03:08
Clicks3.6K
Tempi di Maria
Messaggio a Edson Glauber (25.01.2020): "Chi muore massone va nel fuoco dell'Inferno!" Messaggio ricevuto dal veggente Edson Glauber in data 25 gennaio 2020 ____________ APPROFONDIMENTO TEMATICO …More
Messaggio a Edson Glauber (25.01.2020): "Chi muore massone va nel fuoco dell'Inferno!"

Messaggio ricevuto dal veggente Edson Glauber in data 25 gennaio 2020
____________

APPROFONDIMENTO TEMATICO

"Il diavolo sta preparando un posto all'Inferno" per chi non vuole obbedire a Dio

Chi è che va all’Inferno?... La risposta è semplice: all’Inferno ci va soltanto chi vuole andarci. Infatti, Dio non ci crea per l’Inferno, e nemmeno per il Purgatorio, ma per il Paradiso. Perciò Egli dona a tutti gli uomini i mezzi necessari per la salvezza, poiché «vuole che tutti gli uomini siano salvati» (1Tm 2,4).

Ma, purtroppo, non sono affatto pochi quelli che rifiutano questi mezzi per la salvezza o non accettano il piano salvifico di Dio o non vogliono il Regno dei cieli o lo vorrebbero senza né amare né servire Dio... Questo è il mistero della libertà umana che non vuole accogliere la verità di Dio, ossia non vuole accogliere quella Verità divina che, sola, «ci farà liberi» (Gv 8,32).


Dio rispetta anche questa volontà insana dell’uomo che finisce, quindi, col perdere il Paradiso e guadagnarsi l’Inferno eterno. E non si può di certo dare la colpa a Dio perché rispetta la nostra libertà, da Lui stesso donataci per nobilitarci. Non fu forse così per Adamo ed Eva nel paradiso terrestre?... Dio li aveva avvertiti: non mangiate quel frutto, per non morire (cf Gen 2,17). Essi invece disobbedirono, credendo al serpente ingannatore, e caddero nella colpa che li assoggettò allo «stipendio del peccato, ossia la morte» (Rm 6,23).

* * *

Così è ancora adesso per l’umanità e così sarà fino alla fine dei tempi, per tutti e singoli gli uomini, ossia: chi non vuole obbedire ai Comandamenti di Dio, a Gesù Cristo e alla sua Chiesa significa che ha voluto scegliere da se stesso e per se stesso il regno di satana, contro il Regno di Dio; e pagherà irreparabilmente e orribilmente la sua ribellione a Dio, avendo scelto per l’eternità la sua condanna a dimorare nel “soggiorno dei diavoli” (Mt 25,41).

Come si fa a non voler capire questo discorso che chiede l’esercizio giusto e saggio della propria libertà per una scelta di primaria importanza e gravità, quale è quella di evitare un’intera eternità di terrificanti sofferenze nell’Inferno di satana con i suoi angeli ribelli,senza più scampo?...

Se l’uomo, comunque, non vuole obbedire a Dio, per lui l’Inferno è assolutamente giusto, dal momento che Dio ha parlato chiarissimamente e, anzi, possiamo dire che ha parlato anche in maniera lucida e tagliente, quando, nel Vangelo, Gesù si serve di un’espressione terribile contro gli uomini a Lui ribelli, poche volte citata, proprio perché è estremamente cruda: «Coloro che non mi hanno voluto per loro re, portateli qui e sgozzateli in mia presenza» (Lc 19, 27). Non meno cruda è anche l’affermazione scritta nella Lettera agli Ebrei che dice: «Orrenda cosa è il cadere nelle mani del Dio vivente» (Eb 10, 31). E ora concludiamo dicendo: «Chi vuol capire, capisca» (Mt 19,12).

* * *

Chi vuole obbedire fedelmente ai Comandamenti di Dio, a Gesù Cristo e alla sua Chiesa, per andare in Paradiso, avrà sempre tutta la grazia divina necessaria per non andare all’Inferno – come avviene, appunto, per tutti i cristiani santi – nonostante i pericoli e le tentazioni del demonio, del mondo e della carne che purtroppo si stanno scatenando ancora più, di anno in anno, per le follie degli uomini che invece vogliono perdersi.

In realtà, si potrebbe ricordare qui l’episodio di quel celebre predicatore che, a Parigi, fece sapere che avrebbe fatto una grande predica per dimostrare che l’Inferno non esiste. La notizia si diffuse e a quella predica partecipò, di fatto, una folla immensa, anche di uomini, una folla strabocchevole per la pur grandissima chiesa.

Il predicatore parlò con grande vigore gridando: «Signori, l’Inferno non esiste. Lo ripeto: l’Inferno NON ESISTE... Ma... PER CHI?
- per chi vive sempre in grazia di Dio e prega ogni giorno;
- per chi non commette mai il peccato mortale;
- per chi partecipa alla Santa Messa domenicale;
- per chi si accosta con frequenza alla Comunione e alla Confessione;
- per chi osserva tutti i Comandamenti di Dio;
- per chi ha la filiale devozione alla Madonna;
- per chi pratica le virtù cristiane e ama la Chiesa.

(Padre Stefano Maria Manelli, fondatore dei Francescani dell'Immacolata)

________________


NOTE E PRECISAZIONI

Le apparizioni ad Edson Glauber sono state dichiarate vere dal vescovo Gritti, predecessore dell'attuale titolare della Prelatura di Icoatiara, dopo anni di indagini.

Da un paio di anni si sta infangando Glauber e i messaggi con un presunto attestato del Vaticano che in realtà canonicamente non ha alcun valore perché è inficiato da gravi difetti di forma (firma non originale, errori di contenuto (es. si menziona un gruppo di Trieste come sede dell'ARRPI ed invece Trieste non c'entra niente con l'ARRPI, è un gruppo spontaneo di preghiera).

Inoltre il veggente ha ripetutamente chiesto al vescovo della diocesi e anche a Roma di riceverlo per dare ed avere spiegazioni, cosa che non gli è stata mai concessa. E in ogni caso neanche questo irregolare documento dice che le apparizioni sono false, non si esprime sulla veridicità dei fatti e quindi continuano a valere le pubblicazioni del vescovo Gritti, regolari, canonicamente valide, che ufficializzano il culto di Itapiranga e danno l'imprimatur a numerosi messaggi degli anni precedenti.

Vera posizione della Chiesa su queste apparizioni:
www.graziesangiuseppe.it/messaggi/posizione-della…