44:32
ntervistare Federica Angelini del comitato Ascoltami è come essere guidati per mano attraverso i gironi dell'inferno. È stata una discesa in apnea verso gli abissi del fanatismo ideologico e della …More
ntervistare Federica Angelini del comitato Ascoltami è come essere guidati per mano attraverso i gironi dell'inferno.
È stata una discesa in apnea verso gli abissi del fanatismo ideologico e della ferocia di uno Stato che ha perso la ragione e ogni connotazione umana.
Questo è il crudo racconto della condizione dei danneggiati da vaccino, ovvero di quelle decine di migliaia di persone completamente dimenticate dalle istituzioni e dalla società nel suo insieme.

🔴 Per ricevere tutti gli aggiornamenti segui Giorgio Bianchi Photojournalist

😷🤒😷 La testimonianza di Marianna 🤕😷🤕

Mi chiamo Marianna,ho 41 anni e vivo in Toscana in provincia di Prato.
In quanto insegnante ho effettuato 2 dosi di vaccino Astrazeneca,a febbraio e maggio 2021.
Già dopo la prima dose ho avuto disturbi neurologici,non sufficientemente presi in considerazione che si sono esacerbati in maniera gravissima dopo la seconda dose.
Ero una giovane donna sanissima e mi sono ritrovata ferma in un letto in preda a dolori lancinanti, vertigini, sbandamenti,una violenta e dolorosissima oppressione toracica,nebbia cognitiva,confusione, stordimento parestesie diffuse ad arti inferiori,testa, viso,occhi,bocca.
Disturbi del sonno e della memoria, bruciori ovunque,scosse elettriche, alterazioni della percezione caldo/freddo, difficoltà deglutitoria e una stanchezza devastante che rende le mie giornate oltremodo faticose.
Ho iniziato una serie lunghissima di visite ed esami di tutti i tipi che tutt'ora, dopo più di 2 anni ,non hanno portato a nessuna diagnosi certa.
Ho dovuto smettere di lavorare perché per me è ormai diventato difficile anche solo sbrigare le mansioni familiari e di mamma del quotidiano.

Questa è la mia storia, purtroppo tanto simile a quella di molti altri.
Chiedo che lo Stato e le istituzioni si prendano finalmente le loro responsabilità: lo devono a me e a tutti quelli che come me si sono gravemente ammalati dopo le vaccinazioni.