Gloria.tv And Coronavirus: Huge Amount Of Traffic, Standstill in Donations
Clicks977
it.news
1

I parrocchiani fanno causa alla diocesi per far tornare il parroco accusato di "molestie"

Nell'estate del 2019, Don Eduard Perrone, 71 anni, parroco della Parrocchia Assumption Grotto di Detroit, è stato accusato di aver "molestato" un chierichetto, più di quaranta anni fa. Il sacerdote fu immediatamente sospeso.

L'accusatore di Perrone soffre di problemi psichiatrici. Ha cambiato più volte la sua storia dicendo prima di essere stato "stuprato" e sostenendo poi che si trattava solo di "palpeggiamento" e "carezze".

Due settimane dopo, un tossicodipendente in recupero, che ha scontato una pena in carcere per furto, si è presentato come un altro "ex chierichetto" di Perrone, accusandolo di avergli "toccato i genitali".

Perrone ha negato entrambe le accuse e ha superato due test con la macchina della verità. Ha anche negato di conoscere il suo secondo accusatore.

La sua parrocchia lo sotiene. Venti dei suoi parrocchiani stanno ora facendo causa all'arcidiocesi di Detroit per 20 milioni di dollari per avergli causato "stress emotivo" portando via il loro parroco.

La parrocchia ha ogni giorno una Messa tradizionale latina, comprese le domeniche e i giorni festivi.

L'avvocato di Perrone, Christopher A. Kolomjec, un parrocchiano, afferma nella causa che i funzionari della chiesa hanno manipolato l'accusatore per fargli dire qualcosa di salace.

Le trascrizioni delle interviste, ricevute dalla Detroit Free Press, dimostrano che questo è vero:

"Bisogna descrivere il fatto", ha detto il detective dell'arcidiocesi all'accusatore quattro giorni prima dell'allontanamento di Perrone, "deve essere un pene. Deve essere una mano. Devono essere parti del corpo, e lei deve dirci che è stato Eduard Perrone. Questo è tutto. ... E saremo sulla via verso verso la pace".

L'accusatore di Perrone ha detto che durante una gita in campeggio, Perrone, allora 29enne, lui e un altro chierichetto "dormivano in una tenda molto piccola, cosiché si toccavano".

L'altro chierichetto era James Fortenberry, allora diciassettenne, un'infermiera di Huntsville/Alabama che disse al Free Press: "Ero in campeggio. Non c'è stato nessun abuso".

Fortenberry disse al giornale che un detective della diocesi lo rintracciò e "cercò di suggerire che anche lui era stato abusato da Perrone".

Tuttavia, Fortenberry è categorico: "Mi ricorderei sicuramente se fossi stato abusato. Non c'era niente di vagamente offensivo nel nostro rapporto".

Crede che gli investigatori abbiano manipolato il suo amico per fargli fare queste accuse, perché hanno anche cercato di spingerlo a dire cose negative su Perrone.

Fortenberry ha telefonato all'accusatore, che era suo compagno di classe, per informarlo dell'inchiesta. L'accusatore gli ha detto che era strano che Don Perrone "ci portasse in campeggio". Ma Fortenberry rispose: "Non è successo niente."

L'accusatore ha risposto: "Sei sicuro? La gente mi dice che le cose sarebbero potute succedere". Da questo, Fortenberry conclude che Perrone sia stato incastrato.

Gli investigatori hanno intervistato altri quattro chierichetti di Perrone che avevano l'età dell'accusatore. Nessuno ha rivelato di essere a conoscenza che Perrone avesse “abusato minori.”

Perrone ha co-fondato nel 2002 l'Opus Bono Sacerdotii, un'associazione no profit che sostiene i sacerdoti che si trovano ad affrontare accuse di abusi sessuali e altri problemi.

Ha definito le accuse un "terribile insulto a me", aggiungendo: "Perché dovrei maledire un'anima, e la mia, commettendo un crimine del genere?

Don Perrone è d'accordo con i suoi parrocchiani secondo cui è stato incastrato perché troppo cattolico: "Quello che mi crea problemi è l'arcidiocesi di Detroit".

Ai parrocchiani è stato vietato ogni contatto con Perrone, a cui è stato ordinato di vestirsi da laico.
il vandea
Un altro falso caso. Come ho gia' detto, la posizione della Chiesa deve essere netta. Sei stato molestato? A parte che dopo 40 anni sono prescritti anche gli omicidi. Allora provalo con prove certe e inoppugnabili (foto, filmati, testimonianze plurime). Non hai le prove ? Allora dovevi tacere per sempre. Ora dovrai risarcire la Chiesa e il sacerdote ingiustamente accusato per il danno morale e d'…More
Un altro falso caso. Come ho gia' detto, la posizione della Chiesa deve essere netta. Sei stato molestato? A parte che dopo 40 anni sono prescritti anche gli omicidi. Allora provalo con prove certe e inoppugnabili (foto, filmati, testimonianze plurime). Non hai le prove ? Allora dovevi tacere per sempre. Ora dovrai risarcire la Chiesa e il sacerdote ingiustamente accusato per il danno morale e d'immagine, che hai causato con tutti i tuoi beni, e canonicamente, sei escluso dalla Chiesa e privato dei sacramenti per sempre.