Clicks747

Angelus del 10 gennaio 2021

All’Angelus, nella Solennità del Battesimo del Signore, il Papa ricorda che il volto di Dio è la misericordia e che in ogni gesto di servizio che si compie ritroviamo Lui. “Amore – afferma – chiama amore”. Al termine della preghiera mariana, Francesco rivolge un pensiero ai bimbi che oggi dovevano essere battezzati nella Cappella Sistina, assicurando loro la sua benedizione e la sua preghiera

Benedetta Capelli – Città del Vaticano
La nostra identità più profonda ha un cuore che vibra: la certezza di essere attesi da Dio nella sua misericordia. È nell’acqua del Battesimo che troviamo questa realtà, fatta di vicinanza e salvezza gratuita. Francesco lo ribadisce all’Angelus, nella Solennità del Battesimo del Signore, recitato nella Biblioteca del Palazzo Apostolico. Spiega che nell’immersione nelle acque del Giordano, Gesù offre il suo “manifesto programmatico” perché prende su di sé i peccati, indicando la via dell’amore per farsi simili a Lui. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)
Leggi Anche

10/01/2021

Angelus 10 gennaio 2021

La grandezza del quotidiano

Ripercorrendo il Vangelo di oggi, il Papa si sofferma su Gesù adulto e sui trenta anni passati di “vita nascosta” trascorsi in famiglia, prima in Egitto come "migrante per fuggire dalla persecuzione di Erode, gli altri a Nazareth, imparando il mestiere di Giuseppe", “obbedendo ai genitori, studiando e lavorando”:
Colpisce che la maggior parte del tempo sulla Terra il Signore lo abbia passato così, vivendo la vita di tutti i giorni, senza apparire. Pensiamo che secondo i Vangeli sono stati tre gli anni di prediche, di miracoli e tante cose. Tre. E gli altri, tutti gli altri, di vita nascosta in famiglia. È un bel messaggio per noi: ci svela la grandezza del quotidiano, l’importanza agli occhi di Dio di ogni gesto e momento della vita, anche il più semplice e anche il più nascosto.

Condividere l’amore di Dio
È dal Battesimo nel Giordano, “segno della volontà di convertirsi chiedendo perdono dei peccati”, che inizia la vita pubblica di Gesù. Un rito al quale Giovanni era contrario ma che mostra la chiara volontà di Cristo di “stare con i peccatori”, mettendosi in fila e compiendo lo stesso gesto. "Nuda l'anima e nudi i piedi", sottolinea il Papa ricordando un inno liturgico. “Battesimo – afferma – significa proprio immersione”:
Nel primo giorno del suo ministero, Gesù ci offre così il suo “manifesto programmatico”. Ci dice che non ci salva dall’alto, con una decisione sovrana o un atto di forza, ma venendoci incontro e prendendo su di sé i nostri peccati. Ecco come Dio vince il male del mondo: abbassandosi e facendosene carico. È anche il modo in cui noi possiamo risollevare gli altri: non giudicando, non intimando che cosa fare, ma facendoci vicini, con-patendo, condividendo l’amore di Dio.
"La vicinanza - prosegue - è lo stile di Dio nei nostri confronti; Lui stesso lo disse a Mosè. Pensate: quale popolo ha i suoi dei così vicini, come voi avete
me. La vicinanza è lo stile di Dio nei nostri confronti".

Amore chiama amore
L’abbassarsi di Gesù fa aprire i cieli e svelare la Trinità, lo Spirito Santo scende in forma di colomba (cfr Mc 1,10) e il Padre dice a Gesù: «Tu sei il Figlio mio, l’amato». Il volto di Gesù è quindi la misericordia.
Amore chiama amore. Vale anche per noi: in ogni gesto di servizio, in ogni opera di misericordia che compiamo Dio si manifesta; Dio pone il suo sguardo sul mondo.

