Clicks484

Seforis: la città della nascita di Sant’Anna, madre della Vergine Maria

Per il video si clicchi su www.cmc-terrasanta.com/…/seforis:-la-cit…


Di seguito il testo del video:

settembre 05, 2018

A circa dieci km da Nazareth si trova Seforis. Nel Parco Nazionale troviamo le rovine della città che, a partire dall’anno 55 dopo Cristo, fu la Capitale della Galilea, abitata in prevalenza da ebrei. La sua storia risale, tuttavia, al primo secolo avanti Cristo, al periodo ellenistico.


Il nome "Seforis" deriva dall'ebraico "Zippori" perché la città si trova in cima alla collina “appollaiata” come un uccello. La cosiddetta "Perla di Galilea", era una regione molto sviluppata dove persone di diversa provenienza culturale e religiosa vivevano insieme pacificamente. Scoperte archeologiche hanno portato alla luce significativi resti di diverse epoche come strade e colonne tipiche dell’architettura romana; un antico sistema idrico; un anfiteatro probabilmente costruito da Erode Antipa, figlio di Erode il Grande; e ancora, le costruzioni del tempo dei crociati su un’altura da cui si contempla un’affascinante vista panoramica di Seforis e dei suoi dintorni.


Il sito archeologico sorprende per i bei mosaici che si trovano in ogni angolo. Di particolare rilievo la “Casa del Nilo”, un’antica sinagoga con rappresentazioni che evocano la tradizione giudaica: come l’angelo che visitò Abramo e Sara, il sacrificio di Isacco, uno zodiaco con i nomi dei mesi in ebraico e delle offerte quotidiane. Mentre in quella che deve essere stata una lussuosa villa romana i mosaici mostrano scene in onore al Dio Dioniso o Bacco e ancora l’incantevole immagine della cosiddetta “Monnalisa della Galilea”.


Si crede che all’inizio del cristianesimo sia vissuta lì una comunità giudeo-cristiana che riconosceva Gesù come Messia. Seforis è considerata anche la città che ha dato i natali a Sant’Anna, la madre della Vergine Maria. Una tradizione avvalorata dai resti della chiesa di epoca crociata con tre navate a lei dedicata. Le rovine si trovano nei dintorni del Parco Nazionale, sul terreno acquistato dalla Custodia di Terra Santa nel 1841.


Fr. BRUNO VARRIANO, ofm Guardiano e Rettore della Basilica dell’Annunciazione - Nazareth “Le narrazioni sulla nascita di Maria che ci vengono dalla tradizione orale sono del protovangelo di San Giacomo, il quale indica la nascita vicino al tempio di Gerusalemme. Un’altra tradizione attribuisce la nascita a Seforis, sicuramente di Sant’Anna e c’e’ chi sostiene anche quella di Maria, ma la narrazione certa che abbiamo è quella del protovangelo di Giacomo”.


Secondo Fr. Bruno Varriano, a Seforis oltre alla nascita di Sant’ Anna, potrebbe essere avvenuta anche la natività di Maria. Tuttavia, fa testo per noi, il resoconto del protovangelo di Giacomo sulla nascita a Gerusalemme della Vergine, che intende sottolineare la vicinanza simbolica con il Tempio della Città Santa. Un’indicazione geografico-teologica del luogo della natività della Vergine Maria che aiuterebbe a cogliere in Maria il "nuovo tempio", la madre del Verbo incarnato. E’ certo, per altro, che Maria visse gran parte della sua vita a Nazareth.


Fr. BRUNO VARRIANO, ofm Guardiano e Rettore della Basilica dell’Annunciazione - Nazareth “Sull’incarnazione e il “sì” di Maria abbiamo la convergenza di tutte le fonti. Certamente, un’altra casa di Gioacchino e Anna e’ a Nazareth. Vi è consenso su questo perché Nazareth era un piccolo villaggio e non una città sviluppata, ellenistica come Seforis. Così, a Nazareth si ha la sintesi delle narrazioni del protovangelo di San Giacomo, del Vangelo di San Luca e certamente dell’archeologia. Come la scritta “khaire Maria’, la Domus Ecclesiae, la chiesa bizantina, la chiesa crociata francescana e la attuale basilica.”

