Clicks786

MANDURIA 23 DICEMBRE 2019: LA MERAVIGLIA DI UN DIO CHE PIANGE! IL DIVINO BAMBINO SEMBRA VERO!

La sera del 23 dicembre 2019, come ogni anno, nel giardino della Celeste Verdura, si ripercorre la nascita di Gesù nel ricordo dell’anniversario dell’Apparizione della Madonna. In questa occasione i pellegrini, coloro i quali convengono, si ritrovano all'esterno della grotta dove è preparato un fuoco che ricorda chiaramente l’intervento di Dio attraverso la Divina nascita .
Anche questa volta Gesù Bambino viene portato in processione. Le voci unanimemente innalzano al cielo un’accorata preghiera:
Caro Gesù in questo anno 2019 ti deponiamo nel deserto del nostro cuore, nella povertà di questo mondo che brancola nel buio e non trova la pace. Sempre più rumori di guerre, sempre più il grido sprezzante dell’odio. Signore, la sofferenza dilaga nelle famiglie e nelle nazioni! Il mondo è stanco, la storia è satura Signore; il carico di questi due secoli hanno rivelato unicamente che sei Tu unico Salvatore, Colui che vive per sempre.
Ti vogliamo portare, Signore, tutti i popoli martoriati, tutti quelli in procinto di entrare in nuovi conflitti. Ma ti vogliamo portare, Gesù, anche le angosce di una Chiesa che soffre, di una Chiesa che è caduta in basso…
Abbiamo ripudiato Te, Colui che ci ha dato vita e che continuerà a darci guarigione e siamo rimasti nelle tenebre da soli. Il Pastore nostro Buono non era venuto per vergarci ma per darci, con il Suo mantello, tutta la Sua Misericordia, il Suo perdono, la tenerezza.
Ma Tu ancora sei disposto a salvarci, non solo con la liturgia della Chiesa ma anche con le Apparizioni di nostra Madre, con i miracoli, con il Suo ritorno nella Gloria che tutti dobbiamo preparare unendo a questo grande evento meraviglioso i nostri sacrifici e se occorre anche la nostra vita
…”
Una volta deposto nella piccola mangiatoia della grotta, all'esterno della cappella del giardino benedetto di Maria, durante la preghiera la statua di Gesù Bambino viene sollevato ed è in questo momento che si verifica una dolcissima realtà: LA MERAVIGLIA DI UN DIO CHE PIANGE.
Gesù manifesta, attraverso il Suo Olio benedetto, la Sua costante Presenza accanto a noi. Ci mostra come nonostante il mondo sia convulso e pericoloso, pieno di tormenti, Egli ci è vicino ed è vicino soprattutto a coloro che hanno lasciato tutto per essere lì, per pregare, per riparare, secondo quello che la Madonna ha detto a tutti quanti attraverso i Messaggi.
Un evento questo che certamente è già accaduto in passato ma non può non commuovere e non intenerire i presenti: un sacerdote eremita, alcune consacrate e una cinquantina di persone che hanno assistito all'avvenimento.
Una ragazza anche ella presente all'evento ha così dichiarato: “Il momento in cui mi sono accorta della lacrima di Gesù Bambino è stato quando è stato sollevato e posto davanti a noi per adorarLo. Lì il Suo dolce viso si è come illuminato ed il Suo occhio destro si è fatto lucido (da quell'occhio scendevano delle goccioline di Olio). La Sua espressione celestiale sembrava sorridere ad ognuno di noi. Davanti a tutto ciò il mio cuore si è come aperto ancor di più per far posto al Re che nasce, nella commozione, nella gioia e nel fremito che solo la Grazia sa donare, non potevo non chinare il capo e le ginocchia per lasciarmi accarezzare l’animo da questo balsamo, dalla Sua tenerezza, dalla Sua Grazia”.

Una volta riportato nella cappellina, ai piedi della veneranda statua della Vergine dell’Eucaristia e deposto in un piccolo sgabello come fosse la mangiatoia, in rievocazione dei fatti storici della nascita Sua, Gesù Bambino ha lasciato scorrere ancora qualche goccia del Suo Olio Benedetto.
Cosa dire? È un piccolissimo segnale di amore compassionevole. Quanti hanno assistito hanno potuto fotografare l’evento e qualche malato, in quella circostanza, ha detto di aver sentito un fuoco particolarmente forte. Speriamo ci siano nuove guarigioni come accaduto in passato ed altre testimonianze che annoverano questa Apparizione come un carisma ancora vivo ed operante.
E come accade un po’ in altri luoghi come Medjugorje, dove il Cristo Crocifisso effonde il Suo Olio, Manduria continua a parlare attraverso questi segni che, nonostante la non presenza della veggente, dichiara di essere una realtà storica contemporanea tutt'altro che terminata e ancora da chiarire per quanto frettolosamente siano stati giudicati gli avvenimenti. Lasciamo che il Signore continui a trarre vantaggio da questa Sua Opera meravigliosa di Grazia a Lode e Gloria del Suo Nome!
Dolce Gesù manda in queste notti una schiera di Angeli ed Arcangeli perché siamo aiutati nella lotta. Aiutaci Signore a cercarti con vero cuore, con vera e sincera fedeltà. Chiediamo a Gesù il dono dell’umiltà profonda. Ogni giorno può essere il 25 Dicembre per noi. Cerchiamo di chiedere a Gesù il dono di una fede vera, autentica, semplice che non abbia i sentori dell’apparire, che non cerca il consenso della gente.
Non perdiamo questo senso di fede che la Madonna ci ha insegnato a Manduria. Un giorno le cose cambieranno. La steppa rifiorirà e noi non ci saremo vergognati perché abbiamo seguito fino alla fine. Siamo rimasti fedeli…Amen!

giovanipromanduria shares this
786
Amen