Clicks7.9K

Florilegio – aforismi vari, una raccolta per resistere nella fede (quinta parte)

«Erriamo non perché la verità sia difficile da vedere. Essa è visibile a colpo d'occhio. Erriamo perché la bugia è più confortevole». (Aleksandr Solženicyn - 1918-2008)

«La verità è come un leone. Non avrai bisogno di difenderla. Lasciala libera. Si difenderà da sola». (Sant’Agostino – 354-430)

«La verità trionfa da sola, la menzogna ha sempre bisogno di complici». (Epitteto)


«Chi predica la verità professa Cristo. Chi invece nella predicazione tace la verità, rinnega Cristo». (Sant'Antonio di Padova)

«L’assioma “dov’è il Papa lì è la Chiesa”, vale quando il Papa si comporta come Papa e Capo della Chiesa; in caso contrario, né la Chiesa è in lui, né lui è nella Chiesa» (Charles Journet, 1891-1975: Eglise du Verbe Incarné).

«Non potete impedire al diavolo di passare sulla vostra via, ma potete impedirgli di fermarsi a casa vostra». (Hudson Taylor 1832-1905)

«Gli uomini erano tenuti prigionieri sotto il potere del diavolo e servivano i demòni, ma sono stati riscattati dalla prigionia. Furono infatti in grado di vendersi, ma non di riscattarsi. Venne il Redentore e pagò il prezzo: effuse il proprio sangue e acquistò il mondo intero» (sant’Agostino, Enarrationes in Psalmos, 95, 5).

«I peccati sono avidi e crudeli come topi. E chi li ama è crudele come essi o, a lungo andare, lo diventa». (Georges Bernanos - 1888-1948)

«Senza la Santa Messa che cosa sarebbe di noi? Tutto perirebbe quaggiù, perché soltanto Essa può fermare il braccio di Dio»
(Santa Teresa d'Avila, 1515-1582).

«Dio non comanda l’impossibile; ma, quando comanda, ti ammonisce di fare quello che puoi e di chiedere quello che non puoi, e ti aiuta perché tu possa farlo» (Sant’Agostino: De natura et gratia, 43, 50).

«Strani, i religiosi di oggi. Credono di attirare la gente minimizzando o nascondendo il peccato, predicando che o non esiste o non ha quella importanza che gli si attribuiva. Ma si, davvero strani: mi sembrano il venditore di vino che raccomanda di farsi astemi; o il tabaccaio che predica sui danni del fumo. Eppure, il cristianesimo risponde al desiderio umano di salvezza, di liberazione dal peccato, di perdono, di liberazione dal peso delle colpe. Se togli questa, che ci sta a fare la Bibbia e la Chiesa stessa?» (Julien Green - 1900-1998).

«Spiegatemi perché credere in Dio sarebbe ridicolo, mentre non lo sarebbe credere nell'umanità; credere nel regno dei cieli sarebbe stupido, mentre sarebbe intelligente credere nelle utopie terrene» (Aleksandr Herzen, 1812-1870).

«Contro gli idioti neppure gli dei possono nulla» (Friedrich von Schiller, 1759-1805).

«All'intelligenza Dio ha posto dei limiti, alla stupidità no» (Konrad Adenauer, 1876-1967).

«Sopportare con troppa pazienza le ingiurie fatte a Dio è cosa empia» (San Tommaso d'Aquino, 1225-1274: S. Th., I-II, q. 136, a. 4, ad sum).

«Dobbiamo difendere la verità, anche se tornassimo ad essere dodici ancora una volta» (San Giovanni Paolo II, 1920-2005).

«Molto più importante di quello che sappiamo o non sappiamo è quello che non vogliamo sapere» (Eric Hoffer, 1902-1983).

«Dunque non più ortodossia, non più eretici, non più condanne di eresie ed eretici. Si enuclea un’eresia nuova, forse mai pensata prima: l’eresia che nega l’esistenza della stessa ortodossia» (Card. Giuseppe Siri, 1906-1989).

