Gloria.tv And Coronavirus: Huge Amount Of Traffic, Standstill in Donations
Clicks2.1K
it.news
4

Vaticano interessato alla comunità di Valleripa

La Congregazione per i Religiosi del cardinale Aviz ha approvato la rimozione di don Orfeo Suzzi come superiore della comunità monastica diocesana "Piccola Famiglia della Risurrezione di Valleripa" che aveva fondato.

Don Suzzi, 77, è accusato di "pesante autoritarismo" e di "pericolosa concentrazione dei poteri decisionali".

I 20 membri della comunità vivono in case in Italia, a Gerusalemme, in India e Mozambico. Il vescovo di Cesena, Douglas Regattieri, ha sostituito Suzzi nel giugno 2019, un commissario lo accusa di aver fatto "danni non ben specificati alla vita spirituale e materiale" del gruppo.

Suzzi si è appellato contro la misura definendola infondata, sproporzionata e scarsamente motivata, accusando Regattieri di atteggiamento pregiudiziale e persecutorio, come scrive IlRestoDelCarlino.it (12 febbraio).

I media suggeriscono che i beni sostanziosi del gruppo potrebbero interessare alla diocesi, specialmente dopo che il gruppo ha costruito un grande monastero in Mozambico.

#newsHywtjlxgxs

Alfredo05
Ho conosciuto Padre Orfeo Suzzi e la sua comunità... a me sembra tutto ridicolo...!!! Ho visitato più volte la comunità Piccola Famiglia della Risurrezione. Sono andato alcune volte con sacerdoti che lo conoscevano ed abbiamo condiviso delle giornate in preghiera.. Ricordo anche la bella esperienza di un incontro personale con lui.
Mi pare, ripeto, tutto una menzogna.
Pietro da Cafarnao
É una tattica! Eliminato il fondatore, tutta la Congregazione é messa in crisi. Eliminati gli oppositori alla nuova Chiesa, non ci saranno più ostacoli a abbracciare tutte le sette sataniche protestanti. In fondo queste nuove congregazioni fanno proselitismo, cioè nuovi seguaci di Cristo e questo per il capo della nuova Chiesa è un grave peccato. Se S.Paolo fosse vissuto in questo periodo …More
É una tattica! Eliminato il fondatore, tutta la Congregazione é messa in crisi. Eliminati gli oppositori alla nuova Chiesa, non ci saranno più ostacoli a abbracciare tutte le sette sataniche protestanti. In fondo queste nuove congregazioni fanno proselitismo, cioè nuovi seguaci di Cristo e questo per il capo della nuova Chiesa è un grave peccato. Se S.Paolo fosse vissuto in questo periodo sarebbe stato sospeso a divinis da vescovo, perché egli era apostolo delle genti.
Invece occorre abbracciare, includere, fare ponti con le nuove correnti ideologiche, religiose ed eretiche, per accettare tutto e tutti in un progetto per far fallire il piano di Dio di salvare l'umanità con il Vangelo, con i Sacramenti, con i Comandamenti, rendendo vana così la croce di Cristo.
Gaetano2
"...è accusato di "pesante autoritarismo" e di "pericolosa concentrazione dei poteri decisionali..."

Anche in Vaticano un adepto di pachamama agisce così...
Maurizio Muscas
Un Vescovo chiamato Douglas? 😀