it.news
11.2K

L’uso della lingua latina nella liturgia cattolica

Il 29 novembre scorso in quasi tutta Italia è entrata in vigore la nuova traduzione italiana. Abbiamo abbondantemente commentato l’evento. Crediamo comunque sia sempre bene ribadire che il problema, …More
Il 29 novembre scorso in quasi tutta Italia è entrata in vigore la nuova traduzione italiana. Abbiamo abbondantemente commentato l’evento. Crediamo comunque sia sempre bene ribadire che il problema, oltre alla nocività del Novus Ordo Missae, non risiede in una traduzione sbagliata, ma nell’idea stessa di tradurre in vernacolo le sacre liturgie della Chiesa. Ci piace quindi riprendere questo articolo di don Matthias Gaudron FSSPX.
di Padre Matthias Gaudron FSSPX [1]
Premessa del Traduttore
Nella sua opera apologetica del 1852 Réponses courtes et familières aux objections les plus réprendues contre la religion («Risposte brevi e abituali alle obiezioni più diffuse contro la religione»), scrive Mons. LouisGaston De Ségur (1820-1881): «Ai dogmi immutabili, occorre una lingua immutabile che preservi da ogni alterazione la formulazione stessa di questi dogmi […]. I protestanti e tutti i nemici della Chiesa cattolica gli hanno sempre duramente rimproverato l’uso del latino. Essi avvertono …More
Francesco I
La messa nella lingua volgare fece una vittima illustre: Mons. Salvatore Colombo, vescovo di Mogadiscio. Gli fu imposto da Roma di celebrare anche la messa in arabo: ora in Somalia, all'epoca, le lingue ufficiali erano due l'italiano ed il somalo, ed anche quest'ultima lingua usa i caratteri latini. L'arabo in Somalia era usato esclusivamente per le cerimonie musulmane.
Al vescovo giunsero diversi …More
La messa nella lingua volgare fece una vittima illustre: Mons. Salvatore Colombo, vescovo di Mogadiscio. Gli fu imposto da Roma di celebrare anche la messa in arabo: ora in Somalia, all'epoca, le lingue ufficiali erano due l'italiano ed il somalo, ed anche quest'ultima lingua usa i caratteri latini. L'arabo in Somalia era usato esclusivamente per le cerimonie musulmane.
Al vescovo giunsero diversi "avvertimenti" e minacce: "Bestemmia il tuo Dio nella tua ligua" . Il vescovo scrisse diverse volte a Roma, ma il Vaticano fu irremovibile.

Il 9 luglio del 1989 Monsignor Colombo venne assassinato e da quel giorno ebbe inizio la demolizione della cattedrale.

Alcuni iman diffusero la voce che all'interno del tempio il vescovo avesse nascosto ricchezze immense: così la popolazione iniziò una caccia al tesoro che fece sì che della cattedrale ora non rimanga pietra su pietra
Vedi:

Quando si costruivano le Cattedrali e la Chiesa era ancora capace di evangelizzare.