«Falsi teologi sono quelli che, senza preoccuparsi del vero, scrivono per piacere al mondo. Sempre pronti a mettere guanciali sotto il capo dei peccatori, li addormentano nel vizio. (...) Questi teologi cagionano un danno immenso alla Chiesa, perché chi ama la via facile si affretta a seguire le loro massime» (Sant’Alfonso Maria de’ Liguori,1696-1787).

«Prima di discutere con qualcuno occorre sapere e capire fino a che punto quella persona può comprendere le nostre parole. Per quelli che sanno, il parlare nonostante l’impossibilità di essere compresi dall’altro è sempre una perdita di tempo e di energia. Chi è saggio, parla solo quando è certo che chi ascolta è in grado di capire» (Georges Ivanovič Gurdjieff, 1866-1949).

«Quos vult Iuppiter perdere, dementat prius». A quelli che vuole rovinare, Giove toglie prima la ragione (Euripide, 485 a.C.-407/406 a.C.).

«Si forma la Chiesa solo soffrendo per lei... È possibile riformare i vizi della Chiesa solo con l’esempio delle virtù più eroiche» (George Bernanos, 1888-1948).

«Un’anima è una diocesi abbastanza vasta per un vescovo». (San Carlo Borromeo,1538-1584)

«Non potete impedire al diavolo di passare sulla vostra via, ma potete impedirgli di fermarsi a casa vostra» (Hudson Taylor, 1832-1905).

«Cristo è stato relegato all’ultimo posto e più nessuno è riuscito a strapparglielo» (Abate Henri Huvelin, 1830-1910).

«Un uccello passa una volta ogni cento anni, toccando delicatamente, con la punta delle sue ali una immensa palla di bronzo. Quando questa sarà completamente consumata, sarà terminato l’inferno? No! Sarà appena al suo inizio, poiché incomincia sempre e non finisce mai» (San Bonaventura da Bagnoregio).

«Se la sofferenza vi ha resi cattivi, l’avete sprecata» (Ida Bauer, 1882-1945).

«Pregate poco alla volta e spesso, perché se le vostre preghiere sono lunghe il Nemico vi viene a tentare» (Isacco a Cassiano, in: I detti dei padri del deserto).

«Il sangue del tuo Signore, se vuoi, è stato offerto per te; se non avrai voluto che lo sia, non è stato offerto per te» (Sant’Agostino, 354-430: Sermo 344, 4).

«Se non hai letto il giornale, sei disinformato. Se l’hai letto, sei male informato» (Mark Twain, 1835-1910).

«Attenti, perché NEL PROSSIMO SECOLO LA BATTAGLIA SARÀ SULLA FAMIGLIA! Perché il nemico dell’uomo, non potendo attaccare il Creatore, attaccherà la creatura nel luogo in cui la creatura nasce, cresce e si sviluppa, cioè la famiglia. QUELLA SARÀ L’ULTIMA BATTAGLIA FINALE» (San Giovanni Paolo II: Ai Vescovi, Rio de Janeiro 1997).

«Di fronte alle norme morali che proibiscono il male intrinseco non ci sono privilegi né eccezioni per nessuno. Essere il padrone del mondo o l’ultimo "miserabile" sulla faccia della terra non fa alcuna differenza: davanti alle esigenze morali siamo tutti assolutamente uguali» (San Giovanni Paolo II, Veritatis Splendor).

«È infinitamente probabile che Dio non faccia niente di quello che tu sogni. Farà meglio» (Leon Bloy, 1846-1917).

«È da pazzi chiedersi le ragioni di ciò che l’evidenza dimostra come fatto» (Aristotele: Topici I, 11, 105a 3-7).

«Nel Corano troviamo la forma più squallida e più povera di teismo. Ammettiamo pure che molto sia andato perduto nella traduzione, ma in quest’opera io non sono riuscito a scoprire nemmeno un pensiero dotato di valore» (Arthur Schopenhauer, 1788-1860).

