Clicks1.4K

Terra Santa, individuato il luogo di sepoltura di Santo Stefano

22/11/2014

L’archeologo palestinese Salah Hussein al Hudeliyya, a capo della squadra di studiosi impegnati nella campagna di scavi e ricerche presso il sito archeologico di Khirbet El Tireh (a due chilometri dalla città palestinese di Ramallah), ha confermato il ritrovamento di indizi che consentono di identificare quell’area archeologica con il luogo di sepoltura di Santo Stefano, il primo martire cristiano.

Le ricerche condotte nel sito da archeologi palestinesi e israeliani fanno parte di un progetto sostenuto dalla Al Quds University e sono concentrate intorno ai resti di un grande complesso bizantino, comprendente una chiesa e un monastero. “In uno degli ambienti studiati – ha dichiarato l’archeologo ai media locali consultati dall’Agenzia Fides – ci siamo imbattuti in un’iscrizione che indica che questa chiesa è stata costruita in onore dell’apostolo e arcidiacono Santo Stefano protomartire, sepolto qui nel 35 dopo Cristo”.

Il progetto di studio permetterà di condurre ricerche e campagne archeologiche nel sito per i prossimi 5 anni. Un’ampia sezione dell’area archeologica appartiene al Patriarcato greco ortodosso di Gerusalemme. E’ facile prevedere il futuro inserimento del sito archeologico negli itinerari dei pellegrinaggi in Terra Santa.

in www.tsdtv.it/…/terra-santa-ind…

Per il video e la panoramica degli scavi si clicchi su

www.terrasanta.net/…/a-ramallah-i-re…

.............................................................................................................................................................


Confermato il luogo della tomba nei pressi di Ramallah, potrebbe essere meta di futuri pellegrinaggi in Terra Santa

in it.aleteia.org/…/qui-e-sepolto-s…

“Ci siamo imbattuti in una iscrizione che indica che questa chiesa è stata costruita in onore dell’apostolo e arcidiacono Santo Stefano Protomartire, sepolto qui nel 35 dopo Cristo”. A dichiararlo ai media locali è il professor Salah Hussein al Hudeliyya, archeologo palestinese della Al Quds University di Gerusalemme.

Il professore è a capo della squadra di ricercatori impegnati da 2 anni nella campagna di scavi e ricerche presso il sito archeologico di Khirbet El Tireh, a 2 chilometri da Ramallah, nei territori palestinesi. Ed è proprio qui che la sua equipe ha prima individuato e poi confermato il ritrovamento di una serie di indizi che consentono di attribuire quell’area archeologica come luogo di sepoltura di Santo Stefano, il primo Martire Cristiano.

Le ricerche, condotte nel sito da archeologi palestinesi e israeliani, fanno parte di un grande progetto sostenuto dalla stessa Al Quds University e sono concentrate intorno ai resti di un grande complessobizantino, comprendente una chiesa e un monastero.

La notizia del ritrovamento è stata confermata ad Aleteia anche da Osama Hamdan, direttore del Mosaic Center partner di ATS Proterrasancta (la ONG della Custodia di Terra Santa), che sta lavorando al restauro dei mosaici presenti nel sito archeologico, in collaborazione con il progetto degli scavi.

