11:35
Clicks28
zagormau
LA VOLONTÀ DI DIO È LA FELICITÀ DELL’UOMO 023 - Le tenebre influenzano la scelta Tante volte abbiamo letto che l'io umano può opporsi al Volere Divino! Ora vorrei proporvi di riflettere con me …More
LA VOLONTÀ DI DIO È LA FELICITÀ DELL’UOMO

023 - Le tenebre influenzano la scelta

Tante volte abbiamo letto che l'io umano può opporsi al Volere Divino! Ora vorrei proporvi di riflettere con me sulla risposta che Gesù ha dato a Luisa quando in lei balena un pensiero: "Ma che male fa la creatura quando fa la volontà umana?". Forse è venuto anche a noi questo pensiero! E Gesù le risponde ribadendo quale superiorità assoluta ha la Volontà Divina rispetto alla nostra umana.
Dice Gesù:

"Figlia mia, il male è grande. La mia Volontà è luce e l’umana è tenebre, la mia è santità e l’umano volere è peccato; la mia è bellezza e contiene ogni bene, l'umana è bruttezza e contiene ogni male.
Sicché l’anima col non fare la mia Volontà fa morire la luce, dà morte alla santità, alla bellezza e a tutti i beni; col fare la sua Volontà fà nascere le tenebre, dà la vita al peccato, alla bruttezza e a tutti i mali. Eppure alle creature sembra nulla fare la propria Volontà, mentre si scavano un abisso di mali che le porta al precipizio".

Nel testo che stiamo per leggere, Gesù spiega come nella creatura ha potuto operare e purificare, grazie alla fede riposta in Dio.
Dice Gesù:

"Io sono il Re della Rivelazione, il Re dell'Universo, Colui che fece cieli e terra con uomini, Angeli e bestie e animali. Tutti costoro furono creati per essere degni del loro Creatore, essere figli devoti e timorosi del loro Dio, ma essi furono tanto ambiziosi da cadere in inganno e l’astuta serpe propinò il veleno della dannazione eterna. Ma il mio Volere sempre volle che l’uomo, essere creato a mia immagine e somiglianza, fosse erede del creato come era stato predestinato.
Allora iniziò un lavoro di conversione e di ripristino degli errori fatti a causa del peccato; gli uomini, furono messi nuovamente alla prova, con la loro libertà di scelta potendo così riscattarsi. Avendo però continui attacchi dal nemico, l’uomo perde presto la forza di combattere.
Ma avendo con se anche l'arma di preghiera e di digiuno, per infliggere al nemico tante perdite di anime. Lui si è ostinato nel non mollare la preda e così deve essere l'uomo, ostinato a vincere, così compiendo il bene sempre e affidando la sua vita a Noi che siamo Tre in Uno, uguali e distinti, perché in Noi c’è: Volontà, Sapienza, Amore e, ogni cosa possa servire alla salvezza viene usato in aiuto all'uomo, che deve solo chiedere aiuto".

Il tempo dato al Nemico sta volgendo al termine e la sua battaglia si farà sempre più aspra. Il nostro obiettivo è cercare sempre di più Dio. Il Volere Divino è quello di starsene a casa, pregare e accettare la croce quotidiana, vissuta nella Divina Volontà.
La Mamma Santissima dice:

"I tempi, cara figlia, stanno volgendo al termine permesso al nemico, ma a voi ora tocca la battaglia più aspra, perché vi troverete spesso a dover combattere con chi si trova a dimenare la coda ancora per poco.
Affrettatevi a convergere le vostre forze in un unico obiettivo: stare con Dio. Lui solo è la salvezza: Lui solo è la speranza.
A nulla valgono le vostre iniziative se a Dio non conviene.
Dovete essere tutti manovrati dal Divino Volere e non dal nemico. C’è tanta confusione, figlia, l'accorrere di qua e di là a nulla vale se non si mette il tutto a servizio dell'Altissimo.
A cosa serve essere di continuo in pellegrinare se lo scopo è la gioia del viaggio, il pregare sì, ma poi? Tornano cambiati? Non si soffermano a capire se è volere di Dio l'essere continuamente in giro per il mondo.
Vedi, figlia, Mi compiaccio: tu l’hai capito e come te tante altre persone. L'essere sempre via non giova alla fede, la fede è starsene anche a casa, accettare la croce".

Avendo passato un momento difficile, a causa del nemico che stava allontanando da me il sacerdote del gruppo, mi sentii smarrita, perché mi veniva a mancare il sostegno spirituale. Gesù mi consolò dicendo:

"Quei momenti di sgomento che hai passato, sono stati per Me, preziosi richiami al tuo cuore sensibile, e come sempre, sei stata attenta a capire se Io ero l'artefice, e non piuttosto il nemico che vi vuole separare, perché sa che assieme siete una forza potente contro di lui, perché in Me voi siete abbandonati. Non prevarranno su voi le forze nemiche. Si, ci saranno gli attacchi, ma vi renderanno più forti, e più sorprendentemente audaci nel fare sempre e solo la Mia Santa e Divina Volontà."