«SE ANCHE IL MALE DOVESSE DOMINARE, CHE NON DOMINI NÉ CON LA MIA COMPLICITÀ, NÉ COL MIO CONSENSO» (Aleksandr Solzenicyn, 1918-2008).

«La giustizia senza misericordia è crudele ma la misericordia senza giustizia corrompe le anime e le perde nel peccato» (San Tommaso d'Aquino, 1225-1274).

«È tipico della plebe combattere quando si è certi della vittoria; è prerogativa borghese farlo quando si possono capovolgere le sorti di una battaglia; è solo di un’élite aristocratica combattere quando tutto sembra perduto, nella certezza di fare il proprio dovere» (Henri du Vergier conte de La Rochejaquelein, 1772-1794).

«I santi amano i peccatori non perché abbiano in comune con essi il vizio, ma perché amano quella possibilità di virtù che ancora esiste nel peccatore. Il Figlio di Dio divenne il Figlio dell’uomo perché amava l’uomo» (Fulton John Sheen, 1895-1979: Tre per sposarsi).

«Il principale ed ultimo dei fini della Massoneria è distruggere dalle fondamenta tutto l’ordine religioso, nato dall'istituzione cristiana, e creare un nuovo ordine, a suo arbitrio, che tragga fondamenti e norme dal materialismo» (Leone XIII, 1810-1903: Humanum genus).

«La verità, soprattutto quando incombe un pericolo, deve essere predicata pubblicamente, né deve farsi il contrario per il fatto che alcuni se ne scandalizzano» (San Tommaso d’Aquino, 1225-1274).

Santa Ildegarda di Bingen (1098-1179), nel 1100, diceva in una delle sue visioni: «L’Anticristo conquisterà il mondo dicendo: “voi potete fare tutto ciò che volete... È sufficiente che vi amiate”».

________

PS: invito tutti ad iscriversi al canale telegram di Tempi di Maria nato per poter continuare a condurre con maggior libertà la buona battaglia della diffusione della verità, anche riguardo a quei temi oggi più osteggiati e censurati: t.me/tempidimaria
Suari
bellissima l'ultima frase andrebbe scritta su uno striscione in piazza Duomo di Milano sabato 15
Adele Magnanini
Ma c'e',gia' l'anticristo. Oppure no, e mi sono ingannata!? Angelus 9/5 e preghiere dei fedeli delle religioni senza muri: quanta doppiezza.nn finisce mai. Madre ss.proteggici con il tuo manto,converti i cuori di tutti, xtanti preghino.
E.sorrenti89
Bergoglio è il falso profeta, l'anticristo deve ancora rivelarsi ma c'è già nel mondo, e ancora non può farlo perché il vero vicario di Cristo in terra Papa Benedetto XVI è ancora tra noi!
Adele Magnanini
Egr.padre, sono veramente sgomenta da qste cose. Amici nel rinnovamento seguono i gesuiti di soros e bergoglio e nn vedono le loro apostasie nelle affermazioni che fanno. Se invio notizie, sono false, meditazioni, nn vanno bene.nn provo neanche più," a tirarli via.seguono apostasie ed eresie senza accorgersene,sembra. Poi altre cose altre persone. Forse e'un peso troppo grosso che stiamo …More
Egr.padre, sono veramente sgomenta da qste cose. Amici nel rinnovamento seguono i gesuiti di soros e bergoglio e nn vedono le loro apostasie nelle affermazioni che fanno. Se invio notizie, sono false, meditazioni, nn vanno bene.nn provo neanche più," a tirarli via.seguono apostasie ed eresie senza accorgersene,sembra. Poi altre cose altre persone. Forse e'un peso troppo grosso che stiamo portando.bisogna tirar via il nome doli bergoglio dagli altari,almeno,x fare un po' di chiarezza.