Clicks184
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO - Beato Alano della Rupe: - Al (Novello) Sposo di Maria, (Gesù Crocifisso) rivela le pene dell’Inferno. - I. Secondo Sant’Ambrogio, la Preghiera è per gli uomini il …More
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO

- Beato Alano della Rupe:

- Al (Novello) Sposo di Maria, (Gesù Crocifisso) rivela le pene dell’Inferno.


- I. Secondo Sant’Ambrogio, la
Preghiera è per gli uomini il mezzo migliore
per riconciliarsi con Dio.
Ed è il Rosario, la Regina delle
Preghiere, per la immensa Potenza che in
questa preghiera è contenuta.
(Il Rosario infatti) attinge la sua
singolare Forza dalla Vita, dalla Passione, e
dalla Gloria di Cristo, e in più, dai Meriti
della Madre di Dio e dei Santi.

II. Un devoto del Rosario di Cristo
mentre recitava i Misteri Dolorosi, spesso
avvertiva nel suo corpo i dolori della
Passione di Cristo.
Un giorno, mentre celebrava la Santa
Messa, egli vide nella Sacra Ostia, Gesù
Crocifisso, e udì che gli diceva: “Tu mi
crocifiggi per la seconda volta”.
E lui: “O Signore Gesù Cristo, come
potrei mai commettere un crimine così
terribile?”.
E il Signore: “I tuoi peccati mi
crocifiggono: preferisco essere Crocifisso
Io, piuttosto che Dio sia offeso da quei
peccati, con i quali tu lo offendi.
E quando non mi crocifiggi
commettendo il peccato, lo fai con le
omissioni.
Hai la preparazione, la libertà e il
ministero della predicazione: tu sei
responsabile dei mali che potresti proibire,
se solo predicassi il mio Rosario. Ma sei
diventato un cane muto, incapace di
abbaiare, mentre il mondo è pieno di lupi.
Se non ti correggerai, te lo prometto
davanti al Padre Onnipotente, mangerai
l’erroneo cibo dei mondani”.

III. Dopo queste parole, ecco, egli vide
spalancarsi un Baratro Infinito, e in esso
giacevano Ecclesiastici, Religiosi, Principi,
Sovrani e moltissimi altri; e fuoco, grandine,
neve, ghiaccio e il soffiare delle tempeste
erano solo una minima parte del loro calice
amaro.
Ed essi, stando tra i serpenti, erano
sommersi, fino al capo, in quello che vi è di
più detestabile al mondo, urlando
atrocemente.
Li circondavano demoni, dall’aspetto
di donne, di una spaventosità
inimmaginabile; questi esseri mostruosi
trafiggevano e infiammavano con frecce di
fuoco i genitali dei giacenti, e infuocati
serpenti, aspidi e rospi, ecc., si infilavano
nei loro posteriori nudi; e tormenti ancor più
crudeli subentravano ai precedenti.
Egli riconobbe molti, che prima
stavano nel mondo dei vivi.

E Gesù gli disse:
“Ecco, questo sarà il luogo del tuo riposo,
se tralascerai ancora la predicazione.
Annunzia il mio Rosario: te lo
prometto: io lotterò, insieme a tutta la Corte
celeste, contro tutti quelli che ti
contrasteranno in essa.
E vivi ciò che predichi, affinché tu non
giaccia un giorno tra questi che vedi,
che dicevano e non facevano”.


(Beato Alano della Rupe o.p.
STORIA, RIVELAZIONI E VISIONI (DEL ROSARIO)
LIBRO SECONDO: CAPITOLO XIII )


www.beatoalano.it
ilsantorosario
"..ecco, egli vide spalancarsi un Baratro Infinito, e in esso giacevano Ecclesiastici, Religiosi, Principi, Sovrani e moltissimi altri; e fuoco, grandine, neve, ghiaccio e il soffiare delle tempeste erano solo una minima parte del loro calice amaro... E Gesù gli disse: “Ecco, questo sarà il luogo del tuo riposo, se tralascerai ancora la predicazione. Annunzia il mio Rosario: te lo prometto: io …More
"..ecco, egli vide spalancarsi un Baratro Infinito, e in esso giacevano Ecclesiastici, Religiosi, Principi, Sovrani e moltissimi altri; e fuoco, grandine, neve, ghiaccio e il soffiare delle tempeste erano solo una minima parte del loro calice amaro... E Gesù gli disse: “Ecco, questo sarà il luogo del tuo riposo, se tralascerai ancora la predicazione. Annunzia il mio Rosario: te lo prometto: io lotterò, insieme a tutta la Corte celeste, contro tutti quelli che ti contrasteranno in essa.
E vivi ciò che predichi, affinché tu non giaccia un giorno tra questi che vedi, che dicevano e non facevano”.