Clicks240

Dopo una lunga agonia è stato assassinato Vincent Lambert.

Dopo quasi 10 giorni di agonia è morto Vincent Lambert. Vittima dell'ideologia della dolce morte che fa morire di fame e sete pazienti terminali. Per la giovane moglie lui non avrebbe voluto vivere …More
Dopo quasi 10 giorni di agonia è morto Vincent Lambert. Vittima dell'ideologia della dolce morte che fa morire di fame e sete pazienti terminali. Per la giovane moglie lui non avrebbe voluto vivere così, come se davvero qualcuno anelasse alla sofferenza, per gli anziani genitori la sua vita valeva a prescindere e si sono battuti come leoni per preservarla. La assurda diatriba tra vecchio e nuovo mondo, quello dove la vita vale nonostante tutto e quello dove la vita vale solo se efficente e funzionale. Di fronte alla sofferenza rispondiamo umanamente con il rifiuto, cristianamente dobbiamo riconoscere il suo profondo valore. Se noi deboli e colpevoli ci domandiamo perchè soffriamo dimenticandoci di chi senza colpa e spogliandosi della sua potenza ha sofferto atrocemente per noi. Nostro Signore ci ha insegnato il valore salvifico della sofferenza e di come con una breve prova nella carne si possa salvare se stessi e gli altri per l'eternità. Sappiamo ancora noi bere da quell'amaro calice o ancora scegliamo mille e mille volte la via larga che conduce all'eterna perdizione?
È l'assurda ideologia atea massonica comunista, che vi sta sotto. Basta far morire di fame, ma sopratutto di sete, che é la morte più atroce che vi sia. Nelle carceri comuniste ai tempi di Ceaucescu in Romania, i carcerati malati venivano fatti morire così; venivano separati dagli altri carcerati, ma tenuti a una distanza tale da poterne sentire le grida e la loro staziante agonia. Lo stesso …More
È l'assurda ideologia atea massonica comunista, che vi sta sotto. Basta far morire di fame, ma sopratutto di sete, che é la morte più atroce che vi sia. Nelle carceri comuniste ai tempi di Ceaucescu in Romania, i carcerati malati venivano fatti morire così; venivano separati dagli altri carcerati, ma tenuti a una distanza tale da poterne sentire le grida e la loro staziante agonia. Lo stesso Lenin con i prigionieri o verso coloro che voleva far morire senza colpo ferire, li portava nei deserti della grande siberia e li abbandonava perché morissero di freddo, di fame e di sete. Ogni dittatura apparentemente moderna e democratica usa questi sistemi e con l'eutanasia di stato cui si è dato un inizio, le probabilità di entrare in questa triste morte approvata dalle leggi democratiche avanza per tutti noi, che ci troviamo nello stesso caso o nel caso di Eluana.
Christoforus78 likes this.
Pover'uomo!
Marziale and one more user like this.
Marziale likes this.
Christoforus78 likes this.
nolimetangere and 2 more users like this.
nolimetangere likes this.
Marziale likes this.
Maurizio Muscas likes this.