Gesù aspetta che si apra il cuore
“La nostra vita – afferma Francesco – è segnata della misericordia che si è posata su di noi” proprio nel giorno del Battesimo
Siamo stati salvati, ma gratuitamente. La salvezza è gratis. È il gesto gratuito di misericordia di Dio nei nostri confronti. Sacramentalmente questo si fa il giorno del nostro Battesimo, ma anche coloro che non sono battezzati ricevono la misericordia di Dio sempre, perché Dio è lì, aspetta. Aspetta che si aprano le porte dei cuori. Si avvicina, mi permetto di dire, ci carezza con la sua misericordia.
Poi la preghiera alla Madonna, perchè "ci aiuti a custodire la nostra identità, cioè l’identità di essere misericordiati, che sta alla base della fede e della vita".

La benedizione ai bambini che ricevono il Battesimo
Al termine della preghiera mariana, Francesco si è soffermato sull’impossibilità di celebrare i battesimi nella Cappella Sistina, una consuetudine che si ripete nella domenica di questa festa liturgica. Un’impossibilità dovuta alle norme anti – Covid:
Tuttavia, desidero ugualmente assicurare la mia preghiera per i bambini che erano iscritti, per i loro genitori, padrini e madrine e la estendo a tutti i bambini che in questo periodo ricevono il Battesimo, ricevono l’identità cristiana, ricevono la grazia del perdono, della redenzione. Dio benedica tutti.

Aperti allo Spirito
Francesco, ricordando poi, che da domani si riprende il cammino del tempo ordinario, essendosi concluso il tempo di Natale, esorta a mettere amore nelle cose in modo da cambiarle completamente:
Non stanchiamoci di invocare la luce e la forza dello Spirito Santo affinché ci aiuti a vivere con amore le cose ordinarie e così, a renderle straordinarie. È l’amore che cambia: le cose ordinarie sembrano continuare ad essere ordinarie, ma quando si fanno con amore diventano straordinarie. Se rimaniamo aperti, docili, allo Spirito, Egli ispira i nostri pensieri e le nostre azioni di ogni giorno.

