N.S.dellaGuardia
Et in terra Pax hominibus bonae voluntatis!
Diodoro
Una signora che conosco desidera riaffermare -dato che si sta affrontando il tema della conoscenza intellettiva di Dio- che il nostro approccio a Dio dimostra di essere autentico quando è impostato sull'immensa sproporzione fra il conoscente e il Conosciuto. Dimostra invece di essere inautentico e pericoloso quando si imposta su un "tu per Tu", quasi su una conoscenza da pari a pari.
"Riposare …More
Una signora che conosco desidera riaffermare -dato che si sta affrontando il tema della conoscenza intellettiva di Dio- che il nostro approccio a Dio dimostra di essere autentico quando è impostato sull'immensa sproporzione fra il conoscente e il Conosciuto. Dimostra invece di essere inautentico e pericoloso quando si imposta su un "tu per Tu", quasi su una conoscenza da pari a pari.
"Riposare nella consapevolezza della propria ignoranza" - pur sapendo che Dio vuole essere da noi conosciuto tramite la Fede Teologale, e realmente Lo conosciamo tramite essa
Diodoro
La ringrazio di gran cuore, caro professore!
Il famigerato "Si ha paura di ciò che non si conosce... conosciutolo, non farà alcuna paura" è il concetto di riferimento assoluto dell'Illuminismo. In radice, significa "Si teme Dio fino a quando non Lo si conosce.. conosciutoLo, Lo si tratterà come Giustificatore Incondizionato ("Tutti in Paradiso, tranne i rigidi") e come Compagno di feste.
Al …More
La ringrazio di gran cuore, caro professore!
Il famigerato "Si ha paura di ciò che non si conosce... conosciutolo, non farà alcuna paura" è il concetto di riferimento assoluto dell'Illuminismo. In radice, significa "Si teme Dio fino a quando non Lo si conosce.. conosciutoLo, Lo si tratterà come Giustificatore Incondizionato ("Tutti in Paradiso, tranne i rigidi") e come Compagno di feste.
Al contrario, il santo timor di Dio è "principio della sapienza" (Sal 111, 10). E il timore del Diavolo è indispensabile e salutare : "Vi mostrerò invece di chi dovete aver paura: temete colui che, dopo aver ucciso, ha il potere di gettare nella Geènna. Sì, ve lo dico, temete costui" (Lc 12, 5).

"Rousseau, sulle orme di Socrate – dal quale, per altri aspetti, è così lontano, e soprattutto così immensamente inferiore - crede nell’innocenza originaria dell’uomo...". E invece l'esperienza storica ci mostra che il pensiero "illuminato" fa dell'uomo non un civile individuo, cittadino del mondo, ma un omicida, un bestemmiatore professionale, un ammiratore della Dissoluzione.

Pochi anni dopo la Rivoluzione Francese e le scorribande sanguinose di Napoleone, cioè nel 1813, Alessandro Manzoni compose l'inno "Il Natale", che presenta in modo vivido e chiaro la condizione umana dopo il Peccato Originale: www.parafrasando.it/poesie/manzoni_alessandro/Il-Natale.pdf

Grazie davvero
fasoms
Il "male" in Guenon non viene negato , basti pensare alla figura dell'anticristo da lui delineata ne "Il Regno della quantità..., o la denuncia di coloro che giunti a conoscenze di un certo tipo, si mettono al servizio della contro tradizione attraverso la contro iniziazione. La conoscenza di cui Guenon parla, deve essere sempre accompagnata da una ascesi interiore conforme alla Verità …More
Il "male" in Guenon non viene negato , basti pensare alla figura dell'anticristo da lui delineata ne "Il Regno della quantità..., o la denuncia di coloro che giunti a conoscenze di un certo tipo, si mettono al servizio della contro tradizione attraverso la contro iniziazione. La conoscenza di cui Guenon parla, deve essere sempre accompagnata da una ascesi interiore conforme alla Verità riconosciuta che per lui e' sempre di Origine " non umana". Sono comunque critico sul fatto che la sua battaglia contro la sovversione moderna doveva condurla all'interno della Cattolicesimo...purtroppo non è andata così