, in cui si sentiva attorniato dai lupi.