La lotta tra il bene e il male è quasi costante, ma confidando in Dio, la forza per il combattimento viene sostenuta dalla Volontà Divina, che vuole liberare la creatura dall'oppressione del nemico.
Dice Gesù:

"La tua preghiera per me è necessaria per aiutare a salvare anime. Mia diletta figlia, quando un'anima si adagia alla Divina Volontà, tutto diventa più facile nel fare e nel dire, ma se nell'anima c’è qualche riserbo, allora entra il nemico ad influenzare pensieri e fatti".

Molte volte il male prende l'apparenza del bene, e la lotta si fa più difficile e pesante e sembra che il male abbia il sopravvento sull'uomo, infangato dall'impurità e dai tanti peccati di orgoglio e di violenza.
Dice Gesù:

"Io, il tuo Gesù Redentore vengo a te, perché tu possa essere portatrice del Mio Volere sulla terra.
Ogni parvenza di pace, pace non è; e ogni dire: "Sia come vuole il Signore", in molti è il proprio volere! Ecco che tutto il bene, non è bene! E il male ha il sopravvento sull'uomo, infangato da ogni impudicizia, e da ogni pessimo desiderio di potere e di ricchezza".

Dio nella sua infinita bontà e misericordia non abbandona, anzi difende sempre la sua creatura che a Lui si è totalmente affidata alla Divina Volontà.
Dice Gesù:

"Io desidero che sempre tu sia così abbandonata alla Mia Volontà, e non permetterò a nessuno che si intrometta tra Me e te. Sei Mia Sposa, mia diletta figlia! E come tale ti devono rispetto! E ogni gesto fatto a te, è come fatto a Me! Ti abbraccio, Mio bene, e ti voglio con Me sempre!".

Nel lavoro di stesura dei libri, tanti sono stati gli intoppi che il nemico metteva per rallentare il lavoro, non ultimo la difficoltà di capirsi tra i collaboratori. Ognuno portava avanti il suo punto di vista nell'impostazione, ma invocando lo Spirito Santo e sostenuti dalla preghiera, il nemico non ha avuto il sopravvento, ma tutto si è svolto secondo la Divina Volontà.
Dice Gesù:

"Piccola mia, Sono il tuo Gesù, e ti porto Parole di Cielo. Sono ansioso di vedere il lavoro fatto. Non dovete essere preoccupati, se qualche svista ci sarà, la cosa che più mi sta a cuore è la salvezza delle anime, e se qualche errore permane, poco importa. Rimanete uniti in preghiera, perché le forze del male non prevarranno sul vostro lavoro, anche se lui mette in voi disturbi continuamente, lui sa che nulla può fare contro la Mia Volontà; ecco, perciò, che la preghiera vostra annienta la sua intromissione".

Non dimentichiamo la potenza dei sacramentali che la santa Chiesa ci dona, come l’acqua, l'olio, e il sale che, benedetti ed esorcizzati, sono fonte di salute fisica e spirituale, sono forza di difesa contro il demonio che si intromette. Esso tenta di frapporre la sua azione di disturbo, per intralciare o distruggere l'opera di Dio. I sacramentali per Volontà Divina sono aiuti forti per la salvezza delle anime.
Dice Gesù:

"Ungetevi, benedite, sigillatevi, sigillate ogni cosa che vi serve per lavorare, e così scaccerete il malefico, nemico Mio da sempre. Ogni Mio Volere si compirà nei cieli, sulla terra e sotto terra, perché le forze degli inferi non prevarranno, e ogni ginocchio si piegherà a chiedere perdono dei suoi errori: anche se era dimentico di cosa era peccato, ora non potrà dire "non sapevo!".

Vivere in questo mondo malsano è sempre più difficile, ma l'abbandono del mio "io" per metterlo nella Divina Volontà è divenuto per me una vera difesa, e sicurezza.
Le difficoltà permangono, ma si affrontano con uno spirito di forza diversa. So che sola non sono, so che con me agisce la Volontà di Dio: le mie azioni non sono più mie, ma sono fatte con la Divina Volontà e così ogni cosa la vivo con abbandono e serenità.
Dice Gesù:

"Il mondo è proprio tutto infangato, non c’è angolo di terra ove il Mio nemico non abbia posto un suo seguace, pronto a seminare e propinare il veleno satanico. Refrigerio per le anime saranno le Adorazioni che offrirete.
Tu, figlia, inizia da oggi: imponiti di seguire questa Divina Volontà, e scoprirai meraviglie nuove.
Ti benedico e ti sorreggo, abbi fede e costanza nel tuo abbandono. Amen".