Clicks16
Irapuato
1
Santi e Beati - 25 Ottobre - Beato Carlo Gnocchi - 26 ottobre - Sant'Alfredo il Grande. Televallassina Beato Carlo Gnocchi Titolo: Sacerdote Nascita: 25 ottobre 1902, San Colombano al LambroMore
Santi e Beati - 25 Ottobre - Beato Carlo Gnocchi - 26 ottobre - Sant'Alfredo il Grande.

Televallassina Beato Carlo Gnocchi

Titolo: Sacerdote

Nascita: 25 ottobre 1902, San Colombano al Lambro

Morte: 28 febbraio 1956, Milano

Ricorrenza: 25 ottobre

Tipologia: Commemorazione

Carlo Gnocchi nasce a San Colombano al Lambro, vicino Lodi, il 25 ottobre 1902 da Enrico e Clementina Pasta, sarta.

Ordinato sacerdote nel 1925 viene inviato prima a Cemusco sul Naviglio, poi nella popolosa parrocchia di San Pietro in Sala, a Milano.

Nel 1936 il Cardinale Ildefonso Schuster lo nomina direttore spirituale dell'Istituto Gonzaga Nel 1940 don Carlo, si arruola come Cappellano volontario e parte per il fronte. Terminata la campagna dei Balcani nel 1941, nel 1942 Carlo Gnocchi, con il grado di tenente, ripartì per il fronte russo, a seguito della Divisione alpina "Tridentina", dove partecipò in veste di cappellano alla Battaglia di Nikolaevka. Sopravvissuto al conflitto, raccolse dai feriti e dai malati le loro ultime volontà, che lo porteranno, al rientro in patria, ad un viaggio per la penisola, messaggero tra le famiglie degli scomparsi.

«In quei giorni fatali posso dire di aver visto finalmente l'uomo. L'uomo nudo; completamente spogliato, per la violenza degli eventi troppo più grandi di lui, da ogni ritegno e convenzione, in totale balìa degli istinti più elementari emersi dalle profondità dell'essere.»

(Carlo Gnocchi, "Cristo con gli Alpini")


Ritornato in Italia nel 1943, concepisce l'idea di fondare un'istituzione a favore dei mutilati di guerra; ricerca dei familiari dei caduti, per dare loro un conforto morale e materiale.

Nel 1949 il Capo del Governo, Alcide De Gasperi, lo promuove consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il problema dei mutilati di guerra.

L'11 febbraio 1952 nasce la "Fondazione Pro Juventute", riconosciuta con Decreto del Presidente della Repubblica.

Nel settembre del 1955, alla presenza del Capo dello Stato, Giovanni Gronchi, viene posata la prima pietra della nuova struttura nei pressi dello stadio Meazza (San Siro) a Milano.

Vittima di una malattia incurabile Don Gnocchi muore il 28 febbraio 1956.

Trent'anni dopo la morte di Don Carlo, il cardinale Carlo Maria Martini istituisce il Processo di Beatificazione. Viene proclamato Beato da Papa Benedetto XVI il 25 ottobre 2010.Sant' Alfredo il Grande

Titolo: Re del Wessex

Nascita: 849, Wantage, Berkshire

Morte: 26 ottobre 899, Wessex

Ricorrenza: 26 ottobre

Tipologia: Commemorazione

Viene considerato il fondatore dell'Inghilterra. Non si trova iscritto nel calendario romano, ma fu oggetto di culto per via del ruolo politico e religioso da lui svolto. Successe al fratello Ethelred all'epoca dell'invasione degli Scandinavi nell'Inghilterra meridionale, e con qualche riforma militare e con l'organizzazione di una flotta riuscì a battere i Danesi ad Ethandun imponendo loro una pace compromissoria. Il re danese Guthorm si convertì al cristianesimo e sottoscrisse la pace di Wedmore, secondo la quale i Danesi si sarebbero ritirati a nord d'una linea LondraChester e avrebbero lasciato il sud agli Anglosassoni. Questa condizione di stabilità permise ad A. di consolidare le proprie forze e di riorganizzare il proprio regno. Grande ammiratore dei Carolingi, che aveva conosciuto in occasione d'un viaggio fatto assieme al padre Etheiwulf nell'856, riorganizzò le finanze del regno e promulgò alcune leggi che s'ispiravano al Vecchio Testamento. Cominciò a riformare la Chiesa chiamando per i suoi monasteri alcuni monaci da Saint Bertin. Fece della corte un centro di formazione amministrativa e culturale. Tradusse e fece tradurre i classici cristiani: la Regola pastorale e i Dialoghi di Gregorio Magno, La consolazione della filosofia di Boezio, la Storia di Orosio e di Beda, Le Confessioni di S. Agostino. Fece comporre per se stesso un libro di preghiere ispirato al Salterio. Governò con saggezza, e fu tra i primi a prospettare una società formata da tre ordini: gli uomini dediti alla preghiera, gli uomini dediti alla guerra e gli uomini dediti al lavoro. Il gallese Asser scrisse una biografia di A. che ebbe molto successo.
Irapuato
Santi Crispino e Crispiniano di Soissons

Martiri

agiografia completa >>

San Gaudenzio di Brescia

Vescovo

agiografia completa >>

Beato Carlo Gnocchi

Sacerdote

agiografia completa >>

Beato Taddeo Machar

Vescovo

agiografia completa >>

San Bernardo Calvò

Vescovo di Vich

agiografia completa >>
- Beato Bernardo di San Giuseppe
Mercedario- San Frutto
Eremita a Segovia- Sant' Ilaro (Ilario) di Javols
Vescovo- Beata Maria Teresa Ferragud Roig e 4 figlie suore
Martiri- Santi Martirio e Marciano
Martiri- San Mauro di Pecs
Vescovo- San Miniato di Firenze
Martire- Beato Riccardo (Recaredi) Centelles Abad
Martire- San Gavino
Martire