it.news
1574

Ortodossi russi presto scomunicheranno Bartolomeo, amico di Francesco

Il patriarca Cirillo di Mosca ha definito il riconoscimento del gruppo Filaret in Ucraina da parte del patriarca di Costantinopoli Bartolomeo "invasione illegittima, anticanonica e insensata" in Ucraina (Patriarchia.ru, 27 settembre).

Cirillo ha aggiunto: "Conosco il patriarca Bartolomeo troppo bene, probabilmente è stato guidato non da motivi propri e non per sua volontà." Tuttavia, Cirillo ha respinto i sospetti che Bartolomeo non abbia potuto agire diversamente a causa di pressioni esterne: "Come abbiamo fatto ad agire diversamente vivendo in uno stato ateo?"

“Tra i patriarchi di Costantinopoli, ci sono stati martiri e confessori," ha sottolineato Cirillo.

Poi ha espresso disagio perché Bartolomeo “è scivolato in uno scisma” facendo la Comunione con gli "scismatici" e con "clero auto-ordinato che non ha consacrazione legale della gerarchia canonica."

Il Concilio di Novembre dei vescovi ortodossi russi dovrebbe scomunicare formalmente Bartolomeo.

Foto: Kirill I, Bartolomew I © wicicommons, CC BY-SA, #newsFyquauwyjb

lamprotes
Le fratture in Oriente chiamano altre fratture in Occidente. A mio avviso non è casuale e questo indica una regia unica da entrambe le parti (i preti sono usati come marionette da chi comanda il mondo!).