Francesco I
@padrepasquale
Ammiro molto la sua devozione per il lìder maximo peronista Mario Bergoglio, sia cortese, mi commenti queste sue proposizioni:
padrepasquale
La riflessione integrale del Papa
m.facebook.com/…0207689574633022&id=1702101600
Luca Santoro
Si ma Gesù non va nel Giordano per "volontà di convertirsi e chiedere perdono dei peccati" come è indicato nel punto "Condividere l'amore di Dio" (ma chi è che scrive i testi a Bergoglio?).
Errore numero due: Gesù non ci salva venendoci incontro; siamo noi che ci salviamo andando incontro a lui.
Anche per gli altri, non possiamo salvarli. Solo la Grazia può salvare gli altri.
"La vicinanza è lo …More
Si ma Gesù non va nel Giordano per "volontà di convertirsi e chiedere perdono dei peccati" come è indicato nel punto "Condividere l'amore di Dio" (ma chi è che scrive i testi a Bergoglio?).
Errore numero due: Gesù non ci salva venendoci incontro; siamo noi che ci salviamo andando incontro a lui.
Anche per gli altri, non possiamo salvarli. Solo la Grazia può salvare gli altri.
"La vicinanza è lo stile di Dio nei nostri confronti"" una frase priva di senso detta da Bergoglio. ",
ma anche coloro che non sono battezzati ricevono la misericordia di Dio sempre, perché Dio è lì, aspetta" non commento, sarà una forma di religione diversa...
"Se rimaniamo aperti, docili, allo Spirito, Egli ispira i nostri pensieri e le nostre azioni di ogni giorno."
Non oso immaginare a quale Spirito egli si ispiri"...
Che dire, Vangelo, Catechismo e Bibbia manomessi in un solo discorso. Pietoso direi. Tu si che hai bisogno di misericordia, senti a me.
padrepasquale
Signor Luca, il Papa non ha fatto nessuna manomissione. Riascolti con attenzione e sincerità di cuore quello che ha detto il Papa e notera' la grande ricchezza spirituale dei concetti teologici, di cui lei appare piuttosto digiuno. Non giudichi, impari.
Francesco I
"Grande ricchezza spirituale!" Complimenti padre Pasquale! Dunque Gesù avrebbe avuto bisogno di manifestare un “segno della volontà di convertirsi chiedendo perdono dei peccati”(sono le parole di Bergoglio), questo fa il paio con un'altra delle numerose bestemmie dell'Argentino quando negava l'Immacolata Concezione di Maria!
Bergoglio proclama la "teologia del meticciato"
Luca Santoro
@padrepasquale ho letto il testo, non ho ascoltato l'audio. Preferisco ascoltare Don Minutella, molto più ricco di "ricchezza spirituale e dei concetti teologici", di cui forse lei appare piuttosto a digiuno. Non giudichi, impari.
padrepasquale
Ricordi che Don Minutella è stato scomunicato, è fuori della comunione con la Chiesa
padrepasquale
@Francesco I
Le chiedo un po' di onestà intellettuale. Il soggetto delle parole riportate da lei è: il battesimo di Giovanni... Ascolti il video integrale del Papa, di cui ho inserito sopra il link, e si renderà conto del suo grande errore.
Luca Santoro
@padrepasquale Gesù non era migrante, al massimo era perseguitato dalla Chiesa del tempo e dai governanti del tempo. Come Don Minutella. Poi alla fine si scopre che aveva ragione. L'attuale presunto Papa Bergoglio non può scomunicare Don Minutella in quanto eretico e quindi scomunicato egli stesso per primo. Tutti i suoi atti sono nulli
padrepasquale
@Luca Santoro
Lei ripete le tesi di Don Minutella sul Papa eretico. È l'orgoglio della sua mente che gli fa dire queste cose, causa della sua scomunica. Senza la comunione con il Papa si è fuori dalla Chiesa di Gesù.
Luca Santoro
@padrepasquale comunque mi sembra chiaro che su gloria.tv non potrà tirare acqua al suo mulino. Credo che la sua presenza sia una sua perdita di tempo...
padrepasquale
@Luca Santoro
Dalle sue parole sembra che ne abbiate fatto di gloria.tv una specie di covo settario. Molto triste
Luca Santoro
@padrepasquale si, di scomunicati. In questi tempi è una vera fortuna esserlo. Non vorremmo finire nelle fiamme eterne per sciocchi dettagli...
Christoforus78
Le riflessioni del vescovo argentino sono piene di umanità, intrise di filantropia, pervase da una fede nell'uomo ma nulla hanno di divino, anzi abbassano ciò che è alto, mortificano il sacro, annullano lo spirituale nel materiale, degradano l'uomo fingendo di esaltarlo, metteno un idolo al posto di Dio. Ma in una società avvelenata queste parole suonano belle ma sono moneta falsa perchè …More
Le riflessioni del vescovo argentino sono piene di umanità, intrise di filantropia, pervase da una fede nell'uomo ma nulla hanno di divino, anzi abbassano ciò che è alto, mortificano il sacro, annullano lo spirituale nel materiale, degradano l'uomo fingendo di esaltarlo, metteno un idolo al posto di Dio. Ma in una società avvelenata queste parole suonano belle ma sono moneta falsa perchè dottrina d'uomo che si costituisce un suo culto ed una sua fede.
padrepasquale
Riflessioni devianti
Christoforus78
