Clicks37
Fatima.

Altro sogno di Cornacchiola

1992 luglio 17 la Vergine diceva: la santità del Papa deve recarsi pellegrino penitente alla grotta delle Tre Fontane invitando autorità civili politiche e religiose

(17 luglio 1992)

«Quale tragedia ci sarà su questa Terra. Questa notte ho visto uomini e donne che si scagliavano contro altri uomini e altre donne e sangue che scorreva in terra come acqua».

In effetti, sin dal 12 marzo 1983 Bruno aveva ascoltato – e fatto conoscere in Vaticano – le accorate parole della Vergine della Rivelazione: «Amatevi, è il tempo del vero amore per evitare un grande disastro ecologico: la guerra più potente e distruttrice delle due ultime mondiali.

La Santità del Padre deve recarsi pellegrino penitente alla grotta delle Tre Fontane, invitando le autorità civili, politiche e religiose del mondo a consacrare al mio Cuore immacolato di Madre tutte le nazioni.

È l’ultimo invito che la misericordia vi invia con paziente amore.

Il pericolo è alle porte, una guerra atomica, se non si fa come ho detto, è inevitabile.

Gli uomini, incoscienti e orgogliosi nella superbia satanica, vogliono nelle loro mani il mondo, non pensando al Regno dei Cieli.

Quanto lavoro si fa per avere la pace, ma non si preparano alla pace, anzi incautamente si preparano alla distruzione.

Parlo a tutti, l’atomica è pronta, gli uomini senza coscienza minacciano di usarla e il pericolo è sempre più vicino di quanto non pensiate».

Proseguiva l’appello della Madonna:

«Sono anni che cerco in tutti i modi di avvertirvi, e non mi date ascolto, ma mio Figlio, per atto misericordioso, vi lascia ancora, per mio intervento, un lasso di tempo affinché riflettiate nella vostra coscienza.

La pioggia radioattiva inquinerà ogni cosa, dalle piante alle acque e dagli animali all’uomo.

Ecco perché dovete riflettere, si può evitare, come già dissi il 12 aprile 1947 e altrove nei lontani anni passati.
L’aria stessa brucerà ogni cosa rimasta e non si potrà respirare.

Chiamatela apocalisse, ma è veramente una rivelazione che si attuerà se non vi convertirete.

Sarete sempre più esposti ai pericoli fisici e morali, sono d’un pericolo mortale per l’anima, lo spirito e il corpo.

Certo, non saranno i rifugi antiatomici che vi salveranno. Ecco perché vi invito a rifugiarvi dentro la Chiesa che è mia figlia creata da mio Figlio per la salvezza degli uomini, e fate vera penitenza, state lontano dai vizi della carne, allontanatevi dal mondo del male e santificatevi con le cose sante.

Pregate figli miei, pregate con fede e sarete salvati dall’inferno satanico che è giunto tra voi.

È una Madre che vi ama che ve lo chiede, ascoltatemi». Una guerra distruttiva è al centro di diverse visioni.