I lavori nell’area, che appartiene in gran parte al Patriarcato greco ortodosso di Gerusalemme, proseguiranno ancora per 5 anni ma intanto – come riporta Agenzia Fides (22 novembre) – c’è chi sta già pensando di inserire il sito archelogico negli itinerari di pellegrinaggio in Terra Santa.
roberto69 and one more user like this.
roberto69 likes this.
Maurizio Muscas likes this.
Tutto questo non fa altro che smentire tutti i teologi che insegnano nei seminari, negli Istituti di Scienze Religiose, compreso padre Sosa, superiore dei Gesuiti, che partecipa a riti indù, che la Sacra Bibbia oltre ad essere un libro ispirato dallo Spirito Santo, come lo stesso Gesù conferma, e perciò sarà lo Spirito Santo a ricordare ogni cosa agli apostoli dell'insegnamento di Gesù (afferma …More
Tutto questo non fa altro che smentire tutti i teologi che insegnano nei seminari, negli Istituti di Scienze Religiose, compreso padre Sosa, superiore dei Gesuiti, che partecipa a riti indù, che la Sacra Bibbia oltre ad essere un libro ispirato dallo Spirito Santo, come lo stesso Gesù conferma, e perciò sarà lo Spirito Santo a ricordare ogni cosa agli apostoli dell'insegnamento di Gesù (afferma Gesù nello stesso passo del Vangelo). Cosa che vuol dimenticare Padre Sosa abolendo questo insegnamento di Gesù, affermando che all'epoca di Gesù non c'era il registratore, affermazione detta per lasciare spazio alla libera interpretazione della Parola di Dio degli eretici protestanti, senza essere fedeli al testo sacro, per ricamarci sopra tutto e il suo contrario, in modo che l' abbraccio mortale con i protestanti divenga definitivo, mediante un falso dialogo ecumenico, che chiude il dialogo sui punti che ci dividono (loro si confessano davanti a Dio, interpretano la Parola di Dio in modo fantasioso, senza rimanere fedeli al testo sacro, Gesù non è realmente presente con il suo corpo è suo sangue), in compenso abbiamo accettato insieme con loro la proposizione che ci salviamo per fede e non per le opere. Proposizione questa che rende invalidi i documenti ecumenici. E chi li sostiene cade sotto le scomuniche comminate dal Concilio di Trento. Cadono ancora sotto scomunica tutti coloro che accetteranno questa unione scellerata tra cattolici e protestanti, perché le questioni dottrinali importanti non vengono discusse. Accettando l'unione scellerata anche noi stessi accetteremo indirettamente i loro errori dottrinali. Per approfondimenti:
www.consiglispirituali.blogspot.com
alda luisa corsini likes this.
nolimetangere likes this.
tyrondavid and 3 more users like this.
tyrondavid likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
Crociato likes this.
Marziale likes this.
Che meraviglia. Il cristianesimo è tutto stupore.
alda luisa corsini likes this.
Mi aiuti a dirne quattro a quel Giosia perchè mi ha veramente stancato, il maestrino. Vada in Vittime della shoa? Perché non tutte le vittime? - di Gianni Toffali nei commenti.
nolimetangere likes this.
Gliele ho giá dette e l' ho giá isolato. Non gli dare retta e non scendere al suo livello. Non mi sembra cattolico ..un altro protestante venuto insieme a quell' altro a dare ragione al cattomodernista di qui. Non gli dare retta è un provocatore. È satana che lo manda.
NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA.

SE LI LEGGESSE DA SOLO I SUOI COMMENTI BALBUZIENTI. PARLA E PARLA E NON GLI …More
Gliele ho giá dette e l' ho giá isolato. Non gli dare retta e non scendere al suo livello. Non mi sembra cattolico ..un altro protestante venuto insieme a quell' altro a dare ragione al cattomodernista di qui. Non gli dare retta è un provocatore. È satana che lo manda.
NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA.

SE LI LEGGESSE DA SOLO I SUOI COMMENTI BALBUZIENTI. PARLA E PARLA E NON GLI DÁ RETTA NESSUNO. MI SEMBRA COME UNO QUEI TIPI CHE SI ECCITANO A DARE SBERLE ALL' AMATA.
alda luisa corsini likes this.
La ringrazio tanto.
nolimetangere likes this.
Figurati .. dammi del tu lo gradirei molto.
Spero la capisca una volta per tutte.
Allora è facile e lo puó capire. Se qui viene a proclamare le sue convinzioni perchè lo fa? Si aspetta delle reazioni. E avrebbe l' occasione per sfoderare quello che altrove non vogliono sentire. E ce lo vuole appioppare a noi.
Allora non possiamo proibirgli di scrivere, ma possiamo impedirci di leggere quel che …More
Figurati .. dammi del tu lo gradirei molto.
Spero la capisca una volta per tutte.
Allora è facile e lo puó capire. Se qui viene a proclamare le sue convinzioni perchè lo fa? Si aspetta delle reazioni. E avrebbe l' occasione per sfoderare quello che altrove non vogliono sentire. E ce lo vuole appioppare a noi.
Allora non possiamo proibirgli di scrivere, ma possiamo impedirci di leggere quel che scrive.
E quando viene a cadere la platea c' è chi non si diverte piú e se ne va. Non competizione ma silenzio.
Una selezione naturale.
alda luisa corsini likes this.
Micheleblu likes this.
nolimetangere and one more user like this.
nolimetangere likes this.
Augustinus Aurelius likes this.