karlrogers
LA VIA POLITICA CATTOLICA O UNIVERSALE
Nelle Sacre Scritture il tema politico costituisce circa il 90% del suo messaggio ed è legato, col Nuovo Testamento, al discorso universale di Salvezza dell’umanità operata da Gesù Cristo ,messaggio quest’ultimo che ci proviene essenzialmente dal Nuovo Testamento, mentre nel Vecchio è solo adombrato e fatto intuire per un discorso successivo. Il Vecchio …More
LA VIA POLITICA CATTOLICA O UNIVERSALE
Nelle Sacre Scritture il tema politico costituisce circa il 90% del suo messaggio ed è legato, col Nuovo Testamento, al discorso universale di Salvezza dell’umanità operata da Gesù Cristo ,messaggio quest’ultimo che ci proviene essenzialmente dal Nuovo Testamento, mentre nel Vecchio è solo adombrato e fatto intuire per un discorso successivo. Il Vecchio Testamento quindi che i “nuovi cristiani” in politica scartano quasi in toto perché si basa, a loro modo di vedere, sulla violenza verbale dei profeti e degli uomini ispirati e mandati da Dio (Mosè ,Giosuè,Davide etc. etc ) non sarebbe un testo affidabile, perché Gesù Cristo poi avrebbe cambiato tutto col discorso della misericordia , del dialogo e del perdono …..o della mediazione col mondo . Queste palesi assurdità ed ERESIE , costituiscono il pantano ideologico in cui ci ritroviamo, ed è la base ideologica su cui si basa il progressismo religioso, pratico e partitico delle nuove ideologie . Nella giungla, nel deserto, ovunque vivano vicino animali di tutte le specie, carnivori, predatori o ruminanti, tra gli animali vige la legge del più forte . Tra quelli della stessa specie vince e fa il capo branco il più forte o esperto, mentre tra specie diverse vale la nuda e cruda legge del più forte. Con loro vale il discorso della razza , della salute , dell’ esemplare più bello e più nerboruto che spesso fa da guida ai suoi simili nella ricerca del cibo e nella generazione e procreazione della specie,spesso nel combattimento . Tra essi, quindi, vige una Legge Naturale affatto basata sulla giustizia giusta ,sul bene comune, su un progetto intelligente-etico da attuare all ‘ interno del corpo sociale ( che non è il branco )… per raggiungere determinati e prestabiliti fini di sussistenza particolare del bene comune , territoriale e generale della specie umana che, oltre ad avere un aspetto fisico simil- animale, ha una natura spirituale divina(!!) che lo caratterizza . Tutte le ideologie buoniste , chi più o chi meno, ma quasi tutte, mentre fingono di mirare alla sopravvivenza di una razza umana, del corpo sociale, o di una classe umana più debole e sfavorita raggruppandola, oppure di un clan, oppure di alcune èlite sociali più potenti economicamente e culturalmente , si rifanno tutte indistintamente al discorso della giungla e alla legge giustizia della giungla, della foresta o del gregge o del pollaio e se vogliamo anche a quello dei pesci , dove non c’è etica, non c’è giustizia ,ma solo lotta per la sopravvivenza della propria specie pur riconoscendo tra loro che tutte le specie hanno diritto a proteggersi e a prolificare . Nelle Sacre Scritture, cioè il libro consegnato da Dio agli uomini per regolare i loro rapporti e per attuare il Suo Piano sulla Sua Creazione,piano che ha un respiro e disegno eterno , che non è legato ad una particolare epoca, non è cosi, perché Dio segue un'altra Legge di Natura. Gli uomini, gli esseri intelligenti seguono la vera Legge di Natura, non inventata dagli uomini ma che leggono spesso dentro loro stessi , e fu manifestata apertamente tutti sul Sinai, tramite gli ebrei ,popolo adoperato come modello sul campo per realizzarla nel loro corpo sociale . Nel migliore dei casi, eccezionalmente, gli altri popoli avevano la democrazia, che è una finzione culturale e mascherata sempre della legge del più forte . Questa democrazia che doveva mirare al bene comune; forse a una parvenza di giustizia sociale, non si capisce con quali valori umanistici .Nel periodo cristiano fu auspicata e paludata di tanti meriti sociali tra i quali si nascondevano tanti agnelli che mascheravano la loro natura essenziale di lupi ; capipopolo che imbonivano le pecore per meglio divorarle servendosi di etichette cristiane ed emulando valori cristiani solo all’ apparenza. L’inganno umanitario era ed è la loro bandiera . In questa trappola mortale, dalla quale è possibile uscirne solo con un’ azione divina, sono caduti gli stessi vertici della Chiesa . Nella Legge Naturale, divina, perché data dall’ alto, al di sopra delle parti, quella che deve seguire assolutamente chi si avvia a un discorso politico cattolico e cristiano, la giustizia non è violenza, non è vendetta, non è la legge del piu forte ; non è stata mai abolita questa legge dal Re di Giustizia venuto tra gli uomini per un discorso ulteriore riguardante soprattutto la salvezza personale e non pubblica , Salvezza che supera la legge di questo mondo relativa alla semplice giustizia politica , seppure essenziale alla sopravvivenza umana sul pianeta . SUL SINAI FU DATA A TUTTA L’ UMANITA , UNA PAROLA ,UN SEGNO SCRITTO ,UNA LEGGE POLITICA E PERSONALE CHE NON PASSERA’ E CHE NON CAMBIERA’ MAI , QUESTA LEGGE VENIVA CONSERVATA IN UN ARCA D’ORO E VENIVA ADORATA NEL PIU’ GRANDE TEMPIO COSTRUITO DAGLI UOMINI SULLA TERRA ,TEMPIO PIU GRANDE DI TUTTI I TEMPI STORICI. Questa legge di giustizia, che non passa, oggi è stata quasi del tutto abbandonata dall’ umanità, ora con falsi idoli, ora con false ideologie seppure contenenti alcuni elementi della stessa Legge Divina; ora con falsi progetti di sopravvivenza e di salvezza dell’ umanità. E’ ben chiaro il progetto del serpente di far deviare l’ umanità dal piano divino travestendosi da nuova bestia , ma siamo pur certi che non ci riuscirà perchè il mondo non è suo ma fermante nelle mani di Dio e del suo Cristo.