Fonti storiche letterarie e resti archeologici ci permettono di toccare i luoghi della vita quotidiana di Maria e comprenderne l’umanità.


Crociato likes this.
Kiakiar
Concordo con quanto scritto da Marziale sul protovangelo di Giacomo. Il giovane e genuino entusiasmo nel servizio del gran Re, dei cristiani in quest' epoca d' oro in cui la Chiesa , piena di prudenza e vera scienza, custodiva gelosamente in se il dono del discernimento e non si lasciava influenzare da tutto il resto, attirava in loro in abbondanza i carismi dello spirito. A proposito di san …More
Concordo con quanto scritto da Marziale sul protovangelo di Giacomo. Il giovane e genuino entusiasmo nel servizio del gran Re, dei cristiani in quest' epoca d' oro in cui la Chiesa , piena di prudenza e vera scienza, custodiva gelosamente in se il dono del discernimento e non si lasciava influenzare da tutto il resto, attirava in loro in abbondanza i carismi dello spirito. A proposito di san Giuseppe scrive la d' Agreda in "Mistica citta' di Dio";
"Fra i celibi della famiglia di Davide vi era Giuseppe nativo di Nazareth. Aveva 33 anni Era bello di aspetto e di incomparabile modestia e gravità e soprattutto castissimo di pensieri e di opere, con inclinazioni santissime e fin da 12 anni aveva fatto voto di castità( ....)
Giuseppe, per quanto piu di ogni altro sentisse venerazione per Maria, tuttavia si credeva indegno di Lei, tanto piu ricordando il voto fatto."
Marziale and one more user like this.
Marziale likes this.
Micheleblu likes this.
Marziale
"aveva (san Giuseppe) anzi, come dice il venerabile Beda, fatto un voto formale di perpetua castità. E ciò che ci conferma in codesta credenza si è l'asserzione di s. Girolamo, il quale ci dice che Giuseppe non si era mai curato del matrimonio prima di diventare lo sposo di Maria." San Giovanni Bosco
Ma l'apoteosi di san Giuseppe, credo, sia scritta nell'Opera valtortiana.
Marziale
Kiakiar likes this.
Nella rivelazione fatta alla Valtorta, la figura di Giuseppe è veramente straordinaria. E la vita insieme a Maria e Gesù lo ha portato alle vette della santità. Avere un po' della sua santità. Beato lui che ha respirato per tanto tempo l'aria della purezza di Maria. Solo Giuda ha resistito alla Madre di Dio.
alda luisa corsini and one more user like this.
alda luisa corsini likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
Marziale and one more user like this.
Marziale likes this.
Augustinus Aurelius likes this.
Marziale
<<Allora il sacerdote disse a Giuseppe( già vedovo): "Tu sei stato prescelto a ricevere la vergine del Signore in tua custodia! Giuseppe si schermì dicendo: "Ho già figli e sono vecchio, mentre essa è una fanciulla! Che io non abbia a diventare oggetto di scherno per i figli di Israele! ">>
Questo ed altro viene riportato nel protovangelo di Giacomo e credo che la Chiesa ci abbia visto molto …More
<<Allora il sacerdote disse a Giuseppe( già vedovo): "Tu sei stato prescelto a ricevere la vergine del Signore in tua custodia! Giuseppe si schermì dicendo: "Ho già figli e sono vecchio, mentre essa è una fanciulla! Che io non abbia a diventare oggetto di scherno per i figli di Israele! ">>
Questo ed altro viene riportato nel protovangelo di Giacomo e credo che la Chiesa ci abbia visto molto bene quando non lo inserì nel proprio canone biblico: certamente in quei tempi la Chiesa era veramente illuminata dallo SS.

Fr. Bruno Varriano poteva esser un poco più vago sulle fonti da lui citate.
Marziale
alda luisa corsini and 3 more users like this.
alda luisa corsini likes this.
Micheleblu likes this.
Kiakiar likes this.
Suari likes this.
Infatti Giuseppe era Vergine come Maria.
Veritasanteomnia likes this.
Veritasanteomnia likes this.
nolimetangere and 2 more users like this.
nolimetangere likes this.
Francesco I likes this.
_Rosetta likes this.