Perché diciamo Ave Maria? Poche persone, probabilmente quasi nessuno si è mai domandato perché nel pregare Maria nostra regina la salutiamo con un Ave, il retaggio dell' imparare tale preghiera da …More
Perché diciamo Ave Maria?

Poche persone, probabilmente quasi nessuno si è mai domandato perché nel pregare Maria nostra regina la salutiamo con un Ave, il retaggio dell' imparare tale preghiera da piccoli non ci ha permesso certamente di comprendere e rapportarci a questa locuzione in maniera matura, ma è giusto così, non bisogna farsene certo una colpa. Però a tal proposito se ci si pone questo quesito si scoprono molte cose ed è interessante togliere un velo che all'apparenza può sembrare inesistente ma che in realtà nasconde un interessante mistero.

Quando l'arcangelo Gabriele si presentò a Maria per portarne l'annuncio fu il primo a pronunciare la famosa recita di una delle preghiere per eccellenza.

In Lc. 1 - 26,30 leggiamo:

"Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Ti Saluto (traduzione di Ave), o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto."

"Si presentò a lei dicendole, Ave o Maria piena di grazia il Signore è con te".
Quando l'arcangelo salutò Maria ella ne fu turbata, rimase attonita davanti a quella presentazione, si chiedeva quale significato avesse. Infatti la formula di saluto per la quale Gabriele si presentò a Maria fu Ave, il saluto che vigeva tra i romani. Maria fu stranita dal ricevere tale saluto perché non capiva cosa centrasse una cordialità straniera quando Gabriele poteva presentarsi tranquillamente con uno "Shalom", saluto in voga tra gli ebrei e che razionalmente chiunque si sarebbe aspettato da un messaggero di Dio, dato che quella ai tempi era ancora, la terra, il culto e la fede reale ed ufficiale di Dio. Il mistero è presto svelato, infatti se è vero che Maria internamente è la nuova Arca dell'alleanza che per 9 mesi conterrà il figlio di Dio incarnato, esternamente è la nuova arca che conduce i figli di Dio in una nuova alleanza nella terra Romana. Dal momento in cui Gabriele pronunciò quell' Ave inizia il nuovo testamento, il passaggio al definitivo e completo culto di Dio, che Egli ha voluto Cattolico, Apostolico e Romano. Sotto questo aspetto è interessante notare come la volontà di Dio sia attuale ma allo stesso tempo concepita da principio, infatti nel respirare la solennità del momento si comprende come questa situazione sia antichissima ma presente, passata e che si realizzerà nel futuro. In ultimo è importante notare l'atteggiamento di Maria, la quale, essendo senza macchia e senza peccato, accetta di fare la volontà di Dio, ma le cose che l'allora sua condizione umana non le permetteva di comprendere appieno, le serbò nel suo cuore affinché fosse data a Dio la libertà di azione.
In conclusione, il significato dell'Ave maria è il significato di tutta la storia dell'umanità, di tutto il senso di esistere dell'uomo e del suo unico fine, il raggiungimento del sommo bene che è Dio. L'Ave Maria è quindi la rappresentazione dell'arca dell'alleanza tra Dio e l'uomo che passa attraverso Maria regina del cielo e della terra, mediatrice di tutte le grazie. Amen.
Marziale
Mah!
mjj75 shares this
6
😇 😇
Tina 13
🙏🙏