20:42
8 (otto!!!) anni di guerra in Ucraina ignorati e censurati dal cosiddetto "Occidente democratico". Video dal canale Sara Reginella Video Projects youtu.be/1VfR6Bbh9ZE Interventi di Sara Reginella More
8 (otto!!!) anni di guerra in Ucraina ignorati e censurati dal cosiddetto "Occidente democratico".

Video dal canale Sara Reginella Video Projects

youtu.be/1VfR6Bbh9ZE

Interventi di Sara Reginella

Home - Matrix Edizioni

Presentatore : Sara Reginella ben trovata , l’ho presentata prima , documentarista, psicoterapeuta ; lei qualche anno fa ha fatto un viaggio nel Donbass ,per capire anche dal suo punto di vista che è particolare ,sicuramente non è soltanto quello di una giornalista , che tipo di popolazione c’è li ? cosa è successo in questi anni? Che Sono stati ancora anni di guerra che però non abbiamo ancora raccontato, la domanda che mi verrebbe da farle molto direttamente è , un Donbass può scatenare un conflitto mondiale ? La popolazione di queste repubbliche di fatto da che parte sta? se si dovesse votare per un referendum? Dalla parte Russa o dalla parte dell’Ucraina ?

S.Reginella : La popolazione del Donbass sta dalla parte dell’antifascismo, perchè per capire bene cosa sta accadendo adesso che sono tutti impazziti con queste presunte invasioni, quello che dobbiamo capire è che in Ucraina c’è stato un cambio di governo verso la fine del 2013 inizio 2014 che da una parte del mondo è stata letta come una rivoluzione democratica ,dall’altra parte del mondo è stato letto come un golpe fatto con una manovalanza neonazista e questo lo dicono le bandiere rossonere che sventolavano durante i giorni della Euromaidan.

Le bandiere rosso nere sono le bandiere di pravi Sector, sono quelle che erano le bandiere del partito collaborazionista ucraino, il partito collaborazionista della Germania di Hitler .

Potrei parlare tanto di questo perchè fa riferimento al partito di Svoboda, che il cui simbolo prima del 2014 era la runa dente di lupo, appunto simbolo della divisione Das reich che è stata utilizzata. Chiaro che tutto questo non è piaciuto alla popolazione del Donbass, una popolazione che dobbiamo ringraziare perchè se noi oggi siamo liberi dal nazismo e dal fascismo è grazie anche alla resistenza che i nostri fratelli e le nostre sorelle hanno fatto nei territori del Don, in quella terra è viva la memoria di quello che è successo durante la seconda guerra mondiale e quindi difronte a questo cambio di governo o golpe, perchè in due parti del mondo si chiama in due modi diversi , hanno detto no e quindi hanno autoproclamato le loro repubbliche popolari .

Presentatore: dottoressa Reginella lei ci sta raccontando di fatto di una realtà antifascista, di una realtà che si è rivoltata contro quello che è stato visto come un golpe rispetto a come è stato visto dal resto del mondo e dunque , questo glielo chiedo io, ci sta raccontando di un Putin dalla parte dei giusti ?dalla parte di coloro che si vogliono sentire liberi? Di quelli che si vogliono sentire liberi visto che lei ha utilizzato questo termine, liberi dai fascisti ?

S.Reginella : io credo che sia un Putin che è intervenuto in difesa di persone che stanno morendo da 8 anni perchè il conflitto c’è da 8 anni e quindi bisogna distinguere tra quella che è un guerra di attacco da quella che è una guerra di difesa, io quando sono andata li ho visitato i sotterranei dove i bambini vivevano per settimane e i cadaveri erano sopra con la neve al gelo morti e le persone non potevano riabbracciare i propri cari durante le battaglie che c’erano , io invito tutti ad uscire da questa logica dello schieramento e lo dico da clinico , non ci fa bene siamo entrati in una nuova guerra fredda dobbiamo capre quello che è successo non dobbiamo schierarci dobbiamo comprendere e dobbiamo capire che se una popolazione si è levata in armi e autoproclamato delle repubbliche popolari forse un motivo c’era e questo andrebbe conosciuto.