it.news
11.3K

Mi è venuto un dubbio amletico. Di Gianni Toffali

Amletico dubbio: se i vaccini anti covid, o più precisamente le terapie geniche sperimentali, sono sicuri come dicono, perché le aziende farmaceutiche hanno preteso ed ottenuto dallo stato uno "scudo penale" nel caso di reazioni avverse?

Perché gli operatori sanitari che inoculano il vaccino hanno bisogno, pure loro, dello stesso "scudo"?

Perché, chi si vaccina, deve compilare tre fogli, nei quali le big pharma mettono nero su bianco l'auto declinazione da ogni responsabilità civile e penale, in caso di danni fisici o morte?

E soprattutto, perchè non viene rilasciata copia del consenso informato dove è indicato i dati del vaccinatore?

Come diceva il buon Andreotti: "A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzezza".
kaspita
È semplice. Basta richiedere alla propria azienda la disponibilità di assicurare un vitalizio (fino alla pensione) certificato da un notaio, per la propria famiglia in caso di effetto collaterale grave accertato da legale e medico a breve, medio e lungo termine, che qualunque azienda farebbe il passo indietro... rischio troppo alto per loro, per un "vaccino" che solitamente si fa in 10 anni e …More
È semplice. Basta richiedere alla propria azienda la disponibilità di assicurare un vitalizio (fino alla pensione) certificato da un notaio, per la propria famiglia in caso di effetto collaterale grave accertato da legale e medico a breve, medio e lungo termine, che qualunque azienda farebbe il passo indietro... rischio troppo alto per loro, per un "vaccino" che solitamente si fa in 10 anni e non i nsei mesi... Anche cercare una assicurazione sulla vita sarebbe una buona idea. A patto che un padre di famiglia con prole a carico, decida di fare da cavia...