@padrepasquale comunicare con lei è impossibile oltre che inutile.
Gaetano2
Padrepasquale dice che le riflessioni dell'accoglione "sono sempre pertinenti, ricche di umanità e di autentica fede", ovviamente, in pachamame e altre divinità sataniche
padrepasquale
Ascolti bene il discorso del Papa
Gaetano2
Sì, ho già visto la sua adorazione di pachamama e quello che dice è la logica conseguenza
Luca Santoro
discorsi ingarbugliati. Ancora deve imparare l'italiano.
il vandea
La solita eretica esibizione.
padrepasquale
Non sa cosa dice
padrepasquale
Le riflessioni di Papa Francesco sono sempre pertinenti, ricche di umanità e di autentica fede.
Veritasanteomnia
Di quali peccati voleva pentirsi Gesù?
padrepasquale
Ascolti bene il discorso del Papa
Francesco I
Ecco cosa dice l'ex cardinale Bergoglio: È dal Battesimo nel Giordano, “segno della volontà di convertirsi chiedendo perdono dei peccati”, che inizia la vita pubblica di Gesù.
Dunque, secondo l'argentino Gesù avrebbe dovuto "convertirsi" e pentirsi dei propri peccati" !
Secondo me è colui che occupa indegnamente sulla Cattedra di Pietro che dovrebbe convertirsi ed iniziare a studiare i primi …More
Ecco cosa dice l'ex cardinale Bergoglio: È dal Battesimo nel Giordano, “segno della volontà di convertirsi chiedendo perdono dei peccati”, che inizia la vita pubblica di Gesù.
Dunque, secondo l'argentino Gesù avrebbe dovuto "convertirsi" e pentirsi dei propri peccati" !
Secondo me è colui che occupa indegnamente sulla Cattedra di Pietro che dovrebbe convertirsi ed iniziare a studiare i primi rudimenti della dottrina cristiana.
Sentite quante stupidaggini è in grado di dire:
Luca Santoro
eh si in base allo squilibrio è dunque necessario riscrivere il Vangelo. Ed applaudono anche questi dementi che gli sono davanti...
Francesco Federico
In quest'altro "Angelus" Bergoglio travisa completamente la parabola di vignaioli assassini, Ignoranza o malafede?
Angelus dell'otto ottobre: Il Vangelo secondo Bergoglio
nolimetangere
Terza opzione. Ed è disgustoso il lecchinaggio che gli offrono i traditori di Gesù. Chi plaude Bergoglio tradisce Gesù.
Ed un'altra cosa sconvolgente è l'ignoranza. Del plaudente e del plaudito.
padrepasquale
Vero, quanta ignoranza!
Francesco Federico
E sì, padre Pasquale, ha proprio ragione, quella di Bergoglio è proprio ignoranza colpevole, tanto più che sarebbe suo il compito di trasmetterci cosa ha ricevuto (Tradidi quod et accepi), invece si vede chiaramente che egli non conosce per nulla il vangelo, ma si limita a ripetere stancamente solo quanto viene letto durante la messa, e dà di questo delle interpretazioni che, a voler essere …More
E sì, padre Pasquale, ha proprio ragione, quella di Bergoglio è proprio ignoranza colpevole, tanto più che sarebbe suo il compito di trasmetterci cosa ha ricevuto (Tradidi quod et accepi), invece si vede chiaramente che egli non conosce per nulla il vangelo, ma si limita a ripetere stancamente solo quanto viene letto durante la messa, e dà di questo delle interpretazioni che, a voler essere gentili, possiamo definire fantasiose!
Preghiamo affinché si penta, smetta di adorare gli idoli falsi e bugiardi, rassegni le dimissioni, si ritiri ad una vita di penitenza in modo da poter salvare la sua povera anima!
Francesco I
Il Magistero di Bergoglio è sempre bislacco, sarebbe anche divertente se non creasse confusione, e se non contenesse macroscopici errori dottrinali.
Dunque, secondo Bergoglio Gesù si sarebbe fatto battezzare nel Giordano come “segno della volontà di convertirsi chiedendo perdono dei peccati”, non solo ma il battesimo sarebbe, in pratica, del tutto inutile in quanto "anche coloro che non sono …More
Il Magistero di Bergoglio è sempre bislacco, sarebbe anche divertente se non creasse confusione, e se non contenesse macroscopici errori dottrinali.
Dunque, secondo Bergoglio Gesù si sarebbe fatto battezzare nel Giordano come “segno della volontà di convertirsi chiedendo perdono dei peccati”, non solo ma il battesimo sarebbe, in pratica, del tutto inutile in quanto "anche coloro che non sono battezzati ricevono la misericordia di Dio sempre, perché Dio è lì, aspetta"
Secondo Bergoglio, anzichè ricevere i tradizionali sacramenti, è molto più utile recitare l'atto di dolore rivolto alla dea Pachamama:
padrepasquale
Controlli bene il soggetto delle parole del Papa, prima di fare riflessioni devianti
Francesco I
Lei ha ragione, padrepasquale, cosa si può pretendere da un personaggio che sa benissimo di essere destinato all'inferno ! Preghiamo affinché si converta!

Ricevere una telefonata da Bergoglio, per sentirsi augurare l’Inferno…(audio e video)
Francesco I
@padrepasquale
Dimenticavo: ho seguito il suo consiglio ed ho controllato il "soggetto"
Dunque il soggetto è "Pachamama" ed i predicati verbali sono due: mangia e bevi!