Maria Valtorta. La vera tomba di San Pietro 6.

www.valtortamaria.com/…/13-14-15-novemb… QUADERNETTI CAPITOLO 749 13-14-15 novembre 1948 Ancora S. Pietro. Ma in un luogo solitario, direi secondario delle catacombe. O almeno, se non second…
alda luisa corsini
L'ultimo capitolo di questo straordinario viaggio nelle visioni di Maria Valtorta fotografa l'ambiente in cui è deposto San Pietro all'interno della catacomba ad duos lauros sulla via Labicana e che si contraddistingue dalla Mensa Eucaristica. La mancanza di riferimenti della cripta sul suolo non permette a Maria Valtorta né a noi, a questo punto, l'identificazione del punto esatto in cui si …More
L'ultimo capitolo di questo straordinario viaggio nelle visioni di Maria Valtorta fotografa l'ambiente in cui è deposto San Pietro all'interno della catacomba ad duos lauros sulla via Labicana e che si contraddistingue dalla Mensa Eucaristica. La mancanza di riferimenti della cripta sul suolo non permette a Maria Valtorta né a noi, a questo punto, l'identificazione del punto esatto in cui si trova.
Marziale
Tutte queste minuziose descrizioni confermano, a mio parere, che la spoglia mortale del santo sarà in qualche modo ritrovata, magari per caso, e mostrata al mondo intero.
Mi sarei messo già da anni alla ricerca, ma vivo lontano da Roma: è compito suo e dei lettori valtortiani romani! :-)
alda luisa corsini
😇
alda luisa corsini
Il mondo dell'archeologia è composto spesso da studiosi gelosissimi delle loro aree di tutela, degli scavi e dei dati da essi derivati che spesso rimangono nel cassetto di questo o quell'archeologo sotto forma di studi che, come sequestrati, non vengono ceduti ad altri studiosi più solerti e attivi. Questi argomenti quindi non vedranno mai la luce per pigrizia e ignavia, per una naturale …More
Il mondo dell'archeologia è composto spesso da studiosi gelosissimi delle loro aree di tutela, degli scavi e dei dati da essi derivati che spesso rimangono nel cassetto di questo o quell'archeologo sotto forma di studi che, come sequestrati, non vengono ceduti ad altri studiosi più solerti e attivi. Questi argomenti quindi non vedranno mai la luce per pigrizia e ignavia, per una naturale propensione a rimandarne la pubblicazione, che è un'attività che fa parte integrante dei loro compiti ma che per molti è ritenuta assai gravosa.
Memorare
Sono molto ignorante scusate la domanda,ma negli anni 90 ascoltai una testimonianza della studiosa che partecipò agli scavi sotto il vaticano perché li c'erano segni che Pietro fosse stato sepolto.Non è vero?😳
alda luisa corsini
La sua è una asserzione molto contestata sin da quei tempi da esimi colleghi archeologi. La invito a leggere il testo di M. Valtorta riguardo alla sua visione della vera deposizione di San Pietro e i miei modesti commenti sottostanti (si vedano i post numerati dall'1 al 7), che spiegano la topografia delle 3 aree dove il corpo di San Pietro fu deposto, compresa l'ultima che ancora lo conserva.
alda luisa corsini
Dimenticavo, clicchi sul mio nome per trovarli più agevolmente in successione. 😇