Diodoro
Lo Storicismo, o Evoluzionismo (che applica abusivamente le già false schematizzazioni storicistiche al mondo non-umano), caro professore, attribuisce la titolarità dell'essere solo al presunto Tutto: lo Spirito Assoluto di Hegel, il Pianeta Vivente degli evoluzionisti.
In altri termini, esisterebbero effettivamente solo tali megasoggetti senza volto. Gli esseri che incontriamo, umani e non …More
Lo Storicismo, o Evoluzionismo (che applica abusivamente le già false schematizzazioni storicistiche al mondo non-umano), caro professore, attribuisce la titolarità dell'essere solo al presunto Tutto: lo Spirito Assoluto di Hegel, il Pianeta Vivente degli evoluzionisti.
In altri termini, esisterebbero effettivamente solo tali megasoggetti senza volto. Gli esseri che incontriamo, umani e non umani, sarebbero mere escrescenze dei medesimi.
A mio giudizio, l'origine di queste aberrazioni del pensiero è sempre quella antica, mai eradicata: il rifiuto della compresenza in Dio di Tre Persone, e quindi il rifiuto della divinità di Cristo (Arianesimo). Si pretende, si esige, che Dio stesso sia un "monoblocco senza volto", una sorta di macigno incombente su di noi e sempre pronto a schiacciarci; si reagisce con rabbia alla Sua reale Venuta fra noi, nella Persona del Figlio, in cooperazione con la Madre, "umile et alta più che creatura". Si rifiuta la Testimonianza del Figlio e la Grazia dello Spirito Santo ("Dio sì, Cristo no", che sfocia poi nel "Dio no").
Grazie per avere ricordato che "la tenebra non è un principio auto-sussistente e originario, ma una perdita della luce, così come il male è una perdita del bene e la menzogna è una corruzione della verità".
Oggi il regime mondiale si fonda sulla Menzogna e sulla Tenebra . Noi possiamo e dobbiamo vivere come figli della Luce e amanti della Verità; abbandonando integralmente i legami con quel mondo. Non cercando la ricomposizione dei contrasti, o peggio la coincidentia oppositorum, ma sapendo che la Falsificazione e l'Autenticità sono due galassie diverse
N.S.dellaGuardia
Bellissimo, come sempre.
A questo punto sorge una domanda, forse amara: coloro che, per aver ascoltato ammaliati le trombe della rivoluzione, e per poter compiacerla (e compiacersi mutuamente, evidentemente), hanno cancellato e obliato volontariamente la propria identità, rinunciando a costruire un mondo giusto e fedele a Dio, come i nostri avi hanno sempre cercato di fare, pur nei loro limiti, …More
Bellissimo, come sempre.
A questo punto sorge una domanda, forse amara: coloro che, per aver ascoltato ammaliati le trombe della rivoluzione, e per poter compiacerla (e compiacersi mutuamente, evidentemente), hanno cancellato e obliato volontariamente la propria identità, rinunciando a costruire un mondo giusto e fedele a Dio, come i nostri avi hanno sempre cercato di fare, pur nei loro limiti, costoro, dicevamo, sono degni di aver ricevuto cotanta tradizione, cultura, bellezza, ricchezza, felicità se tanto facilmente e senza troppi pensieri se ne sono sbarazzati?? Meritano dunque di fare la fine che faranno, in mano a dittatori sanguinari che li stanno portando all'estinzione, facendo loro credere di esser liberi e tanto intelligenti??
Non so dare una risposta, non in termini umani almeno, poiché il nostro orizzonte attende l'intervento di quel Padre che tanto ci ama e non ci lascia mai, e che tanto rapidamente è stato messo da parte.
Quindi anche se le mie speranze di rinascita dell'inebetito popolo italiano sono assai magre, continuo a guardare l'orizzonte con Fede e attesa.
Diodoro
Sempre bellissimo leggere le sue cose, caro "della Guardia".
Mi viene spontaneo un aggancio storico: il popolo italiano fu svuotato e pugnalato al cuore soprattutto dall'adesione al modello angloamericano, o almeno dalla non-separazione da esso.
Piero Vassallo raccontava delle scorribande assassine degli aerei con la Stella a Cinque Punte (USA) nelle vallate dietro Genova, dove moltissimi si …More
Sempre bellissimo leggere le sue cose, caro "della Guardia".
Mi viene spontaneo un aggancio storico: il popolo italiano fu svuotato e pugnalato al cuore soprattutto dall'adesione al modello angloamericano, o almeno dalla non-separazione da esso.
Piero Vassallo raccontava delle scorribande assassine degli aerei con la Stella a Cinque Punte (USA) nelle vallate dietro Genova, dove moltissimi si erano rifugiati per sfuggire ai bombardamenti. Semplici persone mitragliate per la strada.
Immediatamente dopo, quei "liberatori, redentori, pacificatori" si posero come modello e protettori. Al Papa (Pio XII) fu proposto di diventare il "cappellano del Mondo Libero". cosa che Egli rifiutò. A Roma si volle sostituire New York (la nascente ONU) e Parigi (l'UNESCO).
Mi resta impressa una frase scritta da Robero de Mattei: "La separazione del popolo italiano dalla propria natura cattolica, che non era riuscita a 150 anni di propaganda massonica, riuscì tramite la DC" (non testuale... i concetti erano questi).
Siamo "morti", come Italia degna e lieta di ritrovarsi nel Tricolore (a sua volta reso onorabile solo dalla Conciliazione del 1929), nel maggio 1978 (Aborto). Eppure la popolazione è oggi molto migliore delle cosche che la dominano e la angosciano. E lo è essenzialmente nelle fasce "genuine".
Molto meglio parlare con uno spazzino che con un professore - non è una battuta.
Cordialmente
N.S.dellaGuardia
Grazie a lei per le sue riflessioni sempre ricche.
Finché ci saranno le "fasce genuine" della popolazione, cioè impermeabili ai modelli e pensieri sovraimposti, quindi ancora libere, ci sarà sempre Speranza. Da lì si dovrà ripartire.
Diodoro
"Fasce genuine": persone autentiche, rispettose del dono della vita (ricevuto e spesso trasmesso), attente agli aspetti "normali" dell'esistenza. Ci sono. Io li ammiro
Mauro Livoni Livoni
N.S.dellaGuardia
Notevole.
Potrebbe fare un post per ogni articolo del blog. Basta copiare il link nella modalità "upload" (in basso a sinistra dello schermo), un po' per volta visto che sono già 12 articoli, a beneficio di tutti i lettori di gloria.tv